Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione Film – Infinite

Recensione Film – Infinite

 

Siete amanti del paranormale con un tocco di complottismo? Allora Infinite fa per voi!

Il trailer mi ha subito incuriosito: super scene di esplosioni mixate a corse in auto di lusso e azione a palate. E il film è addirittura meglio di quanto mi aspettassi!

Dopo tante storie in cui la trama si assomiglia, questa dà un tocco di novità, raccontandoci una storia che vanta le sue origini all’inizio del mondo.

Gli “infiniti” sono degli esseri umani in grado di ricordare dettagliatamente le loro vite passate; incredibilmente figo, lasciatemelo dire. Se precedentemente erano Russi nella loro attuale esistenza sapranno parlare perfettamente il russo.

 

I ricordi arrivano con la pubertà e questo surplus di informazioni non è cosa da poco. Il nostro protagonista, ormai quattordicenne, inizia ad avere i primi sogni reali, manifestazioni del passato che ancora non sapeva di avere; questo lo destabilizza fino a farlo finire in un ospedale psichiatrico e, successivamente, a tentare il suicidio.

Non sa proprio come spiegarsi perché sia in grado di forgiare una katana originale di secoli fa, e tutto ciò lo lascia stupito e ormai disinteressato a capire come possa accadere una cosa del genere.

Tutto gira intorno ai costosi psicofarmaci che prende per bloccare il flusso di immagini realistiche, senza sapere che fa parte dei Credenti, infiniti che puntano a salvaguardare l’umanità mettendo il sapere acquisito in tante vite al suo servizio. Questi sono in lotta con i Nichilisti, che hanno lo scopo di distruggere ogni vita sulla terra in modo da interrompere il loop che li riporta continuamente all’inizio.

Il protagonista è Mark Wahlberg che già ci dà garanzia che il cast è qualcosa di meritevole; l’attore, infatti, dona al personaggio un tocco di vissuto, che ci coinvolge e non ci permette di staccare lo sguardo dallo schermo.

I sentimenti hanno un ruolo marginale e, anche se presenti, non sfociano nell’amore, come succede nella maggior parte delle pellicole; ho particolarmente apprezzato la cosa, nonostante io sia una romantica che ama il lieto fine. Mi è piaciuto questo tocco contro corrente che non toglie nulla e, anzi, dà una nota in più al tema dell’amicizia

 

.

La storia è scorrevole, piena di colpi di scena e azione, con Aston Martin corazzate che sfondano muri e combattimenti senza gravità al cardiopalmo.

Mi è piaciuto davvero tanto e sto iniziando ad apprezzare le nuove uscite della piattaforma Amazon Prime che, negli ultimi tempi, era povera di novità che valessero la pena d’esser viste.

Davvero una bella storia, che piacerà a chi ama le scene alla Fast and furious con un tocco alla John Wick e un po’ di magia alla Ruby Red.

 

 

 

Click to rate this post!
[Total: 3 Average: 3]

Francesca

Lascia un Commento