Home » Recensione libri » Recensione: Il bacio del drago di Deborah Cooke- Serie Il destino dei draghi vol. 2

Recensione: Il bacio del drago di Deborah Cooke- Serie Il destino dei draghi vol. 2

 

Titolo: Il bacio del drago

Autore: Debora Cooke

Serie Il destino dei Draghi vol 2

Data di pubblicazione :20 Settembre 2021

  1. Il libro delle bestie di Maeve
  2. Il bacio del drago

Un bacio sarà il suo destino…

Quando il drago mutaforma Kristofer sente accendersi la sua tempesta di fuoco, segue con entusiasmo la scintilla che lo porterà alla sua compagna predestinata. Con sua sorpresa, il fato lo porta da una Valchiria intenzionata a reclamare la sua anima. Anche in quelle circostanze, Kristofer capisce di non aver mai incontrato una femmina affascinante come la feroce guerriera che ha davanti. Confidando nella tempesta di fuoco, deve convincerla a combattere assieme a lui invece che contro.

Barattare la vita di un drago mutaforma con quella di sua sorella è una scelta facile per Bree… finché non incontra Kristofer. L’esperienza le insegna che i draghi sono malvagi, ma in lui vede un coraggioso e nobile guerriero. Trovando la sicurezza di lui irresistibile come le sue carezze, Bree teme di essere indotta ad abbandonare sua sorella. Ma come può ucciderlo, se quel drago la fa ardere di desiderio?

Quando sono costretti a unire le loro forze, Kristofer coglie l’occasione per convincere Bree che insieme sono più forti. Tuttavia, mentre inizia a delinearsi un piano inquietante, un antico drago viene risvegliato dal suo sonno. Con il pericolo che si avvicina, Kristofer riuscirà a convincere Bree a rinunciare alla sua immortalità per il loro amore proibito? Oppure la sfiducia di Bree nei confronti dei draghi si dimostrerà giustificata?

 

 

 

Care Fenici, siamo di fronte a un fantasy in cui draghi, lupi e vampiri… la fanno da padrone.

In questo romanzo c’è Kristofer, un mutaforma, che farà di tutto per seguire Bree, la sua compagna. Chi è Bree? Beh, è una valchiria con un bel caratterino che odia in assoluto tutti i draghi! Eh già qui cominciamo bene, perché il protagonista è proprio uno di loro!

In un intreccio complesso tra la regina dei Fae, con cui Bree ha fatto un patto per liberare la sorella Kara, e la tempesta di fuoco insita nel drago, non mancherà un worldbuilding intricato. Caratteristica del genere ovviamente, ma…

Ho faticato un po’ a farmi coinvolgere dai personaggi principali. Non mi erano ben chiare le dinamiche, probabilmente perché non avevo letto il primo libro della serie e quindi è stato un mezzo incubo arzigogolarmi tra le varie figure. Colpa mia!

In questo volume della saga i temi sono tanti, ma in particolare mi è piaciuto che si parlasse di amicizia, lealtà, famiglia e amore; il tutto è talmente intenso da riuscire a far intenerire anche il cuore dell’ostica Bree.

Lei è una donna bellissima, femminile ed estremamente forte, come valchiria ha il compito di scegliere quali guerrieri portare con sé nel Valhalla per combattere l’ultima grande battaglia finale.

La mitologia nordica e pagana spopola con i diversi riferimenti in questa serie, senza addentrarsi però nello specifico.

Quanto di quello che viene tramandato nelle antiche leggende corrisponde a verità?

La tempesta di fuoco, di cui tanto si parla in questo romanzo, ha come scopo quello di far incontrare due anime predestinate così da poter portare avanti la stirpe dei draghi.

A ciò Kristofer ci crede ciecamente ed è convinto che questa stia per cambiare la sua vita.

Bree non è dello stesso avviso, lei ha sempre odiato i draghi, ma c’è “un non so che” in lui che le smuove qualcosa che era sopito da secoli.

Il drago troverà il modo di abbattere i muri che la valchiria ha eretto attorno al suo cuore, come essere immortale, lei è infatti stufa di soffrire.

Prima dell’amore vi sarà sempre la famiglia… ma sarà poi la scelta giusta, o Bree ha deciso di vedere solo quello che pensa sia la verità? Ve lo lascerò scoprire da soli!

E ancora… Bree ha fatto un patto con la regina dei Fae, una vita per una vita. Riuscirà a uccidere Kristofer e salvare sua sorella Kara?

La regina dei Fae sarà sincera e rispetterà l’accordo preso? Kara è davvero in pericolo?

Siamo sicuri che non sia passata al lato oscuro, Bree ne è convinta… Kristofer no.

La tempesta di fuoco è reale come dice lui o è solo un inganno? Sarà per caso opera della regina dei Fae?

I nostri protagonisti riusciranno a cooperare per sconfiggere… (non ve lo dico!) o periranno nel provarci? Quale sarà la prova d’amore che la nostra valchiria dovrà affrontare?

Tra dubbi, combattimenti e colpi di scena questo libro alla fine mi ha conquistato così come i suoi personaggi principali. La forza e tenacia di Bree e l’amore assoluto di Kristofer non possono lasciare indifferenti.

L’amore vincerà?

Fantasy che, come scritto sopra, consiglio di leggere dopo aver letto il primo volume, ci sono parecchie digressioni che altrimenti lasciano il lettore un po’ frastornato, la scrittura è fluida, e soprattutto verso la fine molto avvincente.

Non dico altro altrimenti vi passa la voglia di leggerlo!

Aspettando con ansia il terzo volume della serie Il Cuore del Drago vi saluto e spero che questa mia prima recensione possa esservi piaciuta.

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento