Home » Recensione libri » Recensione: “Una Miss di campagna” di Vivienne Lorret

Recensione: “Una Miss di campagna” di Vivienne Lorret

Liam Cavanaugh, Conte di Wolford, si sveglia confuso e dolorante in un letto sconosciuto, avvolto in bende che gli impediscono di vedere e senza alcuna memoria di chi lo abbia picchiato tanto violentemente da arrivare quasi a ucciderlo. Per qualche giorno la sua vita si riduce al buio e al dolore che prova e che solo la dolce voce della domestica incaricata di prendersi cura di lui, oltre a un fugace bacio rubato a quelle morbide labbra, riescono ad alleviare. Quando infine le ferite guariscono, Liam scopre che la giovane non è affatto una cameriera, bensì la figlia di un baronetto di campagna appena arrivata a Londra e già vittima del giudizio del ton a causa della sua zoppia. Intenzionato a proteggerla, Liam rinuncia alle abitudini da libertino dissoluto per cui è noto e inizia a frequentare i ricevimenti rispettabili per starle accanto… finendo tuttavia per metterla in serio pericolo.

Carissime amiche, Fenici!
oggi vi racconto di un delizioso romanzo storico di cui mi ha attratto, oltre la trama, anche la bella copertina dove spicca un’immagine d’altri tempi.
Devo dire che le mie aspettative non sono rimaste disattese e mi sono trovata per le mani davvero una bella storia, scritta con uno stile molto vivace e moderno.
La protagonista è Adeline Pimm, figlia dei Baroni di Boswick che, al suo arrivo a Londra per partecipare alla Stagione, trova un gentiluomo accasciato sulla porta di casa. Il sangue che lo ricopre e le pessime condizioni in cui riversa, lasciano pensare a un vittima di un’aggressione fisica.
La giovane e i suoi genitori non esitano a soccorrerlo, ma data la momentanea assenza dei domestici, è proprio Adeline a occuparsene. Pur non sapendo nulla dell’uomo, la giovane donna subisce da subito il fascino della prestanza fisica dello sfortunato ferito che, solo successivamente si apprenderà essere Liam Cavanaugh, un nobile pari d’Inghilterra con l’hobby del collezionismo di reperti archeologici, notoriamente allergico al matrimonio ma amante della bella vita e delle avventure.
La forzata permanenza in casa Boswick dov’è accolto e trattato come uno ospite di riguardo mal si adattano agli usi e alle consuetudini del Ton Londinese e ciò, rappresenterà fin da subito una novità nella vita sregolata di Liam.
A colpirlo maggiormente però sarà Adeline, la ragazza possiede infatti un carattere forte, indipendente e avventuroso che la spinge, nonostante la zoppia che la mortifica dall’infanzia inibendole il ballo, a voler vivere tutte le altre possibili esperienze che la Londra delle feste e del tè delle 5 può offrirle.
Sebbene Adeline dissimuli piuttosto bene il suo handicap utilizzando uno stivaletto rialzato e stando ben attenta a non esporre i piedi fuori dall’orlo dell’abito; è ben consapevole della sua menomazione. Per questo motivo la ragazza non ha alcuna aspirazione a trovare un marito che la commiseri e provi pietà verso la sua condizione.
Così tra un ballo e un furto con scasso, si sviluppa la bella storia d’amore tra i due protagonisti, entrambi reticenti al matrimonio ma appassionatamente attratti l’uno verso l’altra. Galeotta sarà la chiave di una porta comunicante tra due appartamenti che renderà possibili degli incontri notturni decisamente bollenti.
Bella storia, scorrevole e con la giusta tensione narrativa. Le scene d’amore sono descritte con un’eros raffinato e alta tensione erotica. Ho particolarmente apprezzato la caratterizzazione dei personaggi e la nota finale, un colpo di scena molto simpatico.
Lo consiglio sicuramente per trascorrere un paio d’ore in relax immersi nella Londra di fine 800’.

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: Un’altra prospettiva di Annabelle Jacobs

COLLANA: RAINBOW Titolo: Un’altra prospettiva Titolo originale: Always ...