Home » Recensione libri » Recensione: “Inappropriate” di Vi Keeland

Recensione: “Inappropriate” di Vi Keeland

TITOLO: Inappropriate

AUTORE: Vi Keeland

GENERE: Contemporary Romance

EDITORE: Sperling & Kupfer

DATA DI PUBBLICAZIONE: 13 Luglio 2021

Lei è un’affascinante conduttrice televisiva. Lui, il sexy proprietario del network in cui lavora. La loro attrazione non potrebbe essere più inappropriata, ma l’amore non è mai la scelta sbagliata. Di ritorno dalle vacanze, Ireland Saint James, nota conduttrice televisiva, non crede ai suoi occhi quando si trova sulla scrivania una lettera di licenziamento per comportamento inappropriato. Il motivo: un video di lei in topless sulla spiaggia. Oltraggiata, manda un’email di fuoco a Grant Lexington, il presidente del network, che non ha mai incontrato di persona, e lascia l’ufficio. Quando scopre che è stato il suo diretto superiore a postare per vendetta il video incriminato, Ireland lo affronta e, a quel punto, Grant la riassume, licenziando chi l’ha ingiustamente accusata. Tornata al lavoro, l’attrazione tra lei e il presidente del network comincia a crescere e pian piano si trasforma in amore. Tuttavia, nel corso del tempo, il passato difficile di Grant diventa un fardello che mette a repentaglio la stabilità della coppia. Riuscirà Ireland a scacciare i fantasmi dell’uomo che ama o sarà costretta a rinunciare a lui per sempre?

 

Ireland Saint James in arte Ireland Richardson, è una nota conduttrice del TG mattutino. Un video privato che la ritrae in topless finisce nelle mani sbagliate e basta a farla licenziare per comportamento inappropriato.

Incredula, affoga il suo dispiacere nell’alcol poi scrive all’amministratore delegato un’email dando libero sfogo ai suoi pensieri.

Grant Lexington, l’affascinante amministratore, resta colpito dalla sfacciataggine di Mrs Saint James e risponde, intenzionato ad andare a fondo alla vicenda.

In un bar, Ireland incontra un uomo affascinante che si accomoda proprio accanto a lei. I due iniziano a chiacchierare e scatta l’attrazione, a punto che lo sconosciuto le chiede di pranzare insieme. Ireland all’inizio non accetta, ma successivamente decide di dare a bel fusto una possibilità. La bella conduttrice non sa chi sia, lo scopre quando l’uomo appare durante uno scontro con il suo capo stronzo e sessista. L’attraente sconosciuto è Grant Lexington, amministratore delegato della Lexington industries.

L’uomo trova il vero colpevole della divulgazione del video e dopo aver fatto giustizia riassume Ireland.

Grant non riesce a spiegare il suo interesse nei confronti di Ireland. Nessuno fin a quel momento l’aveva stuzzicato a tal punto, soprattutto da quando ha deciso di chiudere il proprio cuore dentro una fortezza e buttare la chiave a causa di un doloroso passato.

Anche Ireland ha dei buoni motivi per frenare i suoi sentimenti. La paura di mettere in gioco il suo cuore è troppo grande ma ciò non le proibisce di innamorarsi ogni giorno di più di quell’uomo fantastico che mostra in diverse circostanze le sue sfumature: da nipote premuroso a “fratello maggiore” del programma che la madre defunta aveva fondato per i ragazzi in affido, dato che anche Grant e le due sorelle erano in affido ai Lexington prima di essere adottati.

“Pensai e ripensai, analizzando fino allo stremo il momento in cui le cose avevano preso quella piega, e trovai un comune denominatore. […] Doveva mancarmi ancora un pezzo del puzzle.”

La storia tra i due va avanti tra paure e incertezze, fino ad arrivare a una battuta d’arresto, dove solo Grant può prendere una decisione: lasciarsi risucchiare dal passato oppure decidere di perdonare se stesso e costruirsi una nuova vita.

«Hai parlato alla tua ragazza delle tue ragioni?»

Feci cenno di no con la testa.

«Be’, devi cominciare da questo. Se non altro, almeno comprenderà meglio la tua posizione.»

«Non è una cosa facile da spiegare.»

«Certo che no. Ma credo che tu abbia bisogno di raccontare la tua storia. È da molto tempo che dovresti farlo. E anche se non doveste riuscire a superare le vostre differenze, è importante che tu sia onesto con lei… e con te stesso.»

 

«Ti amo, Ireland. Credo di averti amata dalla prima volta in cui mi hai tenuto testa in quel bar. E non ho fatto che provare a resistere, ma è fisicamente impossibile per me non amarti. Fidati di me, ci ho provato più che ho potuto. Ma adesso basta. Voglio amarti.»

 

Vi Keeland è una garanzia, ogni suo romanzo è in grado di lasciare un’impronta indelebile sul cuore.

Oltre ad aver creato una storia incantevole con personaggi di un certo spessore, ha toccato temi davvero importanti, come le famiglie affidatarie e i ragazzi di cui si occupano (che spesso si portano dentro traumi), i programmi che seguono i minori con lo scopo di non farli sentire soli ogni volta che cambiano famiglia, le malattie come il disturbo bipolare, la perdita di un figlio, l’elaborazione di un lutto e la capacità di perdonare.

Ho riso, sofferto e pianto molto in questo romanzo. I protagonisti hanno storie importanti alle spalle, in modo particolare Grant, che dentro di sé ha un mondo di sofferenza. Schietto e sincero, affettuoso e focoso, pian piano riuscirà ad aprirsi a Ireland e affronterà il suo passato.

Ireland è una donna forte ma appena incontra Grant capisce che innamorarsi di quell’uomo è troppo pericoloso, peccato che ormai è cotta a puntino.

Ho adorato il nonno di Grant, che nonostante l’avanzare della demenza senile è un punto di riferimento per il nostro protagonista, dispensando un’ironia e una saggezza immensa.

Sono arrivata alla parola fine con gli occhi a cuoricino. Come ho scritto prima, Inappropriate mi ha emozionato. Le storie di Vi Keeland creano dipendenza, quindi vi consiglio la lettura di questo gioiellino e vi garantisco che vi innamorerete di Ireland e Grant.

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Sara

Kureha

Lascia un Commento