Home » Recensione libri » Recensione: Sul velluto di Rebecca Quasi

Recensione: Sul velluto di Rebecca Quasi

 

Titolo:Sul velluto
Autore:Rebecca Quasi
Editore:Kobo Originals
Genere:Romanzo
Data di pubblicazione: 10 Febbraio 2022

 

Nell’era degli influencer la verità spesso scompare e resta solo ciò che è tendenza.

Nereo Castrogiovanni, attore famoso, conosce bene questa legge non scritta, ma sembra dimenticarsene durante un talk show in prima serata, lasciandosi andare a certe affermazioni che gettano ombre sulla sua immagine e rischiano di distruggere la sua carriera.
Non sarà il solo a farne le spese: Marianna Guerra, sua ex assistente e cuoca, verrà travolta dall’occhio del ciclone mediatico, colpita da pettegolezzi e insinuazioni dove il reale e il presunto si fondono e si mischiano.
Cosa c’è alla base di tutto? Qual è la vera ragione per cui Nereo ha deciso di distruggere la propria figura e trascinare Marianna con sé?

Rebecca Quasi ci racconta una nuova storia dei nostri tempi, col suo tipico occhio attento e rivelatore dei meccanismi profondi che a volte muovono le relazioni d’amore.

 

 

Seguo sempre con grande passione e stima la carriera di Rebecca Quasi: un’incantatrice e un’affabulatrice raffinata al contempo, i cui romanzi sono una malìa della quale è impossibile fare a meno.

I protagonisti di Sul velluto sono un attore e la sua improbabile assistente, entrambi dotati di personalità vivaci e importanti, ma soprattutto vere.

Marianna è apparentemente la più tosta tra i due: ferma sulle sue convinzioni e nel suo modus vivendi che la rendono quasi asettica ed estranea ai rapporti empatici, è invece una ragazza fragile e ferita dalla vita che ha paura di soffrire nuovamente.

Nereo è un attore innegabilmente affascinante, che accetta le lusinghe della fiction televisiva pur non rinunciando alle sue aspirazioni teatrali. Egli  vive quasi da asceta fino a che non incontra le manie di Marianna dalla quale si sente invischiato e rapito. Grazie a lei arriverà a rinunciare alle sue posizioni in scacchiera?

“…Dopo una settimana questa Marianna era ancora un mistero. Un efficientissimo mistero. Telecomandata da Piero, supponeva Nereo, cucinava benissimo pur disponendo di materie prime che avevano l’appeal culinario sotto lo zero, filtrava a meraviglia le telefonate, rispondeva alle mail con eloquio impeccabile ed era invisibile…”

 

Questa strana coppia ci regalerá una love story emozionante nella quale il romanticismo raffinato dell’autrice, ormai suo marchio di fabbrica, fa da padrone. Alcuni colpi di scena doneranno un’esperienza di lettura vivace ed estremamente realistica facendo letteralmente divorare le pagine che conducono al finale.

Finale assai sospirato perché Marianna è decisa a non cedere ai sentimenti e relega il suo cuore dietro a calcoli freddi e rigidi.

 

“…Il mondo voleva sospirare per coppie così, voleva la perfezione della perfezione e non avrebbe accettato nulla di meno perché per qualcosa di meno aveva già la propria vita…”

 

Finale emozionantissimo, ma d’altra parte è impossibile aspettarsi nulla di meno per questi due splendidi personaggi.

 

 

 

Click to rate this post!
[Total: 1 Average: 5]

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento