Home / Recensione libri / Recensione: “Sesso, amore e musica country – serie: Shooting Stars #1” di Terri Osburn

Recensione: “Sesso, amore e musica country – serie: Shooting Stars #1” di Terri Osburn

L’amore può resistere alle luci del palcoscenico?

Charley Layton, DJ nella più famosa radio di Nashville, ha realizzato il suo sogno di bambina e ora vive e lavora nel cuore pulsante della musica country. Per lei la carriera conta più dei rapporti personali, ma quando un affascinante sconosciuto con il cappello da cowboy la invita a casa sua, decide di concedersi una notte di passione senza pensieri.

Dylan Monroe non è il tipo di uomo che evita i legami. Charley è bella, intelligente e tosta da morire, la donna che ha sempre desiderato. Perciò, quando la casa discografica gli fissa un’intervista nella sua emittente, è deciso a scoprire perché dopo la loro notte insieme si sia risvegliato da solo.

Riuscirà a convincerla che vale la pena inseguire i sogni di entrambi e che l’amore è possibile anche sotto i riflettori della fama?

Con Sesso, amore e musica country, Terri Osburn inaugura la nuova serie Shooting Stars ambientata nel mondo glamour della musica di Nashville.

Fonte della trama: Amazon

“Nella sua mente, prese vita una melodia e poi le parole si incastrarono alla perfezione.

Fino in capo al mondo,

ai quattro angoli della terra,

andrei all’inferno ad affrontare il fuoco,

per un’unica ragazza.

È una bellezza da contemplare,

un angelo che non merito.

È una tentazione in pizzo nero,

con le curve al posto giusto.”

Benvenuti nella città di Nashville, dove si respira letteralmente musica, e nello specifico musica country! Entrambi i protagonisti infatti, sono immersi in questo mondo di chitarre, cappelli e stivali da cowboy: Charley, più riservata e introversa (e con una bella fifa da palcoscenico!), vive la musica attraverso le sue cuffie e un microfono in studio; Dylan, più spigliato e amante della folla, preferisce assaporarla sotto le luci di un palcoscenico! Questo è il primo libro dell’autrice che ho avuto modo di leggere, e conquista pienamente la sufficienza, nonostante solo l’incipit si mostri piccante e provocatorio come preannunciava la trama, che in fin dei conti si assesta su cliché più classici ma ben gestiti. Infatti, anche il primo incontro tra i nostri protagonisti, non è la classica “botta e via” tra ubriachi come può sembrare, ma un vero incontro con tanto di salvataggio, cenetta, confidenze, risate; una scena molto dolce con la chitarra… e una fiammata di passione! Questa sensazione immediata di intimità spaventa a morte la nostra lei, che la mattina dopo sceglie una silenziosa e vigliacca fuga… per poi ritrovarsi in studio come ospite proprio l’uomo da cui è scappata! Tra imbarazzo e confusione, i due hanno un acceso chiarimento che segna l’inizio della loro travagliata storia d’amore, osteggiata in primis dal manager di Dylan, che impone di mantenere il segreto sulla loro relazione al grande pubblico, cosa non facile con i mille impegni di una star in ascesa, un tour alle porte e l’interferenza di amici e colleghi! Su Dylan non c’è molto da dire, è il classico artista con tanta voglia di sfondare e raggiungere i suoi sogni, che cerca di bilanciare le sue insicurezze con la sua musica, senza deludere le persone che lo sostengono. Per lui, con Charley è un colpo di fulmine e fa sul serio fin da subito, nonostante i problemi derivati dalla lontananza e dalla fama, che portano a inevitabili gossip maligni, e nonostante la resistenza della nostra lei. Charley infatti ha un solo obiettivo: conquistare il successo nella sua professione di DJ, il tutto senza farsi distrarre da storie d’amore che, nella sua esperienza familiare, portano solo le persone a rinunciare ai loro sogni a favore di quelli del compagno. Inutile dire che il fascino e la dolcezza di Dylan la fanno capitolare, spesso e volentieri, dando forse l’impressione che sia un personaggio un poco debole e incoerente, ma si sa che l’amore trascina anche contro la nostra volontà! Coppia protagonista a parte, non si può fare a meno di notare la quantità abbondante di personaggi secondari, legati ai due: innanzitutto ci sono le migliori amiche di lei, Matty e Ruby, l’amico di infanzia Elvis, il nonno, il capo e i colleghi; da parte di lui la band, la ragazza dell’amico Pamela, il manager Mitch, il proprietario dell’etichetta discografica Clayton con l’ex amico Tony e la moglie di quest’ultimo. Per fortuna di tutti questi personaggi solo Clayton ha un POV tutto suo, in cui ci narra le sue disgrazie, anche se a dire la verità non si capisce il perché, visto che il suo narrare è ben poco amalgamato col resto della storia e non trova un vero e proprio sviluppo, con tanto di finale soddisfacente (mi riferisco in particolare all’amicizia spezzata con Tony). Questo, secondo me, è proprio il limite della storia: aldilà del mero ruolo di supporto e/o opposizione che questi personaggi svolgono in modo egregio, manca un vero approfondimento, sono tutti abbastanza piatti e i rapporti tra loro e con i due protagonisti sono solo abbozzati, forse a volte un poco ambigui (vedi l’amicizia tra Elvis e Charley). Inoltre anche quando avvengono importanti stravolgimenti (come il litigio tra Dylan e i membri della band) la situazione non viene chiarita, ma semplicemente la narrazione avanza senza tenerne conto (infatti nella scena seguente tutti sembrano andare d’amore e d’accordo come se nulla fosse accaduto!). Per questo il mio voto non raggiunge in verità le 4 stelline piene, ma arrotondo per fiducia e per lo stile fluido dell’autrice, che mi è piaciuto molto… spero solo che alcune faccende rimaste in sospeso si concludano nel secondo volume della serie, dedicato alla misteriosa Naomi e al cantante Chance!

 

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...
x

Check Also

Recensione: “La Ragazza di Cracovia” di Pam Jenoff

In una Cracovia sconvolta dall’occupazione nazista, Emma e ...