Home » Recensione libri » Recensione: Taurus di Marilena Barbagallo SERIE: Black Dynasty #1

Recensione: Taurus di Marilena Barbagallo SERIE: Black Dynasty #1

TITOLO: Taurus AUTORE: Marilena Barbagallo EDITORE: self publishing SERIE: Black Dynasty #1 GENERE: Contemporay romance DATA D'USCITA: 8 Gennaio 2020 PREZZO: € 2,99 ebook - € 14,00 cartaceo A volte, alcune persone entrano nella nostra vita nel momento sbagliato. Questo è ciò che è accaduto con Venus Morel. Quando la conobbi, seppi subito che quello non era il nostro tempo, ma una parte di me desiderava che mi stravolgesse la vita, seppur io tentassi, disperatamente, di allontanarla. All’epoca, ero già considerato l’uomo più influente del mondo. A trent’anni, ero il magnate di una delle dinastie più ricche di sempre. Lei…

Score

Voto di Verusca

Voto Utenti : 4.85 ( 1 voti)
TITOLO: Taurus
AUTORE: Marilena Barbagallo
EDITORE: self publishing
SERIE: Black Dynasty #1
GENERE: Contemporay romance
DATA D’USCITA: 8 Gennaio 2020
PREZZO: € 2,99 ebook – € 14,00 cartaceo

A volte, alcune persone entrano nella nostra vita nel momento sbagliato. Questo è ciò che è accaduto con Venus Morel. Quando la conobbi, seppi subito che quello non era il nostro tempo, ma una parte di me desiderava che mi stravolgesse la vita, seppur io tentassi, disperatamente, di allontanarla. All’epoca, ero già considerato l’uomo più influente del mondo. A trent’anni, ero il magnate di una delle dinastie più ricche di sempre. Lei era proibita, averla sarebbe stato scandaloso, ma la volevo da impazzire. Mi accontentavo di guardarla, di sentirla parlare ininterrottamente, privando le mie mani della sua pelle, soffocando la voglia di prendermela e detestando il nostro divario anagrafico. Pura, bellissima, uno spettacolo per un uomo come me abituato agli eccessi e alla dissolutezza. Lei era tutto ciò che non avevo mai avuto, ma tra noi non poteva funzionare. Ho dovuto farlo: le ho spezzato il cuore. Ero certo che acquistarla mi sarebbe tornato utile, ma non potevo immaginare le conseguenze di quell’accordo. Oggi, che sono trascorsi otto anni dall’ultima volta che siamo stati insieme, dovrò comunicarle che adesso appartiene alla mia dinastia. Mi chiamo Taurus Leclerc, il mondo è mio, posso avere tutto, ma non lei.
Una famiglia che custodisce oscuri segreti, dodici Segni zodiacali, un impero, una Dinastia. Benvenuti nel Castello Leclerc.

ATTENZIONE: il romanzo contiene scene che possono urtare la sensibilità del lettore, si consiglia la lettura a un pubblico adulto e consapevole.

In questo momento quasi mi vergogno di non aver mai letto niente della fantastica autrice del romanzo: Marilena Barbagallo; recupererò sicuramente tutto ciò che ha scritto! Da quanto ho appreso girellando in rete, “Taurus” è il suo primo esperimento quasi totalmente “vaniglia”, un qualcosa per lei nuovo, e per me anche, ma non sono così ingenua da non capire che il suo modo accattivante e spregiudicato di scrivere sia qualcosa che colpisce in qualsiasi cosa abbia messo su carta o su ebook.
Taurus e Venus sono i protagonisti di questa storia, riescono a entrarti sottopelle al punto tale da non riuscire a staccartene, in modo disfunzionale catturano la tua attenzione, fino ad arrivare all’ultima pagina che ti lascia a bocca aperta, con un cliffangher, che letteralmente ti svuota, ti fa arrabbiare e con la voglia di distruggere il reader. Parlo di lui, di Taurus, uomo apparentemente perfetto che ti fa innamorare proprio perché, al di là delle apparenze, non lo è per niente.
Lei è Venus Morel, o Venere come ama chiamarla il nostro protagonista, figlia di un avvocato che in qualche modo si è infiltrato nella famiglia del nostro principe: i Leclerc.
Cosa potrei dire di lui? Cito la protagonista:
Era un uomo “effetto caos”: ammaliante e magnetico. Lo guardavi, ne rimanevi sopraffatta e ti innamoravi. Punto.
Ed è proprio così.
Taurus conosce Venere quando lei aveva ancora quattordici anni. Per un caso fortuito i due si ritrovano in una situazione tanto sconveniente quanto incredibilmente sexy; ovviamente lui ignora la sua età, la ragazzina è furba, mente spudoratamente.
Nella stessa sera Taurus e il padre di Venus, entrambi ignari di quanto successo poco prima, stipulano un accordo, non starò qui a dirvi cosa, ma questo cambierà le carte in tavola talmente tante volte, che alla fine avrete, come me, bisogno di riprendere fiato.
Come ho detto, Venus ha, sì, quattordici anni, ma non è per niente una santa! Anzi, fa di tutto per sedurre il nostro Taurus. Vista in modo oggettivo, la cosa dovrebbe sconvolgere: lui trentenne, lei poco più che bambina; ma l’autrice è stata bravissima a glissare su questo aspetto, facendoci accettare tutto quanto in modo quasi normale, si potrebbe dire che ha reso la loro storia “peccaminosamente innocente”.
Taurus non è un ragazzino, è perfettamente cosciente che la storia con un’adolescente non potrà procurargli che problemi, soprattutto alla luce dell’accordo da lui stesso stipulato con suo padre; la cosa però va avanti, la nostra piccoletta fa di tutto per mettere il nostro toro con le spalle al muro, lui non cede, non fino in fondo, ma non riesce a farla uscire dalla sua vita e i loro incontri continuano per un po’.
Lei sperimenta le sue prime “emozioni” con lui, ma tutto finisce troppo presto; non è una stupida e lui è un uomo e, come tale, trova la via d’uscita per troncare la loro pseudo storia, forse non nel modo migliore, ma… immagino non ce ne fosse uno diverso.
I due si incontrano di nuovo dopo otto anni, nei quali tante cose sono accadute, una su tutte il fatto che il padre di Venus si sia reso latitante e che la sua famiglia sia finita sul lastrico. Sembra un cliché, ma sono letteralmente passati dalle stelle alle stalle.
Ovviamente niente di tutto questo è stato colpa del destino, ma una cosa calcolata a tavolino dai più importanti signori del mondo, coloro che detengono il potere, quello vero, quello che riesce a rovesciare governi, a far sparire persone, a… insomma a far girare il mondo come più gli aggrada. L’accordo stipulato otto anni prima torna prepotentemente attuale, complice il capo della Bratva, che vuole certezze, ognuno di questi signori potrebbe essere rovinato e il nemico pubblico numero uno sembra essere proprio il padre di Venus.
Tenere fede all’impegno preso rende Taurus un tantino nervoso, sa che deve, ma il suo cuore si rifiuta.
In un incrocio tra passato e presente, scopriamo la storia travagliata del nostro protagonista, con una strizzatina d’occhio a “eyes wide shut” viviamo sulla nostra pelle tutto quello che ha reso il nostro Toro quello che è oggi, così come tutte le sofferenze patite dalla nostra Venere.
Piccola curiosità, perché non voglio svelarvi troppo, in questa storia i segni zodiacali hanno una rilevanza fondamentale; indovinate un po’ qual è il pianeta che governa il toro?
Taurus e Venus avrebbero milioni di motivi per stare l’uno lontano dall’altra, prima fra tutte la differenza d’età che, chissà come, non mi sconvolge più di tanto, ma, come dice il suo nome, lui è indomabile, bellissimo, affascinante, il “Re del Mondo”! Solo lei riesce in qualche modo a prenderlo per le corna, ma… sarà sufficiente?
In un primo momento avrei puntato tutto su di loro, ma il finale così aperto mi lascia dubitare.
Come ho già anticipato non avevo mai letto niente di Marilena Barbagallo, ammetto che questa storia mi ha intrigato, la sfacciataggine di Venus, la pazienza quasi ultraterrena di Taurus, il loro continuo scontrarsi e incontrarsi, è stato perfetto.
La scrittura è scorrevole, anche se devo ammettere che qualche espressione, ripetuta troppo spesso, mi ha dato veramente fastidio, ma a una storia del genere si può perdonare tutto.
Taurus e Venus non sono gli unici personaggi presenti; la dinastia dei Leclerc, che hanno letteralmente il mondo nel palmo della mano, non si ferma a loro: sono dodici, come i segni zodiacali, e abbiamo avuto il piacere di conoscerne più approfonditamente alcuni, altri solo in modo blando. Onestamente non vedo l’ora di leggere il seguito. So che c’è. Deve esserci!
La Barbagallo ha saputo creare un mondo basato su una dinastia talmente solida, in cui i protagonisti nascondono segreti, luci e ombre che, anche non volendo, riesci a comprendere, a capire e accettare, anche se tutto dentro di te urla che è sbagliato.
E vogliamo parlare della location dove tutto si svolge? Quale posto migliore della città dell’Amore per eccellenza?
Lo so, ho scritto tanto senza dire niente, ma… non mi sento di raccontarvi questa bellissima, intrigante, complicata e assolutamente ben articolata storia, lo dovete leggere! In questo momento, ho appena chiuso il reader, mi sento un po’ sottosopra, la voglia di saperne di più sembra crescere ogni momento che passa. Quindi, Marilena, ti prego, scrivi! Ho bisogno di sapere cosa accade dopo!
Non ho altro da dirvi, se non che dovete leggerlo, ne vale la pena, merita davvero!

 

 

ladykira

ladykira
Babyladykira Admin founder RFS

Lascia un Commento