Home » Recensione libri » Recensione MM: Alchimie pericolose di A.I. Cudil Serie: Pessimi soggetti #1

Recensione MM: Alchimie pericolose di A.I. Cudil Serie: Pessimi soggetti #1

TITOLO: Alchimie pericolose AUTORE: A.I. Cudil CASA EDITRICE: Self Publishing GENERE: Gay Romance / Romantic Suspence SERIE: Pessimi Soggetti #1 PREZZO: € 2,99 su Amazon (Disponibile su KU) PAGINE: 276 USCITA: 10 Febbraio 2020 George Mitchell è un genio nel suo ambito di ricerca e il lavoro alla Genetech è tutto il suo mondo. Quando uno stalker minaccia la sua migliore ricercatrice non esita a chiedere aiuto a un’agenzia specializzata nella sicurezza aziendale e così Charles Medorì entra nella sua vita. Charles è un ragazzo impulsivo, irritante e bellissimo con l’incredibile dote di riuscire a dire sempre le parole giuste…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

TITOLO: Alchimie pericolose
AUTORE: A.I. Cudil
CASA EDITRICE: Self Publishing
GENERE: Gay Romance / Romantic Suspence
SERIE: Pessimi Soggetti #1
PREZZO: € 2,99 su Amazon (Disponibile su KU)
PAGINE: 276
USCITA: 10 Febbraio 2020

George Mitchell è un genio nel suo ambito di ricerca e il lavoro alla Genetech è tutto il suo mondo. Quando uno stalker minaccia la sua migliore ricercatrice non esita a chiedere aiuto a un’agenzia specializzata nella sicurezza aziendale e così Charles Medorì entra nella sua vita. Charles è un ragazzo impulsivo, irritante e bellissimo con l’incredibile dote di riuscire a dire sempre le parole giuste per fargli perdere le staffe.
Charles Medorì adora essere uno dei Pessimi Soggetti, uno dei ragazzi della DBM Security, è felice di aiutare le persone in difficoltà. Ma quando incontra George Mitchell l’unica cosa che desidera fare è scuotere la granitica compostezza di quell’uomo dallo sguardo tagliente che lo infiamma come mai prima nessuno era riuscito.
Durante l’indagine per scoprire chi sia lo stalker che vuole uccidere la scienziata di Genetech tra George e Charles inizierà un gioco rischioso che li porterà a scoprire quale sia la formula per trovare il giusto calore, così da sciogliere il ghiaccio senza che il fuoco li bruci entrambi. Perché l’attrazione che sentono è incomprensibile, un’alchimia magica e così pericolosa da mettere a repentaglio anche le loro vite.

Romanzo autoconclusivo. Contiene scene esplicite e se ne sconsiglia la lettura a minori di diciotto anni.

2011– A sedici anni Charles Midori viene sorpreso con le mani nel sacco, o meglio sul pacco, dal padre. Si era rifugiato nel garage con un suo coetaneo, erano i suoi primi approcci, il padre non doveva rincasare se non sul tardi, purtroppo per lui però è tornato prima e da lì il dramma: il genitore non vuole avere niente a che fare con un figlio “frocio” e lo caccia di casa seduta stante, lo spedisce dalla zia e intanto parte in missione punitiva contro l’altro ragazzo. Charles lo chiama per avvertirlo ma questo lo liquida in malo modo e per il giovane innamorato è l’ennesimo duro colpo.

2017– Cinque anni dopo è in missione sotto copertura per la gendarmeria di Nizza, un’operazione importante per incastrare un grosso trafficante, la sua tutor è Isabel Blanche.
Quando assiste a violenze su un bambino e il padre lo apostrofa in malo modo dicendo che suo figlio non può essere un frocio, Charles a quel punto ha un déjà-vu e non riesce a non intervenire, lo fa piuttosto irruentemente a dire il vero.
La copertura è ormai bruciata e l’operazione salta, Midori è congedato e Isabel che non ci sta, si dimette.

La donna propone allora a Charles di continuare in veste privata per la DBM security, l’agenzia investigativa che prende il nome dai due fondatori Du Bois Dominique e Moreau Paul, a capo l’uno della divisione di Parigi e il secondo di quella di Nizza.
È qui che troviamo i Pessimi Soggetti, Isabel il camaleonte, Anton l’hacker, Charles il braccio armato e Paul la mente diabolica. Sono pessimi soggetti, in quanto non rispettano le regole pur di raggiungere i loro obiettivi.

2018– Quando in agenzia giunge una chiamata da parte di George Mitchell, scienziato a capo di un importante team alla Genetech, allarmato per le minacce ricevute dalla sua ottima ricercatrice Claire Masson e dalla figlia della donna, viene reclutata la sezione operativa di Nizza e vengono fatti spostare tutti a Parigi. George inizialmente non fa una gran bella figura perché lì per lì sembra maggiormente focalizzato sulla ricerca che sulla salute e incolumità della sua collaboratrice, ma ben presto si capirà che la preoccupazione per la donna è sincera. In effetti quando Charles lo vede per la prima volta lo trova affascinante ma spocchioso, e si rivolge a lui in maniera irriverente, per poi ricredersi velocemente sul suo affrettato giudizio.
L’attrazione tra i due è tale che travalica la differenza di età, ceto e cultura, sono perfettamente complementari tra loro, purtroppo però le insicurezze del ragazzo e l’incapacità di George di improvvisare ed esternare chiaramente i propri sentimenti, fanno sì che si creino malintesi a gogò, alle volte così pericolosi da essere quasi fatali.
Claire sì scoprirà essere il grande amore perduto di Paul e, quando finalmente riescono a sventare il piano di chi la perseguitava mettendo agli arresti l’attentatore, a Charles viene proposto dal suo ex capo di Gendarmeria Andres di riscattarsi e concludere l’operazione saltata l’anno precedente. Per il ragazzo è impossibile rifiutare, ma rischia di finire in una trappola mortale, anche perché è partito in missione senza aver chiarito con George ed è meno attento del solito. Fortunatamente grazie all’intervento del bel professore il peggio non accade.

Bella la caratterizzazione dei vari personaggi, non solo i protagonisti, tanto da farti venire voglia di leggere gli altri volumi dei Pessimi Soggetti per vedere cosa ne sarà di loro.
L’alchimia tra i due protagonisti è tale che si rischia di rimanere scottati.
George più si conosce e più si apprezza man mano che la storia evolve. Charles, malgrado il suo lavoro da duro, fa tenerezza, è un cucciolotto a cui tante cose sono andate storte, talmente abituato a prendere porte in faccia che non capisce bene le dinamiche tra lui e lo scienziato.
Confesso ho scelto di leggere il libro per il titolo, non mi interessava sapere nemmeno che genere fosse, e devo ammettere che la scelta fatta così d’istinto è stata una scelta fortunata.

 

 

ladykira

ladykira
Babyladykira Admin founder RFS

Lascia un Commento