Home / Recensione libri / Recensione: ARIES di Marilena Barbagallo Serie: Black Dinasty #3

Recensione: ARIES di Marilena Barbagallo Serie: Black Dinasty #3

Titolo: ARIES Serie: Black Dinasty #3 Autore: Marilena Barbagallo Editore: Self Publishing Genere: Contemporary Romance Data d'uscita: 8 MAGGIO 2020 La serie è composta da : 1. Taurus 2. Venus 3. Aries 4. Inedito   Se nasci in una famiglia come la mia, prima o poi, arriva il giorno in cui sarai chiamato a dare il tuo contributo. Poco importerà se risulterà un compito scomodo, ciò che conta è preservare l’impero della dinastia e mantenere il suo prestigio. Quando mio fratello Taurus mi ha affidato una nuova missione, non mi sono tirato indietro. Sedurre una bella e ricca ereditiera non…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Titolo: ARIES

Serie: Black Dinasty #3
Autore: Marilena Barbagallo
Editore: Self Publishing
Genere: Contemporary Romance

Data d’uscita: 8 MAGGIO 2020

La serie è composta da :

1. Taurus
2. Venus
3. Aries
4. Inedito

 

Se nasci in una famiglia come la mia, prima o poi, arriva il giorno in cui sarai chiamato a dare il tuo contributo. Poco importerà se risulterà un compito scomodo, ciò che conta è preservare l’impero della dinastia e mantenere il suo prestigio. Quando mio fratello Taurus mi ha affidato una nuova missione, non mi sono tirato indietro. Sedurre una bella e ricca ereditiera non mi è parso un sacrificio troppo grande. In quel momento, nella mia vita, tutto filava liscio, fino a quando la mia ex ha lasciato la prigione. Con l’Innominabile si sono riaperte tutte le mie ferite e mi sono fatto divorare dalla rabbia. Sono Aries Leclerc, il secondogenito della linea dei Dodici, non posso dire che non mi manchi niente perché, in realtà, mi è sempre mancata lei. Ma ora che è tornata, avrei preferito sentire la sua assenza in eterno, perché eterno è stato il dolore che mi ha inflitto. L’ho odiata per nove anni e non intendo smettere di farlo adesso. Toglietemela dalla vista, portatela via! Solo così, finalmente, smetterò di amarla. E sarò libero.
La famiglia Leclerc sta per essere stravolta dal ritorno di Crystal Colin, il grande amore di Aries.
A volte, le prigioni più opprimenti si annidano nel cuore. Riusciranno Aries e Crystal a distruggere le sbarre che li separano?

Recensione senza spoiler

Bentornate al castello Leclerc Fenici!

Non vedevo l’ora di leggere questo terzo volume della serie Black Dynasty che vede come protagonista il secondogenito della famiglia più potente di Francia: Aries Leclerc.
Un personaggio che in Tourus e Venus (i primi due capitoli della serie) è apparso alquanto freddo e ambiguo ma che personalmente ho amato.
Ok, forse il mio giudizio è un po’ di parte perché condividiamo il segno zodiacale, ma credetemi, in alcuni atteggiamenti ed espressioni mi ci sono riconosciuta totalmente.
Certo, Aries è estremamente indisponente, arrogante e viziato, ma conoscerlo davvero significa andare oltre l’apparenza e riconoscere che dietro quella maschera da macho tutto d’un pezzo, c’è ben altro: un uomo dalle mille sfaccettature che, sebbene circondato dagli eccessi, trova il suo centro e la sua forza nella famiglia e negli affetti.
Le donne che entrano ed escono dalla sua vita sono tante, tutte appagano momentaneamente quel senso di insoddisfazione che prova, ma solo con una si è sentito davvero completo. L’innominabile, la donna che ha amato più di se stesso e che gli ha inflitto il peggiore dei dolori, colei che ha creato la cella che lo ha tenuto lontano dall’amore negli ultimi nove anni.
Quando Crystal Colin esce di galera, per Aries finisce la pace perché le sue reazioni davanti a lei sono sempre le stesse: eccessive e imprevedibili.
La donna d’altro canto è consapevole che, una volta libera, la vita non diventerà certamente più facile. Gli anni spesi in carcere le hanno insegnato che l’indifferenza, come la solitudine, è la peggiore delle prigioni.
L’opinione pubblica la considera una femme fatale che si è macchiata del peggiore dei reati, una donna talmente sexy da sedurre uomini ben più maturi di lei… come riuscire ad andare oltre e ricostruirsi una vita se lei per prima non è in grado di perdonarsi?
Solo una cosa negli anni non è cambiata: l’uomo che da sempre incarna il suo principe, Aries.
Crystal è un personaggio davvero dolce e ingenuo, un’anima pura nonostante la sua storia personale. È impossibile non volerle bene, sebbene onestamente trovi incredibile che lei abbia realizzato solo dopo anni gli effetti devastanti delle sue scelte sugli altri.
La forza distruttiva della rabbia dell’Ariete si scontra contro l’umiliazione a cui si sottomette Crystal per il bene del suo unico amore. Distruzione per ottenere libertà, solo così il suo debito verrà pagato.
Naturalmente qui c’è materiale in abbondanza da fare lavorare uno psicologo, il che è probabilmente, uno dei motivi che hanno convinto l’autrice a graziarci della figura dell’interessante dottor Nolan (sono certa che ci riserverà delle belle sorprese).

L’amore ti distrugge quando se ne va, ma ti ammazza quando torna, perché ti costringe a risorgere per essere distrutto ancora e ancora. A ripetizione.
(Tratto dal libro)

È in questa frase che Aries ci svela la sua essenza: un uomo la cui paura più grande è quella di amare l’unica donna capace di spezzargli il cuore. Di vedere nuovamente tradita la sua fiducia. Di sentirsi vulnerabile.
E quando un ariete ha paura… attacca. L’indole guerriera dell’ariete troverà la forza di perdonare e ottenere la sua pace?
Complimenti all’autrice che ancora una volta ha saputo creare dei personaggi capaci di conquistare… e credetemi, dopo l’Onnipotente Tourus e l’irriverente Venus non era certo facile! Ma Aries e Crystal mi hanno commossa con la loro storia travagliata.
Amo la famiglia Leclerc, con i suoi personaggi capricciosi, viziati e problematici ma capaci di apprezzare le azioni più delle parole.
La scrittura è vivace e scorrevole che, abbinata a una storia coinvolgente scritta con l’alternarsi di momenti ambientati nel presente a flashback (vissuti dal punto di vista di entrambi i protagonisti), rende il ritmo davvero avvincente.
Naturalmente, ne consiglio assolutamente la lettura!

ladykira

ladykira
Admin founder RFS

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: “Come non innamorarsi del capo (The Coffee Series Vol. 2)” di Whitney G.

      TITOLO: Come non innamorarsi del capo ...