Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione: Chicago PD – 8×13

Recensione: Chicago PD – 8×13

Chicago PD torna con l’episodio dal titolo “Trouble Dolls”. Vediamo cosa è successo questa volta e per iniziare qui potete trovare la recensione della puntata precedente. Buona lettura!

Chicago PD

Progetto grafico a cura di Francesca Poggi

Care Fenici, anche questa volta Chicago PD mi ha fatto provare delle profonde emozioni. La protagonista di questa puntata è stata Kim Burgess e, anche se non è uno dei miei personaggi preferiti, mi ha colpito molto come è stato esplorato il suo voler essere una buona madre e nello stesso tempo una brava poliziotta.

La vediamo infatti in versione mamma elogiare Makayla che ha allestito in casa un teatrino, accompagnarla a scuola, farle delle rassicurazioni che con i compagni andrà tutto bene e confortarla quando è triste.

Sembra che vada tutto per il meglio ma… la bambina ha dei terrori notturni che la fanno svegliare urlando, a causa delle brutte cose che ha visto e della paura inconscia che a Kim possa succedere qualcosa e lei resterebbe di nuovo da sola. Che fare allora? Nominare un guardiano che si prenderà cura di Makayla se a Burgess dovesse accadere il peggio come prevedono le pratiche per l’adozione. E chi nomina? Qualcuno che avevo immaginato ma visto come stavano andando le cose tra loro non ci speravo proprio. Arrivateci da soli su chi possa essere. 😊

Chicago PD - episodio 13

Kim ha bisogno anche di essere una buona poliziotta, nonostante la paura che adesso ha per la bambina e che la fa “bloccare” per un attimo durante le azioni. Ma poi si butta a capofitto nel caso della settimana.

Le indagini di Chicago PD

Una ragazza incinta del Guatemala, Sofia Perez, si butta giù da un tetto e poi viene colpita da colpi d’arma da fuoco alla testa. Dietro la sua morte si nasconde un caso orribile a mio avviso.

Una fabbrica clandestina di bambini che vengono strappati alle loro giovani madri guatemalteche e venduti a delle coppie che vogliono adottarli.

Quanto deve essere profonda la disperazione di una donna che paga degli uomini orrendi per farsi portare in America con il sogno di una vita migliore e poi invece si ritrova ingannata e le viene portato via suo figlio subito dopo il parto? Non riesco proprio a immaginarlo. E quanto può valere la vita di un bambino? 40mila dollari? Di più? Di meno?

Chicago PD - episodio 13

Una cosa che mi ha colpito molto sono state le Trouble Dolls, bambole scaccia guai guatemalteche che se metti sotto il cuscino quando vai a dormire, la mattina dopo li hanno portati via.

Tenerissima la scena in cui Kim le regala a Makayla e la bambina ne dà una a lei, mi sono sembrate una vera famiglia.

Vi lascio adesso con il promo della prossima puntata di Chicago PD dove prevedo guai per Hailey e Jay ☹

 

Click to rate this post!
[Total: 1 Average: 5]

StaffRFS

Lascia un Commento