Da non perdere
Home / Erotic Romance / Recensione: “Senza difese” di Meredith Wild (serie Hacker #1)

Recensione: “Senza difese” di Meredith Wild (serie Hacker #1)

Care Fenici, oggi Barbara ci parla di “Senza difese” di Meredith Wild (serie Hacker #1)

Qualche giorno dopo la laurea, Erica Hathaway si ritrova faccia a faccia con un gruppo di investitori che dovrà decidere se finanziare o meno la sua startup. L’unica cosa che non si aspettava era di sentirsi tremare le gambe di fronte a un investitore arrogante e splendido che apparentemente ha deciso di far deragliare la sua presentazione. Ricchissimo e dalla fama di hacker, Blake Landon ha già fatto la sua fortuna nel software, ed è abituato a ottenere quello che vuole senza difficoltà. Affascinato dai modi e dalla bellezza di Erica da quando è entrata nella sua sala riunioni, deciso a conquistarla. A qualunque costo, anche se questo significa non controllare completamente la situazione. Cosa alla quale non è abituato. Ma quando Blake scopre un oscuro segreto nel passato di Erica, capisce che in pericolo c’è tutto quello che ha costruito fino a quel momento…

Il romanzo comincia così come cominciano moltissime storie d’amore: lei ha appena concluso l’università e sta per tuffarsi nella vita reale, con molti dubbi e altrettante speranze. Lui è già un affermato uomo d’affari che ha sfondato nel mondo informatico e si è costruito una carriera più che rispettabile. Lei e lui si scontrano – letteralmente – e quell’incontro fortuito scatena un’attrazione che coglie entrambi di sopresa, e che si complica nel momento in cui i due protagonisti si ritrovano faccia a faccia e su fronti opposti per motivi lavorativi.

Devo dire che l’inizio non mi ha colpito positivamente, le situazioni sono abbastanza prevedibili e la narrazione un po‘ troppo scontata.

Ritroviamo tutti i fondamenti del genere che francamente mi hanno un po‘ stufata: lui è ricchissimo, bellissimo e con le solite manie di controllo, lei è carina e intelligente, con una situazione familiare a dir poco complicata, (non ha mai conosciuto suo padre e sua mamma è morta quando lei era piccola), un oscuro segreto che ha sconvolto il suo passato, scarse possibilità economiche e un’amica molto più spavalda di lei, sia nella sfera affettiva che in quella lavorativa.

Già visto, già sentito, già letto almeno un milione di volte.

Eppure, pagina dopo pagina, momento dopo momento, la storia è riuscita a convincermi ed Erica e Blake mi hanno lentamente conquistata.

Sarà che Blake è lo stereotipo dell’uomo di successo senza risultare ridicolo: non tira fuori elicotteri o aerei personali dal cappello magico, non ha tendenze sadomaso, ma le sue uniche colpe sono state quelle di essere un ragazzo più sensibile e intelligente rispetto alla media e di essersi messo nei guai hackerando alcuni sistemi informatici.

Sarà che Erica è timida ed inesperta senza essere eccessiva visto che all’occorrenza riesce a prendere l’iniziativa e a tenere testa al corteggiamento insistente di Blake, o che il suo impegno nel cercare di far decollare la sua attività ispirano empatia ed ammirazione.

In ogni caso Erica e Blake sono una coppia convincente, a tratti romantica, a tratti sensuale, spesso divertente, e ti ritrovi tuo malgrado a fare il tifo per loro.

Erica cerca fondi per sovvenzionare il suo progetto, un social network nell’ambito della moda. Blake, dopo aver inizialmente rifiutato di investire nella sua idea, l’aiuta a migliorare le sue competenze e la presentazione della sua richiesta. Nel frattempo si conoscono meglio, si confidano, si amano, si allontano e si avvicinano svariate volte, girando intorno a un sentimento che cresce e si fortifica indipendentemente dalla loro volontà.

Senza Difese è il classico romanzo che tiene compagnia senza impegnare troppo, e che ti fa credere nelle favole e nei lieti fine.

 

Kiki

x

Check Also

Recensione: trilogia “Bad Boys” di Alison Roberts

Care Fenici, oggi Ipanema ci parla di una trilogia Romance tutta ambientata ...

error: Contenuti di proprietà di RFS