Home / Recensione libri / Recensione: “Will Grant, Center Field” di Jean Joachim (serie Bottom of the Ninth #7)

Recensione: “Will Grant, Center Field” di Jean Joachim (serie Bottom of the Ninth #7)

Salve Fenici, abbiamo la recensione di Lucia, per il libro “Will Grant, Center Field” di Jean Joachim

Dopo alcuni anni trascorsi a giocare nella minor league, Will Grant viene convocato nella major league, come nuovo esterno centro dei N.Y. Nighthawks. Will si è impegnato molto per realizzare il suo sogno.
Will si allontana dalla sua ragazza occasionale, perché non ha intenzione di impegnarsi. Il suo nuovo inizio a New York si basa solo sul baseball e sui nuovi compagni di squadra. Tuttavia, quando la bellissima Jackie Rice si presenta con Mickey, il suo bambino di sei anni, al campo di baseball dei Nighthawks, cambia tutto.

Presto, sarebbero andati in Florida. Durante il giorno, Mickey avrebbe giocato a baseball allo stadio. Jackie avrebbe potuto lavorare al suo laptop in albergo. Avrebbe avuto le serate libere per visitare i dintorni e andare in spiaggia. La più grande ricompensa per Jackie era quella di allontanarsi dal brutto tempo invernale. Suo figlio era bravo a giocare a baseball. L’estate precedente, a soli sei anni, si era già dimostrato molto portato per quello sport. Era stato allora che lei aveva iniziato a mettere da parte i soldi per il viaggio. Mentre i Nighthawks pagavano il volo e il soggiorno in albergo insieme ai loro genitori per i bambini delle scuole pubbliche, non lo facevano per i bambini delle scuole private. Dato che sarebbe cresciuto senza un padre, Jackie voleva offrirgli tutti i vantaggi, inclusa la scuola privata, anche se ciò significava qualche sacrificio da parte sua. Tornò a casa, prese uno yogurt dal frigo e si versò dell’altro caffè. Pensò a cosa mettere in valigia. Con un budget per l’abbigliamento pari a zero, lei aveva solo pochi bei vestiti. Questo rendeva più semplice fare le valigie: prendisole, costume da bagno, due paia di pantaloncini, un paio di magliette e i suoi jeans. Punto.

Will Grant sta raccogliendo i meriti dei suoi sacrifici e della dedizione allo sport che ama tanto, è stato infatti convocato nella Major League per la prima volta, ed è entrato nella nostra squadra preferita i N.Y. Nighthwks. Nonostante sia appena arrivato gli viene proposto di prendere il posto Moose, e di lavorare per qualche settimana al campo che i giocatori tengono ogni anno per i bambini, lo stesso campo dove il lettore in un capitolo precedente ha visto innamorarsi Dusty e Matt il capitano della squadra. Per Will è l’occasione di entrare in sintonia con i suoi nuovi compagni, ma tutto acquista un nuovo significato quando conosce Michey un simpatico ed esuberante bambino e la sua bellissima madre Jackie. Nonostante Will si imponga di non fare preferenze fra i bambini che segue, non può fare a meno di avere una simpatia particolare per Michey che dimostra un grande talento e lo ammira come se lui fosse un supereroe. Ed è proprio grazie a questo suo attaccamento che Will ha la possibilità di cominciare a frequentare la madre Jackie, che lui trova incredibilmente affascinante. I due cominciano a frequentarsi, nonostante i problemi che comporta una relazione portata avanti sotto gli occhi di un bambino incredibilmente perspicace e che desidera un padre più di ogni cosa; tutto sembra procedere per il meglio, fino al momento in cui si renderanno conto che le loro vite in qualche modo si erano già intrecciate in precedenza e qualcosa di assolutamente imprevisto li mette per qualche tempo l’uno contro l’altro.

È il personaggio femminile di Jackie quello che più emerge in questo nuovo capitolo, sposata con un militare è rimasta vedova durante una delle sue missioni in modo incredibilmente crudele, perdendo anche il bambino che aspettava. Dopo un periodo di atroce sofferenza in cui la sua vita è senza scopo, ha deciso di volere quel bambino che il destino le ha negato, e nonostante l’ostracismo di quasi tutta la sua famiglia che per qualche tempo le ha voltato le spalle, è ricorsa ad un metodo non tradizionale. Ad aiutarla nel percorso scelto, solo la sorella che non l’ha mai abbandonata, insieme hanno fondato un’impresa di successo che lavora online, permettendole di allevare Michey e lavorare da casa. Suo figlio viene prima di qualunque cosa e non ha mai cercato un altro uomo convinta di non poter ritrovare il grande amore che la univa al marito con nessun altro.

In un primo tempo l’entusiasmo che suo figlio prova per Will la impensierisce, ma quando lo conosce meglio non può fare a meno di cedere al desiderio che sente per quell’uomo affascinante, nonostante sia convinta che la loro storia non potrà funzionare. Lei ha sei anni più di lui, e in più ha un figlio, mentre lui sta diventando famoso ed è all’inizio della propria carriera da professionista. Eppure man mano che la loro relazione procede non può fare a meno di sperare che Will sia davvero quello giusto, anche perché Michey desidera tantissimo che il giocatore diventi suo padre.

Will non desiderava un rapporto serio così presto, ha appena lasciato la sua ex dopo essersi accorto di quanto il suo nuovo stipendio la attirasse più di lui, e dalla sua mente era molto lontana l’idea di farsi una famiglia, ma Jackie gli piace e quando è con lei sente di poter fare ogni cosa, la sua maturità e la sua forza lo spingono a dare il meglio di sé, e l’intesa sessuale è fantastica. Si sta appena abituando all’idea di rendere più stretto il loro legame quando per caso scopre l’incredibile scherzo che ha giocato loro il destino, e si convince che Jackie avendoglielo nascosto lo abbia in qualche modo tradito. E in un istante, accuse e avvocati li separano, rendendo tutti incredibilmente infelici.

Ancora una volta l’autrice ci dipinge il ritratto di un uomo che non si lascia contagiare dal successo, che ha dei valori fortissimi che lo spingono a prendere decisioni spinte dal cuore che si riveleranno cariche di dolore, ma pronto ad assumersi responsabilità che non sapeva di avere. Nonostante la differenza di età il rapporto di questa coppia è estremamente paritario, sono due personaggi forti, capaci di badare a se stessi, mentre Michey è un bambino delizioso che desidera disperatamente un papà come gli altri bambini. Insieme dovranno trovare il modo di venirsi incontro e salvare quei sentimenti che entrambi sentono, diventando una vera famiglia. In questo capitolo mogli e fidanzate dei giocatori appaiono poco, ma i compagni di squadra sono tutti lì, a dispensare consigli, prese in giro, ma pronti anche a partire con Will per aiutarlo ed essergli di conforto. In ogni loro gesto c’è la voglia di aiutare, l’amicizia che lega questi uomini dentro e fuori dal campo è qualcosa di quasi tangibile. Come in ogni libro di questa talentuosa scrittrice, vi troverete ad assistere a molte partite, fra vittorie e sconfitte i New York Nighthawks si stanno impegnando per arrivare a giocare la World Series, e per scoprire se saranno loro la squadra campione.

L’autrice ci dà appuntamento in “Extra Innings” il prossimo capitolo della serie, in cui ritroveremo tutti i nostri ragazzi. È la stessa Joachim che ci preannuncia un titolo estremamente corale che vedrà tutte le coppie che abbiamo imparato ad amare alle prese con piccoli e grandi problemi creati dalle rispettive famiglie che tenteranno di minare la loro felicità.

Una serie molto carina, che mi ha regalato ore serene in compagnia di protagonisti che via via sono diventati sempre più famigliari e che ormai ritrovo con il piacere che riservo ad un amico di lunga data che non vedo l’ora di rivedere.

 

Snow White

Avatar
x

Check Also

Review Party: “Pazzo d’amore – Serie Gansett Island #1” di Marie Force

Buongiorno Fenici, oggi con la recensione di Lucia partecipiamo al Review Party ...