Home / Recensione libri / Recensione: “L’Ultimo Dorcha” di Arianna Colomba

Recensione: “L’Ultimo Dorcha” di Arianna Colomba

“«Io, Robert Karth, stipulo questo contratto con il Dorcha, affinché porti fuori dalla prigione, sana e salva, questa ragazza. Dovrà prendersi cura di lei fin quando gli sarà permesso e fin tanto che non la riterrà al sicuro. La tratterà con rispetto e farà in modo che né lui, né altri, possano farle del male. In cambio, in anticipo, offro il pagamento di tre notti di riposo nella mia dimora, abiti puliti e le cure necessarie per la giovane.» L’uomo alzò il volto. Era chiaro il fatto che temesse di aver osato troppo e adesso si stava chiedendo se il Dorcha avrebbe accettato i termini del contratto o gettato la pergamena.
Gareth fissò un’ultima volta la giovane distesa sul tavolo. Passarono lunghi attimi e infine, a un tratto, si chinò sulla pergamena macchiata di sangue e soffiò.”

In un’epoca sull’orlo dell’apocalisse, i Dorcha rappresentano l’equilibrio tra Uomini e Oltremondo. Sono l’ago della bilancia che mantiene in vita ogni creatura, nel corso dei secoli.
Ma qualcosa sembra essere cambiato. La pioggia continua a cadere da svariati mesi e gli Uomini hanno iniziato la caccia ai propri simili, incolpando di stregoneria chiunque ritengano sospetto.
È proprio in questo clima di follia che Gareth, un Dorcha, viene legato da un contratto a una strana ragazza, accusata di essere una strega.

“«No, è per te che provo pena, Dorcha. Mia nonna mi parlava di voi. Quando ero bambina, se facevo troppi capricci, mi diceva che avrebbe chiamato un Dorcha per farmi stare buona. Vi ho sempre visti come degli esseri oscuri, privi di anima e compassione, incapaci di scegliere tra bene e male. Invece, siete solo dei prigionieri, vincolati ai contratti.»”

Bentornate Fenici,

oggi vi parlo de L’ultimo Dorcha, un fantasy dalle tinte dark, nato dalla penna di Arianna Colomba.

La storia è ambientata in un’epoca che vede il mondo andare lentamente in rovina. Tutto sta marcendo a causa di una pioggia incessante e gli Uomini non fanno altro che additarsi a vicenda, accusando chiunque ritengano sospetto di essere in combutta con l’Oltremondo.
Gareth è un Dorcha, un essere nato dall’unione tra una donna umana e un demone. Per le loro straordinarie capacità ai Dorcha è affidato il compito di mantenere l’Equilibrio tra Uomini e Oltremondo.

Quando Gareth si reca a Forte del Vento per riscuotere la ricompensa prevista dal contratto stipulato con il lord del posto, si ritrova a dover proteggere e scortare in un posto sicuro una strana ragazza, Sive, accusata di essere una strega. L’impresa non sarà così semplice. Lei, infatti, nasconde un importante segreto e avrà bisogno dell’aiuto del Dorcha per far terminare quella pioggia continua che sta portando lentamente il mondo alla rovina.

Premetto che a intrigarmi sono stati la cover, che trovo straordinaria, e la sinossi che è stata scritta in maniera tale da catturare la curiosità del lettore.

Recensire questo libro mi ha messa, però, in seria difficoltà. Mi sento innanzitutto di ammettere che portare a termine la lettura mi è costata una gran fatica. La narrazione estremamente lenta, i dialoghi semplici e il voler dare alla storia un eccessivo alone di mistero hanno pian piano spento la mia curiosità di scoprire cosa stesse per succedere. I personaggi sono misteriosi, spesso ambigui, in pieno stile dark fantasy, ma anche qui ho incontrato molte difficoltà a immedesimarmi con i protagonisti, a provare quell’empatia che te li fa amare e ti spinge a proseguire la lettura. Per cui, se il mio voto dovesse limitarsi solo, a questo sicuramente non sarebbe positivo.

Nel recensire questo libro, non posso però non elogiare il worldbuilding ideato dall’autrice. Mi sono ritrovata immersa in questo luogo senza tempo, sotto una pioggia senza fine e mi è sembrato di riuscire a sentire l’odore della muffa e della natura in decomposizione.

Per cui, se ciò che state cercando è un mondo immaginario in cui si respira l’atmosfera tetra e cupa tipica del medioevo, un tempo in cui la pioggia sembra aver divorato tutto, anche la speranza, L’ultimo Dorcha potrebbe essere il libro adatto a voi. Chissà, magari Gareth e Sive riusciranno a conquistare il vostro cuore.

"«Io, Robert Karth, stipulo questo contratto con il Dorcha, affinché porti fuori dalla prigione, sana e salva, questa ragazza. Dovrà prendersi cura di lei fin quando gli sarà permesso e fin tanto che non la riterrà al sicuro. La tratterà con rispetto e farà in modo che né lui, né altri, possano farle del male. In cambio, in anticipo, offro il pagamento di tre notti di riposo nella mia dimora, abiti puliti e le cure necessarie per la giovane.» L’uomo alzò il volto. Era chiaro il fatto che temesse di aver osato troppo e adesso si stava chiedendo se il…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione:”Ritorno sull’sola delle camelie” di Tabea Bach

Titolo:Ritorno sull’isola delle camelie Autore:Tabea bach Editore:Giunti Genere:Romance ...