Home » Recensione libri » Recensione: Clutch -Serie: Forbidden desires #1- di Piper Scott e Virginia Kelly – Forbidden desires #1-

Recensione: Clutch -Serie: Forbidden desires #1- di Piper Scott e Virginia Kelly – Forbidden desires #1-

 

Titolo: Clutch

 Autore: Piper Scott e Virginia Kelly

Editore: Quixote Editore

Genere:  QLGBT Fantasy

Serie: Forbidden desires #1

Data di pubblicazione: 30 Maggio 2022

 

Studioso, sarcastico e fieramente indipendente, Nate Boudreaux conduce una vita solitaria. Fra le lezioni che tiene all’università e il suo lavoro per la specializzazione, non ha bisogno di un partner che occupi il suo tempo, e di sicuro non ha bisogno di un uomo come Alistair Drake a complicargli il futuro.
Ad Alistair Drake, pecora nera della ricchissima famiglia Drake, interessa di più aggiungere un’altra tacca sulla testiera del letto che un altro zero al suo conto in banca. Quando un messaggio di Grindr lo porta sulla soglia di casa di Nate, e da lì dritto nel suo letto, non ha alcuna ragione di credere che quello che condividono sarà qualcosa di più di una semplice rimorchiata, fino a che, tre mesi più tardi, uno strattone alla sua anima non lo informa che le cose stanno diversamente.
Perché la famiglia Drake ha un segreto, uno che costringerà Nate e Alistair a stare assieme, tanto quanto pretenderà che si separino. Un segreto che Alistair e i suoi fratelli portano con sé da tutta la vita… e un segreto che riguarderà anche i futuri bambini di Alistair e Nate.
Legati l’uno all’altro da tre preziose impossibilità, Nate e Alistair non hanno scelta: qualsiasi siano le conseguenze, loro lotteranno per la loro covata proibita.

 

Care Fenici, oh miei dei, cosa ho letto?? Dalla trama sembrava il classico omegaverse m-preg, preso così, per una lettura leggera. Non avevo grandi aspettative e invece sono rimasta agghiacciata, perché se avessi conosciuto il reale contenuto della storia non mi ci sarei mai approcciata e avrei fatto un errore madornale! 

Non vi sto neanche a raccontare le regole del mondo omegaverse, ormai dovreste saperle tutte, fatto sta che gli omega sia maschi che femmine possono rimanere incinti e la società, come sempre, li considera minori sia dei beta che degli alfa. Ci siamo? L’incontro tra i due protagonisti avviene attraverso una app di incontri sessuali, una bella bottarella e via, almeno questo è quello che desidera ardentemente Nate Boudreaux, omega in calore. Vuole farsi riempire da un bell’alfa, il misterioso Alistair Drake, il cui fascino si limita al cognome e allo sperma, a quanto pare troppo abbondante.

È caldissimo. Ed è pieno, troppo pieno. Ci hai pisciato dentro vero?” 

A parte che mi sono scompisciata dalle risate, pare che il preservativo sia progettato per un normale pene umano non per il pene di un… drago, l’ho detto vero?? A quanto pare i draghi producono sperma infuocato in grado di distruggere il lattice e rendere inutili i contraccettivi orali. Sicché qualche settimana dopo succede l’incredibile, per non dire altro. Nate, con l’aiuto del suo coinquilino Harry (non dimenticate questo nome), partorisce qualcosa.

Iggy hai appena deposto un uovo?”

E non solo uno ma tre uova. E da qui parte una narrazione a tratti veloce, densa di azione, pregna di sentimenti omicidi e comicità senza fine. Mi sono divertita da matti a leggerlo. 

Il momento magico e assurdo del parto viene interrotto dall’alfa drago che irrompe nell’appartamento per portarsi via Nate e le uova, catapultandoci all’interno della bigotta, assurda, invadente e pericolosa famiglia Drake. Alistair è il drago pecora nera della famiglia, che vive in un attico da qualche milione di dollari attorniato da libri antichi e opere d’arte. Il mio sogno insomma, e anche quello di Nate considerando che è un dottorando in storia, ma per la famiglia Drake è solo fanghiglia perché i draghi devono custodire tesori (state pensando al mio tessssoro vero?) in grado di finanziare mezzo pianeta. Cosa succederà alle neo coppia? Riusciranno a costruire un vero rapporto d’amore in una società chiusa e misteriosa? Riuscirà Alistair a costruire un patrimonio prima che il Consiglio decida di portargli via i piccoli?  

Per me la parte finanziaria è assurda, ma dopo le uova cosa potevo aspettarmi di peggio? Fa solo ridere e in senso buono. Sono state brave le autrici nel riuscire a mantenere un certo grado di comicità, un ritmo narrativo incalzante che non stanca. Il linguaggio è un po’ volgare, ma ci sta, e le scene erotiche sono più che buone. Tanto sperma caldo per tutte! Ok, la smetto. Per il resto posso dirvi che i due protagonisti non mi hanno entusiasmata, soprattutto Alistair, a cui avrei appeso la pelle al muro insieme alla sua autostima inesistente, Nate, d’altro canto, è in gamba, sboccato (anche troppo) ma non mi è rimasto nel cuore. Per fortuna non ci sono solo loro due, vi sono, difatti, tanti personaggi che appaiono con più frequenza di altri, come Harry e la sua iguana Steve. Mi sono innamorata di questo personaggio e anche del drago che lo rapisce. Il prossimo libro parlerà di loro e non vedo l’ora di leggerlo!

Detto ciò, ho solo pensieri positivi su questo primo capitolo della serie e, se siete amanti del genere, non lasciatevelo scappare! 

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Vale

Lascia un Commento