Home » Recensioni: serie TV e Film » Period-Mania: Penny Dreadful

Period-Mania: Penny Dreadful

Come ogni settimana torna il nostro appuntamento con la Period-mania. Dopo essere stati nel mondo fantasy steampunk di Carnival Row, ci spostiamo nell’uggiosa e gotica Londra vittoriana con Penny Dreadful. Qui il trailer.

Progetto grafico di Francesca Poggi

Paese: Stati Uniti d’America, Regno Unito

Genere: drammatico, orrore, fantastico, thriller, in costume

Anno: 2014-2016

Stagioni: 3

Episodi: 27 da 47-60 minuti

Ideatore: John Logan

Sceneggiatura: John Logan, Andrew Hinderaker, Krysty Wilson-Cairns

Musiche: Abel Korzeniowski

Scenografie: Jonathan McKinstry

Costumi: Gabriella Pescucci

Produttore: James Flynn, Morgan O’Sullivan, Sheila Hockin

Casa di produzione: Neal Street Productions, Desert Wolf Productions

Distribuzione originale: Showtime

Distribuzione italiana: Rai4, Netflix

Spin-off: Penny Dreadful: City of Angels

Cast

Eva Green: Vanessa Ives

Josh Hartnett: Ethan Chandler

Timothy Dalton: Sir Malcolm Murray

Rory Kinnear: La Creatura / Calibano / John Clare

Reeve Carney: Dorian Gray

Billie Piper: Brona Croft / Lily Frankenstein

Danny Sapani: Sembene

Harry Treadaway: Victor Frankenstein

Helen McCrory: Evelyn Poole / Madame Kali

Simon Russell Beale: Ferdinand Lyle

Patti LuPone: Florence Seward

Wes Studi: Kaetenay

Nella Londra di fine Ottocento si intrecciano le storie e le vite di vari protagonisti. Alcuni sono nomi sbucati direttamente dai romanzi horror dell’epoca, altri sono del tutto inventati. Protagonista assoluta, che sembra unire a doppio filo le vite ed i destini di quelli che la circondano, è Vanessa Ives (Eva Green). Un tempo grande amica di Mina Murray, ora cerca la sua amica perduta con l’aiuto del padre di lei, Sir Malcolm (Timothy Dalton). Quest’ultima è infatti stata rapita da forze demoniache, che da sempre perseguitano Vanessa e controllano la sua vita.

Entra a far parte del “team” Ethan Chandler (Josh Hartnett), un cowboy americano che nasconde anche lui segreti legati al sovrannaturale. Nelle loro vite arrivano anche Dorian Gray (Reeve Carney), il dottor Frankenstein (Harry Treadway) e la sua Creatura (Rory Kinnear). Mentre quest’ultima è alla ricerca su risposte della propria esistenza, Dorian si imbarca in relazioni che coinvolgono gli stessi Vanessa e Ethan. Quest’ultimo, a sua volta, ha una relazione con una donna di malaffare, Brona (Billie Piper), la cui vita e morte saranno legate agli esperimenti del Dottor Frankenstein.

I singoli destini dei personaggi e le loro trame convergono nel finale, in cui finalmente Vanessa e Sir Malcolm devono affrontare i propri demoni e scendere a patti con il fatto che Mina è in realtà perduta per sempre… (Fonte: Telefilm Central)Penny Dreadful -Imm1

Curiosità e Location

Una delle cose che colpisce fin da subito di Penny Dreadful è proprio il titolo. Mi sono chiesta infatti a cosa facesse riferimento.

La serie tv prende il nome da alcune pubblicazioni diffuse nel XIX secolo nel Regno Unito: i Penny dreadful, che costavano un penny ed erano storie spaventose. Si trattava di fascicoli settimanali a puntate rivolti al proletariato.

Oltre al basso costo erano qualitativamente scadenti, caratterizzati da una scrittura semplice, spesso farcita di errori grammaticali, e da storie grottesche e banali che presentavano delle illustrazioni alquanto rozze e scadenti.

Nonostante lo stile poco curato, questi racconti ispirarono grandi scrittori come: Mary Shelley, Ann Radcliffe, Matthew Lewis, Horace Walpole, i quali riuscirono a rendere popolari i romanzi gotici permettendo a tutti di goderne la lettura.

La serie Penny Dreadful, ambientata a Londra nel 1891, è ispirata a La Lega degli Straordinari Gentlemen di Alan Moore, da cui è stato tratto il film La Leggenda degli Uomini Straordinari del 2003 (davvero pessimo, vi sconsiglio la visione).

I protagonisti sono alcuni dei personaggi della letteratura horror come: il Conte Dracula, Victor Frankenstein, Dorian Gray, Dr. Jekyll e altri. Col tempo tutti finiranno per incrociare il loro cammino in una lotta tra il bene e il male.

Le riprese iniziarono il 7 ottobre 2013, inizialmente si pensò di girare le scene solo a Londra, poi la produzione scelse di spostarsi in Irlanda nei pressi di Dublino. Restare nella capitale inglese sarebbe stato troppo scontato.

Nella terza stagione, dove alcuni personaggi si trovano nel selvaggio West, la scelta è ricaduta sulla Spagna, precisamente sulla zona di Tabernas, dove Sergio Leone ha girato diversi film, in quanto è l’unico deserto europeo che ricorda molto l’Ovest West arido e non sabbioso.

Il primo incontro tra Vanessa e Dorian Gray è avvenuto nel Royal Botanic Gardens di Richmond, tra le serre e i giardini patrimonio dell’umanità UNESCO dal 2003. Per la scena in questione hanno utilizzato la Palm House, dove si trovano molte varietà di palme, alcune anche in via di estinzione.

Chi ha visitato Londra con i suoi meravigliosi musei riconoscerà anche il British Museum quando Vanessa e Sir Malcolm inizieranno le loro indagini e il Natural History Museum, dove la protagonista incontra lo zoologo Alexander… chi sarà questo misterioso personaggio?

Nella serie possiamo vedere anche Belgravia, quartiere di Londra, ma è Dublino il luogo dove sono state girati i vari episodi. Salta subito all’occhio il Dublin Castle o lo storico pub Stag’s Head che pare avesse come assiduo frequentatore un giovane James Joyce.Penny Dreadful -Imm2-png

Considerazioni

Per le oscure strade di Londra camminano vampiri, streghe e lupi mannari.

Nonostante la presenza di personaggi per noi familiari come: Van Helsing, Dracula, Frankenstein, Dorian Gray e Dr. Jekyll, la vera protagonista è Vanessa Ives, interpretata da una Eva Green in stato di grazia. Del suo personaggio non sappiamo nulla perché non è presente in nessun romanzo. Conosciamo la sua storia e il suo triste passato, puntata dopo puntata, e ci troviamo davanti una donna che con grande forza cerca di combattere contro forze oscure che la bramano a ogni costo: da una parte Lucifero e dall’altra Dracula.

Al suo fianco c’è Sir Malcolm che cerca di ritrovare l’amata figlia Mina, rapita dai vampiri, e inoltre Ethan Chandler che nasconde un terribile segreto.

Cosa spinge tutti loro a chiudere con il passato per cercare di andare avanti nonostante il dolore e la disperazione? Semplicemente l’amore, anche se a volte “camminiamo soli”.Penny Dreadful -Imm 3-png

Personaggi meravigliosi che ancora oggi a distanza di anni è impossibile dimenticare, di cui uno dei miei preferiti è la Creatura di Frankenstein, John Clare. Nell’aspetto il più mostruoso con le sue cicatrici sul volto, ma il più umano e sensibile di tutti. L’incontro con Vanessa è uno dei più belli e struggenti che abbia mai visto.

Ciò che rende unica Penny Dreadful sono: la caratterizzazione dei personaggi, lo straordinario cast, le atmosfere e i costumi perfetti per l’epoca, i dialoghi che colpiscono dritti al cuore e il riferimento alla poesia e alla letteratura, tutto impreziosito da una colonna sonora magistrale che esalta ogni emozione e situazione.

Per me è stato amore a prima vista dal primo episodio, sono felice che sia finita con la terza stagione, credo che allungare troppo la storia avrebbe finito per rovinare ciò che ha reso Penny Dreadful diversa dagli altri prodotti.

Lo spin-off Penny Dreadful: City of Angels, nonostante il pregio di volersi slegare dalla serie madre, purtroppo non è riuscito a catturare gli spettatori e dopo una sola stagione è stato cancellato.

Penny Dreadful è unica pur mescolando vari generi, nessun sequel, prequel o spin-off possono reggere il confronto.

Vi lascio uno dei miei dialoghi preferiti tra Vanessa e John Clare.

“…Vanessa: Voi davvero non credete nel Paradiso?

John Clare: Io credo in questo mondo e nelle creature che lo popolano. Questo è abbastanza per me. Ma guardate c’è un sacro mistero a ogni angolo.

Vanessa: Ma non c’è esaltazione nella vita a parte questo?

John Clare: Per vedere un mondo in un granello di sabbia e un paradiso in un fiore di campo racchiudi l’infinito nel palmo di una mano e l’eternità in un’ora.

Vanessa: Con tutto il rispetto per Blake, non vedo fiori di campo qui, solo dolore e sofferenza.

John Clare: Guardate con più attenzione…”

Alla prossima!

Click to rate this post!
[Total: 8 Average: 5]

StaffRFS

Lascia un Commento