Home / Recensione libri / Recensione: Tutti i problemi dell’amore di Karina Halle THE ROYAL ROUGE#4

Recensione: Tutti i problemi dell’amore di Karina Halle THE ROYAL ROUGE#4

  Titolo originale: The Royal Rogue Serie: Royal Romance #4 Autore: Karina Halle Editore: Newton Compton Genere: Contemporary Romance 1. Il Principe Svedese 2. Il nostro amore quasi perfetto 3. Un cuore di ghiaccio 4. Tutti i problemi dell'amore In ogni famiglia c'è una pecora nera. Nella famiglia reale di Danimarca, ci sono io.Il mondo mi conosce come la Principessa Stella, ma io non mi sono mai sentita nobile. Sono una madre single, divorziata, piena di guai e costantemente messa in ombra dal magnetismo di mio fratello, il re Aksel. Non che la cosa mi dispiaccia, sono abituata a stare…

Score

vota la nostra recensione

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

 

Titolo originale: The Royal Rogue
Serie: Royal Romance #4
Autore: Karina Halle
Editore: Newton Compton
Genere: Contemporary Romance

1. Il Principe Svedese
2. Il nostro amore quasi perfetto
3. Un cuore di ghiaccio
4. Tutti i problemi dell’amore

In ogni famiglia c’è una pecora nera. Nella famiglia reale di Danimarca, ci sono io.Il mondo mi conosce come la Principessa Stella, ma io non mi sono mai sentita nobile. Sono una madre single, divorziata, piena di guai e costantemente messa in ombra dal magnetismo di mio fratello, il re Aksel. Non che la cosa mi dispiaccia, sono abituata a stare in disparte. Per me tutto quello che conta è mia figlia Anya: ha nove anni ed è la cosa più importante della mia vita.
Pensavo di avere trovato un precario equilibrio fino a quando tutto il mio mondo non è stato sconvolto dall’incontro con il Principe Orlando di Monaco. Ci ho messo poco a capire perché i media l’avessero definito una “canaglia reale”. Non riesco a resistere al suo sorriso sfacciato, ma voglio tenermi lontana dai guai. Per questo, dopo un incontro bollente, ho deciso di non rivederlo mai più… Almeno fino a che il destino non ha stabilito diversamente.

Care fenici, eccoci nuovamente nel palazzo reale di Copenaghen, dove avevamo visto sbocciare l’amore tra il gelido re Aksel di Danimarca e la bella tata delle due figlie, l’australiana Aurora.
Proprio durante la loro assenza da Palazzo, per uno degli innumerevoli viaggi di piacere, ritroviamo Stella, principessa di Danimarca e sorella di re Aksel. Come sempre è lei che fa gli onori di casa della famiglia reale quando serve e si precipita dall’Inghilterra, luogo in cui vive in maniera dimessa e riservata con la sua bambina di nove anni, la piccola Anya.
Durante la visita di stato dell’eccentrica famiglia reale di Monaco, Stella incontra il principe Orlando, conosciuto come “canaglia reale” o “principe sexy” e con questo ho detto tutto.
Con questo romanzo la nostra scrittrice ha dato il meglio di sé, ho divorato le pagine non riuscendo a interrompere la lettura. Ogni libro di questa serie è autoconclusivo e nonostante abbia un filo conduttore con gli altri volumi non è necessaria la lettura dei precedenti.
L’inizio è esplosivo, sono rimasta spiazzata dalla prorompente sensualità di questo principe monegasco, ma udite udite… la principessa dimessa e tutta d’un pezzo di prima, esce fuori in un baleno regalandoci momenti di fuoco ma, ahimé, facendosi anche abbindolare da questo mascalzone in quattro e quattr’otto.
La descrizione di Orlando è tutto dire: un metro e novanta di muscoli che a trentaquattro anni mantiene andando in palestra costantemente, capelli biondi e carnagione abbronzata, ma ciò che colpisce di più è quell’aria spavalda e canagliesca da tipico playboy.
La capitolazione di Stella alle avances del bel principe è immediata ma anche percependo subito che Orlando sarà fonte di guai, la sua condotta spregiudicata… le costerà cara.
Dopo il doloroso divorzio e gli anni di solitudine facendo soltanto la mamma single, la bella principessa riesce a provare di nuovo dei sentimenti che la fanno sentire libera e disinibita.
Ma, per la triste principessa, il lieto fine sembra che sia una parola effimera e irraggiungibile, ancora una volta dovrà affrontare una realtà che mai avrebbe pensato di rivivere…
Vi avviso che il maialino snarf snarf farà ancora la sua comparsa, questa volta con qualche chilo di più.
La lettura l’ho trovata gradevole e molto scorrevole, con un’ambientazione varia e personaggi interessanti e anticonvenzionali che rendono il romanzo molto coinvolgente.
Tutti i protagonisti che fanno parte dell’immaginario collettivo, Karina Halle è riuscita a renderli molto… “reali”, facendo partecipe il lettore di un mondo che mai avremmo avuto modo di esplorare.
Ho apprezzato nuovamente lo stile di questa scrittrice che ancora una volta mi ha incantata. Buona lettura.

 

ladykira

ladykira
Admin founder RFS

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: “Il miliardario e la ragazza sveglia” di Annika Martin

Quando mi viene assegnato il compito di trovare ...