Da non perdere
Home / Fantasy storico / Recensione in Anteprima: “L’invasione dei Dannati” di Roberto Genovesi (serie La Legione Maledetta #3)

Recensione in Anteprima: “L’invasione dei Dannati” di Roberto Genovesi (serie La Legione Maledetta #3)

Care Fenici, oggi Buffy ci parla di “L’invasione dei Dannati” di Roberto Genovesi (serie La Legione Maledetta #3)

La città fantasma delle porte di ferro è stata liberata e Marco Cornelio Rubro è un soldato molto diverso da quello che era partito da Roma. Non vede l’ora di tornare a casa per annunciare la vittoria che finalmente riabiliterà il suo nome e la sua carriera. Una staffetta che porta la lieta novella lo precederà di qualche settimana. Ma il virus che aveva contagiato la città fantasma delle Porte di Ferro, trasformando i suoi abitanti in vampiri, viaggia con i suoi frumentari. E così, quando finalmente torna a Roma, Rubro trova la Capitale dell’Impero in mano all’orda che aveva fronteggiato in Dacia. E ancora una volta, a capo dei suoi tagliagole e reietti, dovrà levare il gladio in difesa di Roma. In quella che si preannuncia come la battaglia definitiva.

Quello di cui vi parlo oggi è un romanzo particolare, unico nel proprio genere direi, una fusione eccezionalmente ben riuscita tra un horror e uno storico, in cui la parte storica è così ben curata da rendere quasi verosimile che l’imperatore Traiano possa essere sfuggito a un’assedio di zombie.
Devo dire che, essendo questo il terzo libro della serie, e non avendo potuto leggere i precedenti (ma lo farò, oh se lo faro!!!), ho impiegato qualche capitolo a capire cosa fosse avvenuto prima e raccapezzarmi, quindi, nel romanzo: a voi pertanto consiglierei di partire dal primo.
Ad ogni buon conto, dopo aver riconquistato la cittadella Dacia di Yog nei libri precedenti, Marco Cornelio Rubro, tribuno con la fama di inetto e sfortunato, è pronto per tornare a Roma coperto di gloria e con la notizia di una nuova ribellione nelle terre di confine, nonostante gli inizi di carriera tutt’altro che brillanti.Gli eventi a cui ha assistito gli provocano, comprensibilmente, ancora gli incubi, ma saranno davvero solo brutti sogni quelli che lo tormentano o piuttosto, nefaste premonizioni di un capitolo tutt’altro che chiuso? Non vi racconterò nulla di più della trama perchè togliervi il piacere di scoprire pagina dopo pagina il dipanarsi di una storia magistralmente narrata sarebbe un delitto.
Potrei soffermarmi sui personaggi e, in effetti, qualcuno è davvero pregevole come Genna, la sacerdotessa che parla agli animali, Tabita, così giovane eppure dotato di una forza non comune e di una resilienza senza pari.E come scordarsi di Pugio, il lupo intelligente e fedele, che sarà fede compagno dei protagonisti umani di questa avventura? Tuttavia, svelandovi altro su di loro, rischierei di narrare troppo della storia.
Vi posso però preannunciare che si tratterà di soldi ben spesi, per una lettura che vi intratterrà fino all’ultimo punto, in un susseguirsi serrato di avvenimenti, inseguimenti, dialoghi ben inseriti e colpi di scena, il tutto confezionato in una prosa scorrevole e piacevole, senza alcuna sbavatura né errore.
Non conoscevo questo autore ma credo che recupererò tutti i suoi lavori: è divertente, ben strutturato e scrive in un italiano perfetto, il che non guasta mai.

Dunque non mi resta che augurarvi buona lettura!

#1  Il Generale dei Dannati

#2  La Fortezza dei Dannati

#3  L’Invasione dei Dannati

 

 

Kiki

x

Check Also

Recensione: “L’uomo di ghiaccio” di Simona Diodovich

Buongiorno Fenici, oggi Tracy ci parla di “L’uomo di ghiaccio” di Simona Diodovich ...

error: Contenuti di proprietà di RFS