Home / Recensione libri / Recensione: “Hyperversum Unknown” di Cecilia Randall

Recensione: “Hyperversum Unknown” di Cecilia Randall

Il capitolo conclusivo della saga ambientata all’interno di un videogioco. Alexandra Freeland ha deciso di abbandonare il XXI secolo e rimanere nel Medioevo per sposare Marc, il primo cavaliere di Luigi IX. Quando i futuri sposi lasciano la corte per preparare le nozze a Châtel-Argent, il re affida loro una missione: scortare la contessa inglese Anne Sembry, confidente della moglie dell’imperatore Federico II, e sua figlia Edwina verso il confine tra Francia e impero, e carpirne eventuali segreti diplomatici. Alex è divertita dall’idea di fare per un po’ “l’agente segreto”, ma durante il viaggio il gruppo è decimato a tradimento e poi braccato da nemici sconosciuti, Edwina viene rapita e Marc gravemente ferito. Per salvarlo, Alex dev’essere disposta a tutto: anche a impugnare le armi di un cavaliere e mettere a rischio segreti gelosamente custoditi da vent’anni.

Fonte della Trama: Amazon

Il ritorno di Cecilia Randall e della sua meravigliosa saga di Hyperversum è un sogno che si avvera dato che abbiamo aspettato un bel po’ prima di sapere che fine avesse fatto Alexandra dal momento in cui aveva deciso di rimanere nel Medioevo; ed è difficilissimo per me raccontare questa storia anche a chi non la conosce senza rischiare di spoilerare qualcosa. La saga è composta da una trilogia iniziale e da una duologia seguente che va a completare la storia (qui troverete maggiori informazioni e approfondimenti https://www.romanticamentefantasy.it/uno-sguardo-indietro-la-saga-di-hyperversum-di-cecilia-randall/ ).

La vicenda inizia con un gruppo di giovani appassionati di videogiochi che si trovano imprigionati nel videogioco d’azione del quale sono espertissimi: Hyperversum, finendo dritti dritti nella Francia medievale. Dopo innumerevoli avventure, mentre due di loro riusciranno a rientrare nel mondo reale, uno di essi deciderà di restare nel passato perché innamorato di una bella dama e costruirsi un’esistenza diversa.

Nella duologia seguente assistiamo alla nascita della storia d’amore tra il figlio di quest’ultimo e la figlia della coppia rientrata nel mondo d’oggi; nel libro Next, infatti, Alexandra – detta Alex – riuscirà a entrare nel videogioco dal pc del padre e si troverà intrappolata nel bel mezzo di un omicidio.

La scomoda testimone è salvata proprio da Marc, il bel giovane figlio di Ian amico di Daniel, padre di Alex, venuto dal futuro. La storia d’amore inevitabile vedrà i due tra giostre medievali, battaglie in campo aperto e vita da castellani.

E dopo questo importantissimo preambolo, passiamo a parlare del nuovo romanzo fresco fresco di stampa in cui Alex è ormai in tutto e per tutto una dama medievale e si sta apprestando a sposare Marc che ama alla follia e per il quale ha abbandonato il xxi secolo e la sua famiglia con innumerevoli sotterfugi e bugie; purtroppo non è possibile scambiarsi notizie tra il medioevo e il mondo moderno. Proprio questo muro invalicabile – che consente ai giocatori di passare da un’epoca all’altra solo riaprendo il pannello virtuale del gioco – costituirà il nucleo centrale della vicenda; perché, quando Marc verrà orribilmente ferito in un agguato nel viaggio di ritorno a casa, Alex non esiterà a trasportarlo indietro nel xxi secolo pur di salvarlo e, sebbene incosciente, egli conserverà ricordi evanescenti di un luogo di vetro e metallo nel quale si è trovato: il letto d’ospedale.

Questo, unito al mistero del come e perché siano stati aggrediti e di chi ha rapito la giovane figlia della contessa – al cui seguito viaggiavano –, terrà in tensione il suo rapporto con Alex a un passo dall’altare; la vicenda sarà così grave da richiamare Daniel, il padre di Alex dal futuro per vestire nuovamente i panni del cavaliere migliore amico di Ian detto il Falco d’argento.

Grande amore tra i due giovani protagonisti trattato con delicatezza in modo da rendere possibile la lettura anche a lettori giovanissimi e appassionati di videogiochi tipo Assassin’s Creed o Skyrim, Hyperversum. Questo romanzo è ancora una volta un magnifico mix fantasy, storico e distopico con una bella manciata dell’eroismo tipico della saga di Re Artù e i cavalieri della tavola rotonda, richiamando sentimenti come l’onore, l’amicizia e il rispetto per l’avversario (che è andato perso nella narrativa contemporanea).

Non potrà sfuggire agli affezionati della saga.

Volete conoscere tutto ma proprio tutto sulla serie originale? Fate un salto qui…….e ne saprete di più.

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...
x

Check Also

Recensione: La Sfida (Harris Brothers #1) di Amy Daws

TITOLO: La sfida AUTORE: Amy Daws SERIE: Harris ...