Da non perdere
Home / Made in Italy autori italiani famosi ed emergenti / Recensione: “Irresistibile Impertinente” di Doranna Conti

Recensione: “Irresistibile Impertinente” di Doranna Conti

 

Trama arancio

 

Cosa fareste se la vostra perfetta vita da single venisse stravolta da un incontro inaspettato, capace di farvi girare la testa? È quello che succede a Kathryn, scrittrice di talento da poco assunta presso una delle più famose riviste londinesi. L’incontro con il misterioso Alexander le farà vivere momenti di passione travolgente, purtroppo seguiti dalla irrefrenabile voglia di prenderlo a schiaffi per la sua arroganza e impertinenza.
Può qualcosa iniziato solo per gioco trasformarsi in un sentimento vero?
A volte l’amore, che sembra impossibile da raggiungere, è più vicino di quanto non si pensi. 

Recensione arancio

 

Ogni tanto ho proprio bisogno di una storia così: pulita, semplice e scorrevole. Non accade nulla di eclatante, sconvolgente o scoppiettante ma nella sua genuinità ti consente di passare qualche ora in totale relax.

La trama è ben descritta nella sinossi: Kathryn, ogni mattina incontra Alexander nel suo bar preferito, i due si notano subito senza alcuno scambio di parola, ma il bell’imbusto è troppo impostato per essere degno di un approccio. In un giorno di pioggia, però, lui le offre riparo sotto il suo ombrello e quell’incontro cambierà entrambe le loro vite.

Sono reciprocamente attratti l’uno dall’altro e la passione scoppia in modalità “fuochi d’artificio”, c’è però un problemino: le loro visioni della vita sono totalmente incompatibili.

Kathryn è una scrittrice di successo e il libro che ha scritto, dopo una delusione d’amore, si intitola “Vita da single”. Capirete dunque che la sua stima nei confronti dell’altro sesso non sia, esattamente, ai massimi livelli. Per lei, infatti, le storie d’amore finiscono tutte in un unico modo:

“E poi succede che ti risvegli dal sogno dopo qualche settimana accanto a un’enorme pila di fazzoletti, a rimpiangere il tuo grande amore perduto. Perché è così che tutte le storie d’amore finiscono. In lacrime sul divano attaccati a una bottiglia ghiacciata di vodka o al massimo, per chi non beve, aggrappati a una maxi vaschetta di gelato bigusto panna e cacao e il cucchiaio più grande che hai a disposizione affondato dentro.”

Alexander, dal canto suo, non ha la minima intenzione di impegnarsi seriamente, ha una figlia di cui prendersi cura e vede il rapporto con le donne solo come un piacere, una soddisfazione di genere fisico.

Hanno anche caratteri diametralmente opposti, Kathryn è solare e gentile, mentre Alexander è arrogante, irascibile e soprattutto… la parolaccia che inizia con la S (non intendo stupido).

Il desiderio c’è, la mancanza l’uno dell’altra si sente, ma visioni così contrastanti sono davvero difficili da conciliare. L’amore però non bussa alla porta del cuore, la sfonda, entra e non vuole sentire ragioni. Così Kathryn, in barba a quanto scritto nel suo romanzo, troverà la forza e il coraggio per seguire i propri sentimenti e zittire la mente.

Ora, giustamente, potrete obiettare che non è una donna forte e ferma nelle sue posizioni e che si lascia abbindolare dal primo uomo che mostra un po’ d’interesse nei suoi confronti. Potreste avere ragione ma voglio farvi conoscere la mia interpretazione della storia, e mi avvalgo di un esempio per farlo.

Io credo che l’amore sia un po’ come i gratta e vinci, se non se ne compra uno non ci si può lamentare di non vincere del denaro. Con un euro se ne potrebbero vincere cinquanta, e magari si potrebbero investire in un biglietto aereo. Ovvio, con una cifra simile non si viaggia certo in business, ma una volta arrivati a destinazione, quel viaggio potrebbe rilevarsi la scelta migliore della vita. E se non lo fosse? Si farebbe semplicemente tesoro di quell’esperienza e si andrebbe avanti ugualmente.

Kathryn fa esattamente la stessa cosa: tenta la sorte, la sfida e, come tutti i romance che si rispettino, ne esce vincente. Parliamo della scena finale? No, assolutamente no, perché sarebbe spoiler, vi dico però che i miei occhi erano a forma di cuoricino.

Lo consiglio? Sì per gli appassionati del Romance e sì anche per tutti coloro che hanno bisogno di purificarsi lo spirito dopo romanzi di tutt’altro genere.

Fiamme-Sensualità-Lieve NUOVA

 

Violenza-Nulla

Recensione a cura di :

Mytra

Editing a cura di :

Gioggi

Lascia un commento

Clicca G+ - aiuta a far crescere il sito

baby.ladykira

Oltre ad essere l' Admin founder del Sito di Romanticamente Fantasy, sono una libraia ed adoro tutti i libri in genere, dai cartacei ai digitali. Oltre alla passione dei libri, sono una telefilm e film dipendente ^_^

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

x

Check Also

Recensione: “Sly Bullhorn Brodsky, Offensive Line” di Jean Joachim (serie First & Ten #5)

Care Fenici, preparatevi a uno sport romance, oggi Lucia ci parla di “Sly ...

error: Contenuti di proprietà di RFS