Home / Recensioni libri cult / Recensione: “Intrigo Delizioso” di Tara Sivec (serie Chocolate Lovers #2)

Recensione: “Intrigo Delizioso” di Tara Sivec (serie Chocolate Lovers #2)

Care Fenici, oggi La Min ci parla di “Intrigo Delizioso” di Tara Sivec (serie Chocolate Lovers #2)

Carter, Claire e Gavin ora sono una piccola famiglia perfetta. Attorno a loro gli amici si sposano, crescono, maturano, si preparano ad affrontare il futuro.

Be’, non esattamente… In effetti, dal giorno in cui Claire ha afferrato il bouquet di nozze della sua amica Liz, le cose hanno cominciato a precipitare: tra sbornie imbarazzanti, disastrose proposte di matrimonio, manette di peluche e chili di biscotti al cioccolato, Claire e Carter non riescono più a parlarsi con sincerità. E se a questo si aggiunge l’intervento non richiesto di una comitiva di amici più pazzi di loro, gli equivoci non possono che aumentare! Ma per fortuna il più dolce dei finali può arrivare anche dopo una storia d’amore a dir poco non convenzionale…

Attenzione: prima di iniziare questo libro consigliato aver letto il precedente.

Che spasso! Questo secondo libro della serie Chocolate lovers mi ha fatta ridere moltissimo. Con le sue vicende un po’ fuori dalle righe, leggermente tendenti all’assurdo e a volte così realistiche, quotidiane, ma velate di note ironiche è impossibile non goderselo sghignazzando ogni tre per due.

Avevamo lasciato la nostra strana combriccola di amici con la tenerissima réunion tra i protagonisti e il pestifero Gavin, ammorbidito dalla conoscenza con il suo papà ma anche pronto come un marines d’assalto a imparare tutti i possibili nuovi termini inappropriati che possano uscire dalla bocca degli adulti, e qui credetemi, del materiale per il piccoletto ce n’è in abbondanza.

Ora Claire e Carter vivono insieme da poco tempo e il libro comincia proprio narrando i piccoli dettagli che raramente vengono celebrati in un romance, circa la convivenza.

Amo Carter più di quanto credessi possibile, e lui ha dimostrato di essere il miglior padre che una donna possa volere per il proprio figlio. Ma giuro su Dio, Gesù, Maria, Giuseppe, e l’amico d’infanzia di Cristo, Biff, che se non la smette di svegliarmi alle 4:58 del mattino, ogni cazzo di mattina, con il suo russare stile motosega, lo prendo a calci in culo che nemmeno David Carradine ai tempi d’oro.

Sì, piccola cavalletta, devi soffocare nel sonno.

Eh già, il nostro meraviglioso Carter, super sexy, dolcissimo e affidabile; l’uomo dei sogni che come per magia ritrova la donna di una notte e via, che non ha mai abbandonato il suo cuore, e per lei e Gavin ribalta la sua intera esistenza… russa sonoramente. In una maniera decisamente disturbante, fomenta ogni minimo pensiero di Claire sui mille modi in cui potrebbe soffocarlo nel sonno. Ovviamente Carter russa e parla esattamente con Gavin e solo la velata minaccia di chiudergli un certo punto del corpo, cui gli uomini tengono molto con l’Attak, scritto con amore su un biglietto accompagnato dai suoi dolcetti preferiti, convincerà il nostro eroe a comprare dei meravigliosi tappi per le orecchie per la sua donna. Un dono che Claire apprezzerà alla stregua di un diamante Tiffany, o forse di più.

Tra impicci, imprevisti e l’immancabile Drew che ne combina sempre una peggio di Gavin, (sospetto che questi due gemelli diversi per età siano in gara per chi possa risultare il più pestifero e insolente) la convivenza procede e ci avvicina al giorno del matrimonio dell’amica del cuore di Claire, Liz.

Tenetevi forte perché la nostra Claire vivrà una moltitudine di tormenti interiori quando, dal giorno delle nozze in poi, una vocina sottile ma insistente dentro di lei, inizia a sussurrarle che anche lei vorrebbe questo. Sposare Carter, costruire una famiglia, magari meno strampalata della sua. Da qui nasceranno mille e più incomprensioni, dai programmi tv sui matrimoni scambiati con film porno, alla mitica scena di Carter che beve proprio da quel famoso calice riservato a Claire e… No! Questo non ve lo racconto, dovrete gustarvelo al momento giusto e poi se rido come faccio a scrivere??

In tutto questo putiferio di incomprensioni, per fortuna la nostra coppietta trova il modo di appartarsi di quando in quando fornendo a Gavin, alla suocera e ovviamente all’onnipresente Drew esilaranti scene e un’esperienza da Guinness dei primati, in termini di vestizione, ricevimento ospiti e … telefonate importanti.

Non dimentichiamoci dei genitori di Carter, che arrivano pieni di affetto e curiosità e ben presto saranno trascinati nel tornado che è la vita di questo strambo gruppo di amici.

Carter, in tutto questo trambusto, intuisce l’insoddisfazione di Claire ma non ne comprende il motivo, tuttavia ha in serbo per lei una proposta interessante che non riesce però mai a portare a termine. Anche questi aneddoti divertenti vi regaleranno momenti di ilarità. Così come i saggi consigli di Liz all’amica, proposti sempre nel suo stile unico, diretto e incisivo.

«Ti voglio bene, Claire, ma ti stai comportando da cogliona» commenta Liz, svoltando nel parcheggio dell’Adult Mart. «Sai cosa succede quando ipotizzi delle cose.»

«Faccio fare la figura della stupida sia a te che a me» replico con un sospiro.

Liz parcheggia nel posto di fianco a quello dei ragazzi e spegne il motore, ma senza dare segno di voler scendere.

«No, fai fare la figura della stupida solo a te. Io non sarei mai così stupida» ribatte lei. «Sei innamorata di Carter, ed è ovvio che anche lui ti adora. Smetti di fare la cretina, cresci e parlagli. Fallo sedere e digli che non hai la fissa del porno e che a notte fonda guardi i programmi sui matrimoni; e che al supermercato sgattaioli nella corsia delle riviste come una ladra – in tuta, ciabatte, occhiali da sole e trench – per dare un’occhiata alle riviste sugli abiti da sposa come una specie di casalinga pervertita in astinenza da Playgirl» mi dice Liz con fermezza.

Dopo ipotesi assurde e svariati fallimenti, avremo tutte il nostro personale dolcetto: il momento romantico, anche se sarà sempre in stile Sivec, quindi non vi aspettate solo fiori e cioccolatini. Godiamoci un momento della rivelazione di Carter che darà inizio alla più tenera e divertente partita di birra pong, una sorpresa in arrivo e una visita al sexy shop…

Resto lì a guardarla per qualche minuto, quando a un tratto getta la testa all’indietro e scoppia a ridere. È una di quelle risate profonde e sonore, impossibili da arginare, e nel sentirla mi viene la pelle d’oca. È come se qualcuno mi avesse dato un pugno allo stomaco e il mio cuore avesse iniziato a battere più veloce.

L’amo da impazzire, cazzo.

Non è una rivelazione, ma all’improvviso – nel bel mezzo dell’Adult Mart – mi sembra che niente sia più importante del fatto che amo Claire. È il mio sogno divenuto realtà, la mia vita, il mio tutto.

Carter e Claire si meritano un lieto fine, il loro amore è così profondo e ne hanno passate tante, anche se potrebbe non sembrare dato che probabilmente tutte noi abbiamo letto questo libro ridendo a più non posso. Eppure ci sono molte storie nella storia e adoro pensare a questi due ragazzi, felici e uniti insieme alla piccola peste e al prodotto di una merenda a base di biscotti alla marijuana.

Se avete voglia di leggere un romance che vi faccia ridere, sollevare il morale e ricordarci che l’amore ci trova sempre, quando è il momento, questo libro dovreste proprio leggerlo!

#1  Seduzione deliziosa

#2  Intrigo delizioso

 

Romanticamente Fantasy

Avatar
x

Check Also

Recensione: “Sempre più vicini” di Gena Showalter (serie Original Heartbreakers #1)

Care Fenici, Lucia ci presenta “Sempre più vicini” di Gena Showalter (serie Original ...