Home » Recensione libri » Recensione in Anteprima » Recensione in anteprima: Le Ombre tra di noi di Tricia Levenseller

Recensione in anteprima: Le Ombre tra di noi di Tricia Levenseller

 

Titolo: Le ombre tra di noi

Autrice: Tricia Levenseller

Genere: Fantasy

Casa Editrice: Mondadori

Data di pubblicazione: 24 maggio 2022

 

“Non hanno mai trovato il corpo del primo e unico ragazzo che mi ha spezzato il cuore. E mai lo troveranno.”

Alessandra è stanca di essere trascurata e ha escogitato un piano per diventare potente:

  1. Corteggiare il Re delle Ombre.
  2. Sposarlo.
  3. Ucciderlo ed ereditare il regno.

Nessuno conosce il vero potere del Re delle Ombre. Alcuni sostengono che può far eseguire i suoi ordini alle ombre che gli danzano intorno. Altri dicono che le ombre gli parlano, sussurrandogli i pensieri dei suoi nemici. In ogni caso, Alessandra ha un obiettivo ambizioso e farà di tutto per raggiungerlo.

Non è la sola, però, a voler uccidere il Re. Quando qualcuno attenta alla vita del sovrano, Alessandra si ritrova costretta a proteggerlo, almeno fino a che non sarà la sua consorte. E dovrà lottare per non innamorarsene. Dopotutto, quale migliore compagna di una regina astuta e senza scrupoli per un Re delle Ombre?

 

 

Quanto può essere difficile e avvilente essere destinati a vivere nell’ombra? Alessandra Stathos lo sa fin troppo bene.

Secondogenita di un lord in disgrazia è nata e cresciuta in secondo piano rispetto alla sua insipida sorella maggiore in una società tradizionalista e maschilista. Eppure lei non è fatta per rimanere nascosta, eh no… lei è venuta al mondo per brillare ed è pronta ad accecare con la sua presenza ogni rampollo dell’aristocrazia, ogni rivale… perfino il Re.

Se vi aspettate eroine dal cuore puro, damigelle in pericolo pronte a essere tratte in salvo e ingenue fanciulle, vi devo avvertire: Le ombre tra di noi non è niente di tutto questo.

La trama si sviluppa in prima persona e segue le vicende di Alessandra, che dopo aver visto la sorella maggiore fidanzarsi, può finalmente fare il suo ingresso in società ma, già dalle prime pagine, è chiaro che non ci troviamo al cospetto della classica dama.

Come un seducente serpente velenoso, la lady entra alla corte del re pronta a mordere chiunque provi a frapporsi tra lei e il suo obiettivo: diventare regina conquistando il sovrano e ucciderlo per accaparrarsi il suo regno.

 

“Lo farò innamorare di me a tal punto che dimenticherà di aver mai visto un’altra donna. Quando avrò finito con lui, implorerà di avermi.

E mentre lo ucciderò implorerà per aver salva la vita.”

 

 

Ho adorato il personaggio di Alessandra. Forse perché diversa dalle solite eroine, oppure perché oltre a essere un’arrivista senza scrupoli è anche una paladina delle donne.

Non saprei … so solo che ho amato il sarcasmo della sua lingua velenosa e attenta che insieme a una mente scaltra,  vive e usa come arma.

La protagonista infatti, seppur bella e affascinante, vede risiedere il suo vero potere nella propria intelligenza ed è questa che le dona la capacità di tirare i fili delle sue trame senza rimanerne invischiata.

Inoltre, ha una grande passione per la moda, Alessandra infatti disegna e prepara i propri abiti da sola e ho trovato l’autrice fantastica nel descrivere le sue creazioni audaci e anticonformiste.

La vita della protagonista è costellata di segreti e le sue tasche sono piene di assi nella manica; eppure, neanche una stratega come lei può prevedere quello che si troverà a vivere alla corte del Re.

 

Quanto può essere solitaria e arida un’esistenza vissuta nell’ombra?

Il Re delle Ombre, Kallias può rispondere a questa domanda.

Egli è nato ereditando non solo il titolo di erede al trono successivamente alla morte del fratello, ma anche l’oscuro potere delle ombre che viene tramandato da secoli nella sua famiglia.

Dopo aver visto entrambi i suoi genitori venire traditi e uccisi nelle mura del proprio castello, ha capito due cose: che non può fidarsi di nessuno e che le ombre sono l’unica cosa in grado di proteggerlo. Ma come si suol dire, da grandi poteri derivano grandi responsabilità e Kallias è disposto a pagare un prezzo molto alto per mantenersi in salvo.

 

“Dicono che il Re delle Ombre abbia un qualche potere, ma nessuno sa quale.

Alcuni sostengono che può comandare alle ombre di eseguire i suoi ordini, che può usarle per uccidere, per togliere la vita ai nemici soffocandoli.

E c’è persino chi dice che gli parlano, sussurrandogli i pensieri di coloro che lo circondano.”

 

 

Il personaggio di Kallias si è dimostrato diverso da come mi aspettavo: sicuramente un sovrano con la “s” maiuscola quando si tratta di conquistare nuovi regni e farsi rispettare dai propri sudditi e anche misterioso per via della coltre di ombre che lo avvolge incessantemente, ma onestamente ero pronta a conoscere un personaggio più oscuro di quanto in realtà si sia rivelato nel corso della storia.

Insomma, il Re delle Ombre è più romantico e sensibile di quanto il suo aspetto suggerisca.

Nel complesso ho apprezzato molto la lettura di questo libro per via del carattere esplosivo della protagonista e dei continui sotterfugi che mette in atto per tutto il corso della narrazione.

Ho adorato il desiderio dei protagonisti di cambiare leggi ormai antiquate e inique del regno e apprezzato il lato non proprio gentile e altruista che li investe entrambi rendendoli  una delle coppie più pericolose di sempre.

I dialoghi sono molto presenti e ben fatti e le descrizioni le ho trovate accurate senza mai risultare pesanti.

Ammetto che mi è dispiaciuto un po’ che l’aspetto passionale non sia presente nella storia, poiché ero curiosa di scoprire quanto il Re delle Ombre fosse oscuro a letto ma aimè non lo saprò mai.

In conclusione, consiglio questa lettura se avete voglia di un romanzo fantasy con protagonisti diversi dal solito, gli eroi e i Robin Hood non fanno parte del cast ma in compenso troverete gentiluomini, assassini, traditori e dame in pantaloni aderenti  e pugnale nella giarrettiera.

 

 

 

Click to rate this post!
[Total: 1 Average: 5]

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento