Home » Recensione libri » Recensione: Manuale per signorine in cerca di un marito (ricco) di Sophie Irwin

Recensione: Manuale per signorine in cerca di un marito (ricco) di Sophie Irwin

 

TITOLO: Manuale per signorine in cerca di un marito (ricco)

AUTORE: Sophie Irwin

EDITRICE: Mondadori

SERIE: autoconclusivo

GENERE: romance storico

DATA DI PUBBLICAZIONE: 07 Giugno 2022

Kitty Talbot ha bisogno di una fortuna. O meglio, ha bisogno di un marito che possieda una fortuna. È il 1818, dopotutto, e solo gli uomini hanno il privilegio di poter accumulare ricchezze. Abbandonata dal fidanzato tre mesi prima del matrimonio, senza soldi per pagare i debiti di gioco di suo padre, è destinata, con le sue quattro sorelle, a una rovina sicura. Ma Kitty non si è mai tirata indietro di fronte alle sfide e decide di affrontare il campo di battaglia più pericoloso di tutti: la Stagione londinese, il periodo dell’anno in cui avviene il debutto in società. Sa bene che il rischio fa parte del gioco ed è assolutamente risoluta a trovare uno scapolo ricco per salvare la famiglia Talbot dalla miseria. Ha solo dodici settimane di tempo e deve usare ogni grammo di astuzia e ingegno che possiede. L’unica cosa che non prevede è Lord Radcliffe. Da vero uomo di mondo, Radcliffe vede Kitty per la cacciatrice di fortune che è in realtà, ed è determinato a mandare all’aria i suoi piani a tutti i costi. Ma il destino ha altri progetti.

Care lettrici, immaginate di trovarvi nell’800 inglese, di essere orfana con 4 sorelle minori e una casa pesantemente ipotecata a causa dei vizi di vostro padre, cosa fareste?

Armata della propria determinazione e un piano degno di Wellington alla vigilia della battaglia di Waterloo, la giovane Kitty Talbot parte per Londra con una missione: sposare un uomo ricco nel corso di un’unica season per sistemare tutti i problemi famigliari.

La missione potrebbe apparire destinata al fallimento sin dal principio, Kitty non ha nessuna conoscenza influente che le apra le porte del bel mondo, possiede poche sterline e deve mantenere i segreti custoditi sull’origine della sua famiglia, che potrebbero impedire la proposta matrimoniale anche da parte del gentiluomo più accomodante e innamorato.

Grazie a un inaspettato incontro al parco della sorella Cecily con una vecchia compagna di collegio, Lady Amelia de Lacy, le viene data la fortunata possibilità di conoscere la sua ricca famiglia e il capofamiglia Lord Radcliffe, e questo sarà solo l’inizio della sua scalata da insignificante bellezza di campagna a giovinetta di bell’aspetto accolta in tutti i salotti che contano.

Tuttavia, come ben sa Kitty, l’aspetto non basta, è necessaria furbizia, determinazione, capacità di adattamento e maniere impeccabili per intrappolare l’uomo giusto (ovvero dotato della ricchezza necessaria) tenendo conto della concorrenza spietata, dei cacciatori di dote e di madri sospettose e devote disposte a cedere i propri rampolli sono in cambio di una cospicua dote.

Ma sulla strada di Kitty si pone un grosso ostacolo, Lord Radcliffe, che da uomo accorto capisce immediatamente quali siano le vere intenzioni di Kitty dietro i modi dolci e amabili e inizia una vera e propria schermaglia fra i due, soprattutto perché il gentiluomo vuole salvare il giovane e sprovveduto fratello dalle mire della giovane.

Indugiarono così per un battito di ciglia, studiandosi a vicenda con calcolo. E poi entrambi pensarono – ovviamente senza saperlo – che era come se si fossero sfidati a duello per l’indomani all’alba.

(Tratto dal libro)

Kitty capisce di avere di fronte un valido avversario e decide di stringere un patto con Lord Radcliffe: rinuncerà a suo fratello in cambio del suo aiuto per entrare nei circoli più esclusivi e raggiungere il suo scopo.

[…] Ho incontrato Archie per caso e dubito che mi si possa presentare un’altra occasione simile. Per essere in grado di rinunciare ad Archie… avrei bisogno di presentazioni. Inviti. Dovrei essere patrocinata, in mancanza di un termine migliore.» «E pensate che io potrei raggiungere un simile scopo?» chiese incuriosito. «Lord Radcliffe, sono perfettamente consapevole della vostra posizione sociale» osservò lei con un tono di voce ragionevole. «E di cosa potreste raggiungere con la giusta motivazione. Sono convinta che non vi riuscirebbe difficile introdurmi nella buona società in maniera tanto efficace da permettermi di fare il resto da sola.» Radcliffe era incredulo di fronte alla piega presa dalla conversazione. «Vorreste rendermi complice della vostra caccia a una dote?» le domandò incredulo. Lei annuì brusca. «Sì. Altrimenti date la vostra benedizione al fidanzamento tra Archie e me.» (Tratto dal libro)

Questo è solo l’inizio di un accattivante e divertente romanzo, l’autrice scrive veramente bene e riesce a creare una storia frizzante, insolita e coinvolgente. Non si può fare a meno di patteggiare per Kitty e chiedersi fin dove la porterà la sua determinazione e le sue macchinazioni (a volte uno svenimento non è solo utile ma necessario nel corso di un litigio al museo), divertendosi con lei nei sagaci battibecchi con Lord Radcliffe.

Grazie all’autrice si riesce a comprendere la necessaria manipolazione messa in atto da Kitty, persona tutt’altro che cattiva, ma messa alle strette dalla necessità di provvedere alle sorelle, che sono tutto il suo mondo, e saldare gli ingenti debiti per mantenere il cottage di famiglia.

No, Kitty era quella che trovava soluzioni ai problemi di famiglia. Avrebbe desiderato così tanto che ci fosse qualcuno disposto a portare insieme a lei quel fardello, un peso eccessivo per la tenera età di vent’anni, ma non c’era. Le sorelle la guardavano piene di aspettativa, sicure che anche in questo caso avrebbe sistemato le cose. Come aveva sempre fatto. Come avrebbe sempre fatto. Il tempo della disperazione era finito. Non si sarebbe fatta sconfiggere così facilmente, non poteva permetterselo. Ingoiò le lacrime e raddrizzò le spalle.

(Tratto dal libro)

Sin dal momento in cui ho letto il titolo del libro in uscita ho sperato in un romanzo che non mi deludesse, spiritoso e piacevole, e devo dire che le mie aspettative non state deluse.

Care lettrici vi invito a leggere questo romanzo e regalarvi qualche ora di meritato svago dalla realtà di tutti i giorni, di cui tutti abbiamo un immenso bisogno. E soprattutto, scoprite chi alla fine accalappierà la meravigliosa Kitty, si accettano scommesse!

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
  TITOLO: Manuale per signorine in cerca di un marito (ricco) AUTORE: Sophie Irwin EDITRICE: Mondadori SERIE: autoconclusivo GENERE: romance storico DATA DI PUBBLICAZIONE: 07 Giugno 2022 Kitty Talbot ha bisogno di una fortuna. O meglio, ha bisogno di un marito che possieda una fortuna. È il 1818, dopotutto, e solo gli uomini hanno il privilegio di poter accumulare ricchezze. Abbandonata dal fidanzato tre mesi prima del matrimonio, senza soldi per pagare i debiti di gioco di suo padre, è destinata, con le sue quattro sorelle, a una rovina sicura. Ma Kitty non si è mai tirata indietro di fronte…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento