Home / Recensioni MM / Recensione: “Dammi un’occasione – Chicago Winter” di Sarah Bernardinello (serie Chicago Season #2)

Recensione: “Dammi un’occasione – Chicago Winter” di Sarah Bernardinello (serie Chicago Season #2)

Buongiorno Fenici, Lucia oggi ci parla di “Dammi un’occasione – Chicago Winter” di Sarah Bernardinello 

 

La vita offre più di un’occasione. Questo è ciò che scopre AJ Todd dopo essersi congedato dai SEAL a causa di un grave incidente che gli ha provocato danni fisici permanenti. Cerca e ottiene un lavoro come capo della sicurezza del Soul Club, un locale di proprietà dell’affascinante Adonais Malthus. Adonais lo attrae ma AJ, insicuro, mantiene le distanze.
Quando Adonais si trova davanti quell’uomo riservato e inespugnabile come una fortezza, sulle prime cerca di ignorarlo, nonostante l’attrazione sia davvero enorme. AJ è uomo che lo intriga e lo eccita, tanto da spingerlo ad abbandonare il buonsenso e presentarsi a lui nella sua vera veste. L’incontro con il miliardario cambierà l’esistenza di AJ costringendolo, al tempo stesso, ad affrontare una buona dose di sofferenza. Ma gli offrirà anche l’opportunità di scoprire verità sconcertanti, incluso che l’amore può presentarsi in modi che non ci si aspetta.

NASCOSTO NELL’OMBRA, Adonais aspettò che uscisse dal locale. Erano le quattro, l’aria era gelida e c’era odore di neve. Fino a pochi giorni prima, l’estate indiana aveva imperversato. Poi, d’improvviso, un vento freddo proveniente dal Canada aveva fatto calare le temperature a livelli polari. Per il Giorno del Ringraziamento ci sarebbe stata una coltre bianca a ricoprire Chicago. Sospirò. Si stava comportando come uno stalker, ma non poteva farne a meno. Non riusciva a capire che cosa gli avesse fatto quell’uomo per ridurlo in un tale stato. Forse era la cicatrice sul viso ad attirarlo. Rise di sé. Durante la sua lunga esistenza non gli era mai capitato di spiare qualcuno. Non gli era mai nemmeno capitato di essere respinto, a dire il vero. La porta secondaria si aprì con un lieve cigolio. Si raddrizzò appoggiandosi al muro e ritraendosi. L’entrata di servizio era poco illuminata, ma lo riconobbe all’istante. L’ultimo ad andarsene. L’uomo si richiuse la porta alle spalle e digitò il codice di sicurezza. Lo seguì mentre si dirigeva al parcheggio, faceva scattare le serrature di un SUV nero e saliva a bordo. Restò con lui fino a quando si fermò in una stretta via di Little Italy. C’erano dei condomini, niente di esaltante, ma ben tenuti. L’uomo scese dall’auto, la chiuse ed entrò in uno dei palazzi. Adonais si allontanò fino a trovarsi sull’altro lato della strada, alzando lo sguardo e controllando i terrazzini e le finestre. Quando vide illuminarsi i vetri al quarto piano, chiuse gli occhi. «Buonanotte, Andrew,» sussurrò nel buio. Poi scomparve.

Nonostante si possa leggere come una storia a sé stante, aver letto “Due Cuori e un Detective” vi permetterà di gustare al meglio questo libro davvero ben fatto. Ritroverete infatti, i protagonisti del libro precedente, Angel e Seth, che ora sono una coppia innamorata e il bellissimo e fascinoso Adonais, e conoscerli già vi permetterà di immergervi immediatamente nella storia. Infatti è proprio il nostro vampiro centenario che questa volta si troverà alle prese con l’amore, ma i problemi come sempre nella sua lunga vita non mancheranno.

Nel libro precedente abbiamo scoperto che nella città di Chicago vivono non solo umani, ma anche vampiri e mutaforma, e che non tutti sono felici di lasciare l’umanità ignara della loro presenza e vivere nell’ombra. Solo il fatto che a detenere il potere sui vampiri, grazie ad un potente manufatto, sia Adonais ha impedito una guerra. Il vampiro non ritiene gli uomini inferiori alle creature della notte, ma anzi, si è dimostrato affascinato dal Detective Angel che però gli ha preferito Seth. Adonais è solo da molto tempo e il suo unico scopo sembra il lavoro e la guida del suo popolo, almeno, fino a quando non si trova di fronte l’uomo assunto come capo della sicurezza nel suo nuovo locale, AJ, o meglio Andrew Jackson Todd. Adonais si sente attratto da questo giovane di cui non riesce a leggere i pensieri e che tenta in ogni modo di nascondere la cicatrice del suo volto e, per celare il suo interesse che non sembra ricambiato, si comporta con molta freddezza nei suoi riguardi. AJ dal canto suo trova Adonais superbo e pieno di sé, eppure non può fare a meno di essere ferito da quello che crede disinteresse, anche se è convinto che quell’uomo bellissimo sia fuori dalla sua portata. Ex militare, congedato con due medaglie al valore, AJ ha il corpo devastato da orrende cicatrici che l’uomo pensava lo amasse, non è riuscito a sopportare; da allora, non c’è nessuno che mitighi la sua solitudine. Ma una sera fuori dal locale, Adonais è vittima di un’aggressione e questa esperienza, oltre a rivelare una verità incredibile all’ex Seal, porta anche alla luce i loro veri sentimenti. Per entrambi però, le esperienze passate rendono difficile accordare la loro fiducia, e qualcuno che ha un conto in sospeso con uno di loro, ne approfitterà.

Quelli che la Bernardinello mette in campo sono personaggi davvero affascinanti, è stato un piacere ritrovare la coppia Angel e Seth e vedere il proseguire della loro storia, così sono stata felicissima che l’autrice abbia trovato un uomo altrettanto stupendo anche per Adonais, un vampiro che nonostante la sua ricchezza e il suo potere ha principi morali molto radicati e che mi aveva intristito con l’aura di solitudine che si percepiva attorno alla sua figura nel capitolo precedente. La loro è una storia molto dolce, e ho adorato il particolare che una creatura bellissima come il vampiro, non abbia avuto neppure un attimo di esitazione davanti alle devastanti ferite di AJ, due creature solitarie che trovano finalmente qualcuno da amare e da cui essere riamati. Le scene passionali sono belle e intense e riescono ad esprimere i sentimenti che provano i protagonisti coinvolgendo il lettore. Unici due appunti che mi sento di fare, riguardano la velocità con cui AJ accetta la scoperta di creature così fantastiche come i vampiri, e come il caso che li porterà ad allontanarsi, venga risolto in brevissimo tempo quando in principio, sembrava impossibile arrivare alla fonte del problema nonostante gli esperti messi in campo.

Nonostante queste mie considerazioni strettamente personali, ho trovato Dammi un’occasione – Chicago Winter una lettura più che piacevole; la scrittura dell’autrice è fluida e i personaggi riescono ad essere intriganti ed entrare nel cuore del lettore, così come l’ambientazione, in una metropoli che appare assolutamente normale ma in cui si muovono personaggi straordinari e leggendari. Una serie molto carina che diventa più intrigante ad ogni capitolo e che mi vede già in attesa di scoprire chi saranno i protagonisti del prossimo libro.

#1  Due cuori & un detective: Chicago Summer

#2  Dammi un’occasione: Chicago Winter

 

 

 

Romanticamente Fantasy

Avatar
x

Check Also

Recensione in anteprima: “Cambio di Linea – Serie Harrisburg Railers #1” di R.J. Scott e V.L. Locey

Buongiorno fenicette, oggi Lucia ci racconta in anteprima ...