Home » Recensione libri » Recensione: Diavolo in kilt di Suzanne Enoch serie Scandalous Highlanders #1

Recensione: Diavolo in kilt di Suzanne Enoch serie Scandalous Highlanders #1

Titolo: Diavolo in Kilt

Autore : Suzanne Enoch

Serie : Scandalous Highlanders

Genere: romance storico

Ambientazione: Scozia 1800 (periodo regency)

Collana : I romanzi classic – Mondadori

Data di uscita: Gennaio 2020

Formato: Ebook e cartaceo

Un diavolo in kilt

The Rogue with a Brogue

Mad, Bad, and Dangerous in Plaid

Some Like It Scot

Christmas Brides

Ranulf MacLawry, rude capoclan scozzese, insegue la sorella diciottenne Rowena, scappata a Londra per debuttare in società, intenzionato a riportarla subito in Scozia. La ragazza ha trovato rifugio presso una famiglia aristocratica di conoscenti e riesce a convincere il fratello a restare due settimane in città. Un assalto inaspettato attende Ranulf appena varcata la soglia di quella casa: è il fascino di Charlotte, la fiera e determinata figlia degli ospiti che, inorridita da ogni forma di violenza, cerca di convincerlo che le parole possono sedare anche le più sanguinose faide tra i clan. Nasce tra i due un’attrazione fisica immediata…

Attenzione amanti del fascino scozzese! In questo romanzo il protagonista è un vero highlander con tutto il fascino e la virilità che li contraddistingue, un rude e affascinante capoclan scozzese.
Ligio alle tradizioni della sua terra, nonostante il luogo in cui si svolge la vicenda sia l’Inghilterra, indossa sempre il famoso kilt e soprattutto in presenza dei “Sasannaich” (inglesi).
Ciò che porta Ranulf MacLawry a recarsi a Londra, contro la sua volontà e in un posto (a suo dire) pieno di rammolliti e leccapiedi, è la sua unica e preziosa sorella Rowena. Appena diciottenne e piena di vita, la ragazza decide di scappare dalle Highlands per partecipare alla stagione Londinese facendosi ospitare da una cara amica della defunta madre con cui è rimasta in contatto negli anni. Ad Hannover House trova un’alleata di tutto rispetto e con carattere da vendere. L’affascinante Charlotte Hannover, (la figlia venticinquenne dell’amica della mamma di Rowena) è una ragazza non più in erba per gli standard dell’epoca e che porta con sé un bagaglio emozionale compromesso dal dolore per la perdita del fidanzato storico. L’incontro scontro tra Ranulf e Charlotte è fantastico, con alti e bassi, battibecchi, lavate di testa e chi più ne ha più ne metta.
Charlotte è una bellezza tipicamente inglese, bionda e minuta con un’eleganza innata e un temperamento e una maturità ineccepibili. Ranulf è il tipico uomo di Neanderthal, enorme e pieno di muscoli, diplomazia zero e il pugno facile ma con un cuore enorme e grande lealtà verso la sua gente.
Questa coppia così improbabile mi ha regalato tante emozioni: dal divertimento per come riesce una figuretta come Charlotte a redarguire un omone come Ranulf, alla passione e al sentimento profondo che trasmettono quando sono insieme.
Ciò che circonda i protagonisti è altresì affascinante e ci regala il coinvolgimento di altri personaggi come la viziata e amata sorella di Ranulf, desiderosa di fare nuove esperienze e le interferenze dei vari componenti delle due famiglie: i fratelli MacLawry, numerosi e uniti, figli di madre inglese e padre scozzese, che sono rimasti orfani e sotto la guida di Ranulf.
La ritrosia dei MacLawry per il popolo inglese (nonostante le origini materne) è dettata dal fatto che la loro madre era stata infelice e non si era mai adattata alla vita in Scozia.
Tra faide scozzesi, gran balli e sfarzi tipici della famosa stagione londinese, riuscirà questo amore a consolidarsi?
Un classico romanzo per bene ma accattivante al punto giusto, che ti fa immergere appieno nel periodo storico (settant’anni dopo la battaglia di Culloden).
La scrittura è di facile comprensione ma forse ci si perde un po’ perché eccessivamente lungo.
“Se avessimo saputo che i Sasannaich vanno in confusione per uno scozzese senza mutande, avremmo attraversato York nudi, ed evitato tanti spargimenti di sangue.”
Ve lo consiglio sicuramente, buona lettura.

ladykira

ladykira
Babyladykira Admin founder RFS

Lascia un Commento