Home » Recensione libri » Recensione: “Il duca silenzioso” di Jess Michaels – Serie: Il club del 1797 #4

Recensione: “Il duca silenzioso” di Jess Michaels – Serie: Il club del 1797 #4

 

TITOLO: Il duca silenzioso

SERIE: Il club del 1797 #4

AUTORE: Jess Michaels

GENERE: Romanzo Rosa Storico

EDITORE: The Passionate Pen LLC

DATA DI PUBBLICAZIONE: 12 aprile 2021

 

Nato muto, Ewan Hoffstead, Duca di Donburrow è stato maltrattato dal padre malvagio e dai suoi miserabili fratelli minori fino a quando non è intervenuto uno zio a salvare la situazione. Tuttavia, porta con sé le cicatrici del proprio passato, inclusa la terribile convinzione che forse una “persona come lui” non merita davvero il titolo che suo zio gli ha preservato combattendo duramente per lui.Charlotte, rimasta vedova di recente, agli occhi della società è la virtuosa Contessa di Portsmith, ma quando è con Ewan, si sente ancora la ragazzina estasiata che lo ha incontrato decenni prima, quando suo fratello era il migliore amico di lui e di suo cugino.Un viaggio programmato per trascorrere il Natale con le loro famiglie nella tenuta di Ewan riunisce i vecchi amici. Ma quando una tempesta impedisce agli altri di arrivare in tempo, Charlotte decide di smettere di vivere nella paura e di conquistare l’uomo che ha desiderato e amato per tutta la vita. Ewan non può resistere alla sua seduzione, ma teme di cedere al suo cuore. Soprattutto quando la famiglia che si era sbarazzata di lui ritorna e minaccia non solo la sua vita, ma quella della donna che ama.

Il duca silenzioso è il quarto libro della serie Il club del 1977.

Ewan, il protagonista maschile, è muto sin dalla nascita e la sua incapacità di parlare ha fortemente condizionato la sua vita, soprattutto a causa dei comportamenti violenti e denigratori della sua famiglia, che non ha esitato a etichettarlo come “idiota” e “malato”.

In questa infanzia di dolore, Charlotte, contessa di Portsmith, è stata uno spiraglio di luce, un’amica sincera e priva di pregiudizi su cui poter sempre contare.

Crescendo, la tenera amicizia si è trasformata in qualcosa di ben più profondo, ma Ewan respinge quel sentimento temendo di condannare la donna a una vita di ingiurie e infelicità.

Charlotte sposa un altro uomo, ma ben presto rimane vedova e, superato il periodo di lutto, è decisa a oltrepassare le barriere del duca e a coronare il suo sogno d’amore.

Come è facile intuire dalla trama, l’autrice ha fatto una scelta che si discosta dall’usuale, puntando su personaggi anticonvenzionali.

Ho apprezzato molto la cosa e ho provato piena empatia per il protagonista maschile che è un uomo fragile, con un bagaglio emozionale travagliato e un passato complesso. Charlotte, invece, è il punto fermo della coppia: dolce e riservata, come era buon costume per una signora dell’epoca, ma anche con una volontà ferrea e pronta a lottare per ottenere ciò che vuole. W il girl power!

Ho trovato entrambi i personaggi principali ben strutturati e interessanti, e a rendere coinvolgente il romanzo vi è la prosa accurata.

A mio parere merita una menzione anche l’ottimo lavoro svolto dalla traduttrice, opera che risulta ben visibile specialmente nelle scene erotiche descritte nei particolari, ma senza cadere nel volgare… devo dire che sono state una bella scarica ormonale.

La narrazione tranquilla, senza strappi di trama netti o colpi di scena improvvisi, rende il libro un romanzo distensivo.

È proprio questa la sensazione che per lo più ho avvertito durante la lettura: serenità.

Questo romanzo dolce e romantico mi ha regalato ore di gradevole intrattenimento e tanti sospiri nelle scene più passionali.

Libro super consigliato!

 

 

Click to rate this post!
[Total: 1 Average: 5]

Sara

Kureha

Lascia un Commento