Home » Recensione libri » Recensione: La maledizione del deserto di Michela Piazza e Pamela Boiocchi

Recensione: La maledizione del deserto di Michela Piazza e Pamela Boiocchi

TITOLO: La maledizione del deserto

AUTRICI: Pamela Boiocchi & Michela Piazza

EDITORE: Mondadori

GENERE: Romanzo Rosa Storico

DATA DI USCITA: 04 giugno 2022

Il grande sogno di Isadora Honeyfield è quello di lasciare un segno nella storia dell’archeologia, anche se nessuno dei suoi colleghi uomini sembra prenderla sul serio. Stanca di essere trattata con sufficienza, Isadora decide di cercare in Egitto una tomba sconosciuta con l’intento di provare il suo valore. Ma una violenta tempesta di sabbia la separa dalle sue guide e solo il fortunoso incontro con un uomo dagli occhi impari la salverà. Questo affascinante gentiluomo è Caleb Cox, un avventuriero o forse un pericoloso predone. Lui si offre di aiutarla a realizzare la sua scoperta, ma lei potrà davvero fidarsi di un uomo tanto misterioso quanto magnetico?

Care amiche, chi di noi non ha subìto almeno una volta l’attrazione per tutto ciò che riguarda l’antico Egitto? Chi non ha sognato di essere trasportata a dorso di un cammello, abbracciata a un affascinante sconosciuto dagli occhi impari?

Sole abbacinante e misteri vecchi tremila anni faranno il resto in questo nuovo splendido romance storico scritto dalle nostre talentuose Peperoncine Nazionali.

Leggeremo dunque le avventure di Isadora Honeyfield che partita al seguito della spedizione dello zio Arthur, colui che l’ha cresciuta alla morte dei genitori nonché eminente egittologo, è quanto mai determinata a conquistare un posto nel Gotha degli archeologi come studiosa esperta di quel tempo storico.

La sensazione che lo zio la tenga in poca considerazione la spinge a raggiungere, guidata da un gruppo di beduini da lei prezzolati, un’importante sito archeologico ancora inesplorato.

Una tempesta di sabbia la coglierà nel bel mezzo del deserto dove, abbandonata dai suoi cammellieri, verrà soccorsa da Caleb Cox un misterioso e affascinante predone che si rivelerà un compatriota nonché collega appartenente all’importante associazione volta alla salvaguardia dei reperti egizi.

Affascinata dall’uomo e decisa a proseguire nella sua missione tesa alla scoperta del secolo, Isadora unirà le loro forze per scovare una tomba ancora inesplorata: il sepolcro di Tama, una giovane sepolta in una zona desertica lontana dai consueti centri religiosi, apparentemente condannata a una Damnatio Memoriae.

La straordinaria scoperta renderà Dora e Caleb molto famosi in patria ma li esporrà anche al rischio di una morte orribile per colpa di una maledizione che colpisce i profanatori della tomba.

Tanta avventura, passione e sensualità in questo romance che vi intratterrà con scene di fuoco tra le lenzuola e con colpi di scena degni di un film di avventura alla Indiana Jones.

Correte dunque in edicola e su tutti gli store online!

Click to rate this post!
[Total: 1 Average: 5]
TITOLO: La maledizione del deserto AUTRICI: Pamela Boiocchi & Michela Piazza EDITORE: Mondadori GENERE: Romanzo Rosa Storico DATA DI USCITA: 04 giugno 2022 Il grande sogno di Isadora Honeyfield è quello di lasciare un segno nella storia dell'archeologia, anche se nessuno dei suoi colleghi uomini sembra prenderla sul serio. Stanca di essere trattata con sufficienza, Isadora decide di cercare in Egitto una tomba sconosciuta con l'intento di provare il suo valore. Ma una violenta tempesta di sabbia la separa dalle sue guide e solo il fortunoso incontro con un uomo dagli occhi impari la salverà. Questo affascinante gentiluomo è Caleb…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento