Home » Recensione libri » Recensioni libri cult » Recensione “Il bacio del demone” di Eve Silver (serie Compact of Sorcerers #1)

Recensione “Il bacio del demone” di Eve Silver (serie Compact of Sorcerers #1)

Care Fenici, oggi Maljka ci parla del libro Il bacio del demone di Eve Silver

Progetto grafico a cura di Heaven Tonight

Clea Masters, giovane studentessa di medicina, sa di essere unica. Da quando i suoi genitori sono morti, una forza incredibile si è insinuata dentro di lei, per esplodere solo nei momenti di estremo pericolo. Tuttavia preferisce non indagare; fino a quando un demone non la attacca, scaraventandola in un mondo del quale lei non sospettava nemmeno lontanamente l’esistenza. Il suo unico alleato sarà un uomo letale e seducente come nessuno, che risveglierà in lei un desiderio più forte di qualsiasi fantasia… Ciarran D’Arbois non lascerà che a Clea accada nulla. E non solamente per dovere… In lei vede una forza dirompente, ma anche un corpo irresistibile, fatto per essere accarezzato. Nel frattempo, però, i demoni sono intenzionati ad abbattere il portale che Ciarran deve proteggere con tutte le sue forze, fino all’ultimo respiro. Ciarran teme che Clea sia la chiave destinata a portare a termine questo oscuro progetto, e ora che i nemici sono sempre più vicini, i due amanti hanno una sola speranza. Cosa sarà più pericoloso, la passione o i poteri tenebrosi che entrambi custodiscono dentro di sé?

Il bacio del demone è uno di quei romanzi dove l’eterna lotta tra bene e male, luce e ombra, amore e odio, tradimenti e segreti la fanno da padrone.

È il primo libro della serie “Compact of Sorcerers” composta da due volumi che racchiudono una storia ricca di passioni e tradimenti lunga secoli.

Lei ora non ha nessuno.

Nessuno.

A parte lui.

E la domenica successiva sarebbe stato il ventesimo anniversario del giorno in cui lei aveva assistito all’inizio del suo viaggio all’inferno.

Ciarran e Clea sono i due personaggi principali indiscussi. Lui è uno stregone, vissuto per millenni a guardia del confine che separa le dimensioni tra il mondo degli umani e quello dei demoni, bello come il sole e con un’anima oscura come la notte più nera, con un fisico possente e abiti impeccabili, abituato a combattere gli ibridi, ossia esseri umani talmente stolti da essersi ritrovati a scegliere tra morire o consentire ai demoni di impossessarsi delle loro anime.

Lei è una studentessa di medicina e un’anomalia nel loro mondo: è umana, mortale, ma allo stesso tempo non lo è. È la bambina umana che vent’anni prima lui ha salvato, è il condotto che può aprire il cancello tra le dimensioni, la chiave che può avviare la fine del mondo.

Come in ogni romanzo che si rispetti ci sono anche dei cattivi. Il primo fra tutti è il Solitario, un demone molto potente, il più malvagio fra tutti; troviamo poi Asag, un demone della peste dal potere straordinario, che in passato ha ucciso i genitori di Clea e che cerca in tutti i modi di riaprire il portale per risvegliare il Solitario e gli ibridi, suoi servi e seguaci.

La vicenda tra i due protagonisti, come detto in precedenza, ha inizio vent’anni prima. Ci troviamo poi catapultati al giorno della morte della nonna di Clea, una notte in cui si ritrova da sola al Blu Bay motel, l’hotel in cui lavora, e si vede attaccata da un demone. In suo soccorso arriva Ciarran, colui che in quei vent’anni non si è mai dimenticato di lei. Clea non ricorda nulla di quella notte ma nel profondo sente un legame incredibile e profondo con lui.

Entrambi provano un desiderio incontrollabile e disarmante, tormentato e carico di eros.

I suoi lineamenti erano una miscela inverosimile di perfezione virile… il suo calore, la forza, il profumo delizioso… ogni cosa la colpiva con la potenza di una percossa. Per la prima volta nella sua vita Clea comprendeva il vero significato di chimica sessuale. Non era il tipo di chimica che aveva studiato all’università, no. Questa era di tutt’altro genere. Ardente. Umida. Un dolore sordo tra le cosce. Chimica sessuale. Tutti ne parlavano. Non aveva mai creduto che esistesse davvero. Fino a quel momento.

Dopo l’attacco del demone, Ciarran si rende conto che Asag è tornato ed è sempre più determinato a uccidere Clea, a riaprire il portale e liberare il Solitario. Cercherà di proteggerla in tutti i modi, combattendo anche la sua parte demoniaca e facendo fronte a un tradimento tra i componenti della sua stessa Alleanza.

Solo lei sa quanto sia difficile accettare questa situazione e scoprire un mondo che non si sarebbe mai sognata. Se ai combattimenti uniamo la passione bruciante tra i due ne esce un libro altamente erotico, dove i dialoghi sono molto limitati ma la narrazione e la descrizione delle scene la fanno da padrone.

Il bacio del demone è un libro carico di indizi e vicissitudini atte al proseguimento della serie; l’ho trovato molto ben scritto, di facile lettura e, se cercate una storia di amore, magia, intrighi, tradimenti ed eros ad alto tasso d’eccitazione questo romanzo fa decisamente per voi!

Lui l’aveva condannata.

Lui la voleva con un’urgenza violenta e primitiva, che correva in fretta in ogni cellula del suo corpo facendolo ardere di desiderio.

Era arso dal suo calore e questo lo disorientava, lo attraeva, gli faceva sentire il culmine doloroso e acuto del desiderio.

 

Serie “Compact of Sorcerers” di Eve Silver

#1- Il bacio del demone

#2- Le ombre del demone

 

StaffRFS

StaffRFS