Home » Recensione libri » Recensione: “Non te ne andare” di Gena Showalter (serie Original Heartbreakers #5)

Recensione: “Non te ne andare” di Gena Showalter (serie Original Heartbreakers #5)

Care Fenici, oggi Lucia ci parla di “Non te ne andare” di Gena Showalter (serie Original Heartbreakers #5)

Ryanne Wade si tiene molto alla larga dagli uomini ormai da tempo. Poi Jude Laurent entra nel suo bar e tutto all’improvviso cambia. Lui ha un passato pesante alle spalle, ha ferite fuori e dentro di sé, e tentare di ridare il sorriso al burbero ex militare diventa per lei una priorità assoluta. Resistergli? Per lei è praticamente impossibile.
Per Jude, Ryanne è un frutto proibito, eppure la bella barista lo tenta come nessun’altra prima, suscita in lui emozioni che considerava morte e proprio per questo è deciso a proteggerla a qualsiasi costo quando la sua vita viene minacciata da un rivale in affari. Mentre la loro attrazione si fa bollente, il gelido veterano dovrà riuscire a liberarsi dai ricordi se non vuole rischiare di perdere l’occasione di cambiare per sempre la sua vita.

Il suo lato più fastidioso? Amava piazzarsi davanti al juke-box e intimidire i clienti con i suoi sguardi torvi. Per non parlare del fatto che ogni tanto si metteva a sorvegliare la porta del locale e a ordinare ai clienti di starsene seduti, quasi fossero cani, solo perché avevano bevuto una goccia d’alcol. Che faccia tosta! E che corpo! Ryanne agitò una mano davanti alle guance arrossate. Era ora di accendere l’aria condizionata. Il sangue che le ribolliva nelle vene non c’entrava nulla con l’aspetto sexy, muscoloso e appetitoso di Jude. Non molto tempo prima – okay, poco dopo aver conosciuto Jude – Ryanne aveva deciso di lasciar perdere il bando che aveva emesso sulle relazioni romantiche e di scegliersi qualcuno con cui uscire. Il tempismo era una pura coincidenza, naturalmente, ma da allora i suoi ormoni erano in subbuglio. Inoltre, per quanto desiderasse Jude, non aveva intenzione di dargli la caccia. Nonostante il suo atteggiamento burbero, donne vecchie e giovani continuavano ad assediarlo in modo più o meno diretto, ma lui non abboccava mai. Quasi avesse la scrittaVietato toccare tatuata sulla fronte.

Ryanne Wade gode di una cattiva reputazione senza avere altra colpa che quella di avere una madre che si è sposata più volte, e a cui è sempre piaciuto filtrare con ogni uomo che le si fosse posto di fronte. Questo ha reso l’infanzia di Ryanne un continuo passare da un patrigno a un altro. Alcuni sono stati gentili, altri hanno tentato di allungare le mani, ma solo uno le ha davvero dato l’affetto di un padre: Earl, il precedente proprietario del suo bar, nonché terzo marito della madre. Quando Ryanne è stata abbastanza grande, e la madre si accingeva a un nuovo matrimonio, Earl si è ammalato gravemente e la giovane ha deciso di lasciare la madre e andare a vivere con lui, per aiutarlo. Ma lungi dal capire l’affetto profondo di questo gesto, la gente ha voluto vedere una ragazzina che circuiva un uomo anziano e le chiacchiere attorno a lei non sono mai finite. Alla sua morte, Ryanne ha ereditato il bar, che gestisce da sola, e in cui ha regole molto severe: nessuno lascia il suo bar ubriaco o beve più del dovuto. Eppure, nonostante questo, i suoi rapporti con Jude, un ex militare che ha visto morire le sue gemelle e la moglie per colpa di un ubriaco al volante, sono sempre stati poco più che civili. Jude non può fare a meno di essere ostile e, ogni volta che si reca al bar, il suo biasimo e la sua aria truce si scontrano con il carattere solare di Ryanne, che non può fare a meno di provocarlo. Da tempo, senza saperlo, quell’uomo solitario e gelido, che sembra sempre avercela con lei, è l’unico in grado di farle ribollire il sangue nelle vene, e nel suo cuore ha il grande desiderio di riuscire a farlo sorridere, ma lui sembra non vederla neppure. Tuttavia, quando un pericoloso personaggio acquista il terreno davanti al bar per farci un locale di spogliarello e Jude, indagando su di lui, si rende conto di quanto Ryanne si trovi in pericolo, i loro rapporti hanno una svolta imprevista. Per Ryanne l’avverarsi di un sogno, per Jude un incubo e la paura continua di perdere ancora una volta qualcuno a cui tiene.

Ryanne è una ragazza dal carattere giocoso, è abituata a filtrare in modo simpatico con i suoi clienti, che le sono affezionati, e che da tempo sanno che il suo è solo un modo di fare che non implica altro. La sua vita sentimentale è inesistente, non si fida degli uomini, il carattere della madre e la sua incapacità di rimanere con un uomo per lungo tempo, hanno segnato la sua giovinezza. Ha visto la madre cambiare, adeguarsi alle esigenze del marito di turno, e l’unica cosa buona che le riconosce è aver tentato di difendere Lyndie da suo padre, nel breve periodo in cui è stata sposata con quell’uomo crudele e manesco. Nonostante la fine del matrimonio dei loro genitori, la sua amicizia con Lyndie non è mai terminata e, una volta che la giovane donna si è trovata sposata con un uomo simile al padre e per di più nel corpo di polizia, Ryanne l’ha aiutata a rifarsi una vita e uscirne.  Ma questo l’ha messa nel mirino di uno dei colleghi dell’uomo, che ora non esita ad andare con frequenza nel bar, sperando di avere appigli per accusarla di qualsiasi reato. Nessun uomo è mai riuscito ad affascinarla come il burbero Jude, che sembra, però, sopportarla solo perché il suo amico Brock sembra deciso a conquistare la dolce e ferita Lyndie. Il loro battibeccare è all’ordine del giorno, eppure non appena l’ex militare si accorge che qualcuno vuole farle del male, si erge a suo paladino e sembra pronto a tutto per aiutarla, mantenendo però il distacco necessario a tenere il suo cuore al sicuro. Jude, infatti, è deciso a non amare mai più nessuno nella sua vita, la perdita della sua famiglia, mentre si stava riprendendo da un grave incidente avvenuto in missione, non gli dà pace. Ryanne lo intriga, lo fa sorridere, ma non può e non vuole farla entrare nella sua vita, e per questo detesta provare una così grande attrazione per lei. È sempre riuscito a far finta di niente, a ignorare le sue frecciatine e le sue non tanto velate allusioni, ma saperla in pericolo cambia ogni cosa, e ben presto si troverà a dover prendere una decisione: rimanere in un limbo ad aspettare che la vita gli passi davanti senza viverla, o rischiare di soffrire ancora amando di nuovo.

Due bei personaggi, che riescono a intrigare il lettore con le loro paure e i loro dubbi; una storia d’amore con scene erotiche intense, che regala anche azione e una trama davvero ben strutturata. Ritroviamo molti dei personaggi della serie, che sono amici di lunga data, mentre gli antagonisti risultano essere convincenti e spietati. E mentre pagina dopo pagina assistiamo alla rinascita di Jude, vediamo nascere qualcosa anche fra Brock Hudson e Lyndie: un uomo che intende lenire le sue ferite e una giovane donna che ha troppa paura di commettere ancora uno sbaglio di valutazione. Loro due saranno i protagonisti del prossimo capitolo di questa serie piacevole e ben scritta.

#0.5  L’unica per me

#1  Sempre più vicini

#2  Solo per questa volta

#3  Ancora più stretto a te

#4  Non lasciarmi

#5  Non te ne andare

 

 

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS

StaffRFS