Home » Recensione libri » Recensione:“Una fantastica vacanza in Grecia” di Karen Swan

Recensione:“Una fantastica vacanza in Grecia” di Karen Swan

Care Fenici,Karin vi parlerà di un simpatico romanzo ambientato tra New York e la Grecia

 

In fuga da Londra con il cuore infranto, Chloe Marston è arrivata a New York sperando in un nuovo inizio. Così ha cominciato a lavorare in un’agenzia di concierge di lusso, mettendocela tutta per dare il meglio di sé. Rendere perfetta la vita degli altri è il suo unico scopo, nonostante la sua vada a rotoli. Tutto cambia quando la sua collega è vittima di un brutto incidente e Chloe si ritrova a doverla sostituire, occupandosi dei più importanti clienti dell’agenzia. Si tratta di uomini ricchi e molto esigenti: tra loro c’è il carismatico Joe Lincoln, che le chiede di trovargli una casa isolata nelle isole greche, circondata da ettari di terreno. Chloe sta per inviare qualcuno a fare un sopralluogo, ma quando Tom, il suo ex che le ha spezzato il cuore, si presenta inaspettatamente a Manhattan, lei decide di agire d’impulso per darsi la possibilità di ricominciare daccapo: sarà lei stessa ad accompagnare Joe in Grecia, sfruttando l’occasione per schiarirsi le idee e capire che cosa desidera davvero. Vale la pena dare una seconda possibilità a Tom? E chi è davvero Joe, verso il quale prova un’irrefrenabile attrazione? Il dissidio di Chloe è complicato dalla misteriosa scomparsa della moglie di un suo cliente e da alcune tragiche scoperte. Chloe prova a tirare le fila per capire di chi può fidarsi, ma riuscirà a scoprirlo in tempo?

 

“Guarda che puoi usare la porta!”, esclamò ridendo e portandosi una mano alla bocca per la paura e l’eccitazione, mentre lo guardava prepararsi al salto.

 

Una giovane donna, Chloe Marston, si trasferisce da Londra a New York per stravolgere il suo mondo e dare vita a un nuovo inizio. Tutto procede al meglio nella rountine quotidiana, fino a quando l’agenzia di corcierge di lusso per cui lavora ha bisogno di lei. La sua collega, Poppy, ha purtroppo avuto un incidente molto grave e lei dovrà sostituirla. Il suo ruolo sarà di rendere la vita dei suoi clienti vip semplicemente perfetta in ogni piccolo particolare. L’agenzia pullula di personaggi fondamentali del romanzo: Jack il boss, affiancato da Tom copresidente e fondatore dell’agenzia, Xan e Poppy gli esuberanti colleghi di Chloe, Serena, piccola arrivista in cerca di successo. La nuova sfida lavorativa sarà decisamente impegnativa, ai limiti dell’assurdo, dove personaggi ricchi, famosi e capricciosi richiedono che i loro desideri vengano sempre esauditi in uno schiocco di dita. Una fuga da un amore finito è al centro del romanzo: com’è noto, quando qualcuno fugge, significa che qualcun altro lo sta cercando. Tom infatti, le tenterà proprio tutte per riportare a sé la sua donna, peccato che Chloe sia sempre in bilico tra un “non lo voglio” e un “potrei volerlo ancora”.

I personaggi secondari sono estremamente incisivi nel racconto: come scordarsi Kate, sorella della nostra protagonista e buona spalla su cui piangere e farsi dare consigli giudizievoli, inizialmente guardinga cadrà anche lei nella falsa apparenza degli eventi. Eccoci a colei che in assoluto ho amato maggiormente: Ella, strabiliante, piena di vita amica di Chloe che rende le scene esilaranti.

E arriva lui, Joe Carson, carismatico multimilionario e cliente vip che desidera una casa in Grecia, una casa immensa, isolata e la vuole ora. Chloe sarà quindi costretta, per tenersi stretto il cliente, a un’immediata vacanza di lavoro in Grecia insieme al magnate per trovargli la casa ideale. L’attrazione tra i due è immediata e scoppiano scintille! Sebbene manchino le scene hot, la descrizione del fantomatico bacio è scritta in modo sublime.

Ironia e frenesia del lavoro, dubbi amletici sull’amare o non amare si susseguono attorno al giallo scaturito dall’incidente di Poppy: sarà stato davvero solo un incidente? E se non lo fosse, chi ha architettato il tutto e per quale assurdo motivo? Personaggi come Alexander, Joe ed Elodie aiuteranno a scoprire l’enigma di tutta la vicenda, che ammetto di non aver supposto fino alla fine del romanzo.

La lettura è inizialmente faticosa: molti personaggi, descrizioni estremamente lunghe e l’entrata nel vivo del romanzo non risulta immediata, ma se si ha la costanza di proseguire la lettura, la trama s’infittisce e la curiosità prende il sopravvento. Il romanzo è autoconclusivo e scritto in prima persona, alcuni capitoli appaiono fuorvianti e non subito si comprende che fanno parte della rete ingarbugliata della trama.

Libro piacevole per trascorrere qualche ora in spensieratezza.

 

 

 

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Emanuela

Emanuela