Home » Recensione libri » Recensione: “Truthwitch” di Susan Dennard Saga Witchlands vol.1

Recensione: “Truthwitch” di Susan Dennard Saga Witchlands vol.1

 

Recensione: Truthwitch

Autore: Susan Dennard

Serie: Witchlands saga; Volume 1

Editore: Mondadori

Genere: Fantasy

Data di pubblicazione: 16 Marzo 2021

Nelle lande stregate ci sono infiniti tipi di magia: tanti quanti i modi per mettersi nei guai, come ben sanno due giovani donne molto speciali. Safiya è una Strega della Verità, ha il dono di riconoscere le menzogne. C’è chi ucciderebbe per avere quel potere, e così lei lo tiene ben nascosto, se non vuole essere usata come una pedina nello scontro tra gli imperi. Iseult invece è una Strega dei Fili: sa vedere i legami invisibili che uniscono le persone attorno a lei, ma non riesce a percepire i sentimenti che la riguardano direttamente. Le due ragazze hanno personalità complementari – impulsiva e focosa Safi, fredda e prudente Iseult – e soprattutto sono inseparabili. Tutto ciò che vogliono è essere libere di vivere le loro vite come un’avventura continua, ma le ombre della guerra si addensano sulle Lande Stregate. Con l’aiuto dell’astuto principe Merik, Safi e Iseult si troveranno a combattere contro imperatori, mercenari e uno Stregone del Sangue votato alla vendetta, decisi a tutto pur di dominare il potere di una Strega della Verità.

 

Truthwitch è il primo libro della saga Witchlands di Susan Dennard. L’intera storia è ambientata nelle Lande Stregate, un mondo fatto di magia, intrighi e lotte di potere. Le protagoniste sono due streghe, Safiya e Iseult. Safiya è una strega della verità in quanto in grado di capire se ciò che viene detto è vero o falso, proprio per questo deve tenere il suo potere nascosto, poiché raro e molto richiesto. Iseult, invece, è una strega dei Fili, riesce a vedere i legami tra le persone e le loro emozioni. Insieme le due giovani sono delle Sorelle di Filo, legate tra loro da un sentimento molto vicino all’amicizia, un amore forte e indissolubile, difficile da spiegare.

Le due streghe, pur essendo molto legate, sono come il giorno e la notte, in quanto Safi è forte, indipendente e senza peli sulla lingua; viene da una famiglia benestante ma l’unico desiderio che ha è di essere libera di scegliere da sé il proprio destino. Iseult, invece, è più riservata, tende a non esporsi ed esaminare sempre i pro e i contro prima di agire. Ha un passato difficile alle spalle che la segna e la rende sospettosa. Le vite delle due ragazze in seguito si intrecciano con quelle di altri personaggi, il principe Merik e lo stregone del Sangue Arduan, che avranno un ruolo molto importante nello sviluppo delle vicende.

Tutti, infatti, si ritrovano a dover fare i conti con una guerra ormai imminente, che vede protagonisti tutti i regni delle Lande Stregate. Il destino porta le due streghe ad essere protagoniste anche se per ragioni diverse. È un libro con tante domande senza risposta e misteri tutti da svelare che portano a delineare quella che sembra una magnifica avventura fatta di azione, sentimenti e momenti comico-drammatici che mi hanno letteralmente conquistata.

L’autrice ha la bravura di ricreare un mondo meraviglioso ricco di colori e sfumature, e di descriverlo al meglio, cosa non da sottovalutare. Se all’inizio, magari, risulta difficile barcamenarsi tra i vari tipi di streghe e regni, tutto, poi, diventa più famigliare come se i protagonisti li conoscessi da sempre. Ho amato tanto anche i dialoghi e le dinamiche che si vengono a creare, approfonditi bene grazie alla presenza di più punti di vista che danno una visione più chiara ed omogena della storia.

La Dennard, infine, riesce a presentare in maniera velata, ma non banale, alcune tematiche importanti come quelle del razzismo e dell’emarginazione sociale. Infatti la strega Iseult proviene da una tribù che viene spesso disprezzata e giudicata e probabilmente anche la scelta dei tratti, quali quelli asiatici, è un chiaro riferimento alle discriminazioni razziali del nostro tempo.

Questo libro mi ha catapultato in un mondo meraviglioso con streghe fantastiche, che mi hanno fatto innamorare di loro. Allo stesso tempo, è stato capace di avvolgermi nell’atmosfera dei tipici fantasy più classici con battaglie e avventure intriganti.

Infine, ha quel tocco di romance che non guasta mai e rende il tutto più speciale. Super consigliato! A presto anche con il secondo libro!

 

 

 

Click to rate this post!
[Total: 1 Average: 5]
  Recensione: Truthwitch Autore: Susan Dennard Serie: Witchlands saga; Volume 1 Editore: Mondadori Genere: Fantasy Data di pubblicazione: 16 Marzo 2021 Nelle lande stregate ci sono infiniti tipi di magia: tanti quanti i modi per mettersi nei guai, come ben sanno due giovani donne molto speciali. Safiya è una Strega della Verità, ha il dono di riconoscere le menzogne. C'è chi ucciderebbe per avere quel potere, e così lei lo tiene ben nascosto, se non vuole essere usata come una pedina nello scontro tra gli imperi. Iseult invece è una Strega dei Fili: sa vedere i legami invisibili che uniscono…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento