Home » Recensione libri » Recensione: Prendimi subito di Vanessa Vale Bridgewater County #3

Recensione: Prendimi subito di Vanessa Vale Bridgewater County #3

Titolo: Prendimi subito Serie: Bridgewater County Genere: contemporaneo/erotico Formato : solo ebook   1- Cavalcami con passione recensione QUI 2- Rivendicami con forza recensione QUI 3-Prendimi subito 4-Hold Me Close 5-Make Me Yours 6-Kiss Me Crazy L’hanno rivendicata una volta. Dopo sette anni nell’esercito, sono a casa. Adesso, la rivendicheranno di nuovo. Rory e Cooper non si sono dimenticati di Ivy. È quella giusta per loro, quella che hanno rivendicato in una notte stellata prima di partire per il centro di addestramento militare. Non si erano aspettati che sarebbero passati sette anni prima di rivederla. È cambiata, nasconde dei segreti.…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Titolo: Prendimi subito

Serie: Bridgewater County

Genere: contemporaneo/erotico

Formato : solo ebook

 

1- Cavalcami con passione recensione QUI

2- Rivendicami con forza recensione QUI

3-Prendimi subito

4-Hold Me Close

5-Make Me Yours

6-Kiss Me Crazy

L’hanno rivendicata una volta. Dopo sette anni nell’esercito, sono a casa. Adesso, la rivendicheranno di nuovo.

Rory e Cooper non si sono dimenticati di Ivy. È quella giusta per loro, quella che hanno rivendicato in una notte stellata prima di partire per il centro di addestramento militare. Non si erano aspettati che sarebbero passati sette anni prima di rivederla. È cambiata, nasconde dei segreti. Ma a loro non importa. Faranno tutto ciò che è in loro potere per farla loro. Perché a Bridgewater, un cowboy non è mai abbastanza.

Appena diciottenni, con le strade davanti a loro che si stavano per dividere, Ivy, Rory e Cooper decidono di passare la loro ultima notte a Bridgewater insieme. Perderanno tutti la verginità in quella notte fatta di passione. Sembrerebbe la loro unica possibilità per consumare il loro amore: Ivy sta per andare a Seattle per frequentare il college, mentre i due ragazzi si sono arruolati nell’esercito e lasceranno a breve anche loro la cittadina.
Passati sette anni, i due soldati tornano nella loro cittadina natale, aprono un’impresa, ma sentono la mancanza di Ivy, di cui hanno perso ogni traccia: la nonna della ragazza con cui viveva è morta poco dopo l’inizio del college e, da allora, Ivy non si è più vista a Bridgewater. Intenzionati a riaverla nella propria vita, chiedono notizie a Jessie, che fa presente loro che devono cercare i parenti rimasti in vita della ragazza. È così che, un giorno, si presentano a Seattle fuori dalla sede di lavoro della donna, che nel frattempo è diventata insegnante di scuola primaria.
Ivy ha un tuffo al cuore, sebbene le siano mancati oltre ogni dire e sia sollevata di vederli sani e salvi, al momento nella sua vita non c’ è spazio per loro, anche perché quella notte di sette anni fa ha sancito un enorme cambiamento nella vita della ragazza: nove mesi dopo è nata Lily, e non ha informato i padri, per permettere loro di seguire la propria strada. Adesso questo segreto tra loro potrebbe far precipitare gli eventi.
Malgrado tutto, accetta di passare una notte con loro, fermamente intenzionata a dirgli dir loro addio il giorno dopo, ma la caparbietà dei ragazzi manderà a monte i suoi piani.
Come reagiranno di fronte a una paternità inaspettata?
Eccoci al terzo capitolo di Bridgewater Country, in questo libro ho riscontrato la volontà dell’autrice di delineare con più profondità i suoi protagonisti. Cooper, vittima di un attentato, ha visto morire i soldati che stava trasportando in elicottero, e quell’evento oltre a sancire il suo congedo, lo ha segnato nel corpo e nello spirito e non è più il ragazzo di sette anni prima. Rory si sente in colpa per aver coinvolto l’amico in quello che, fondamentalmente, era il suo sogno. Ivy ha dovuto fare i conti con una gravidanza in giovane età, senza poter contare sugli uomini della sua vita, ha dovuto sospendere gli studi e solo in seguito ha potuto realizzare i suoi sogni, diventando insegnante.
Questo depone a favore della Vale, che ha cercato di dare maggiore spessore alla storia, però, purtroppo, le note dolenti rimangono. Sebbene, inizialmente, la traduzione sembrerebbe migliorata rispetto alle precedenti, man mano che ci si avvicina alle scene di sesso si perde parte della grammatica, inoltre la scurrilità la fa sempre da padrone (ma questa è questione di gusti, per l’amor del cielo).
Ciò che appariva grottesco e divertente nei libri precedenti, qui perde parte del suo fascino, proprio perché vi è un tentativo di “elevazione” dei contenuti non del tutto riuscito. Probabilmente, con una traduzione più accurata il libro nel suo complesso sarebbe più godibile.
Il sesso, come al solito, non manca, tra lo sboccato e il grezzo, un po’ a stridere con l’immagine che i tre ci mostrano finché non ci danno dentro.

 

ladykira

ladykira
Babyladykira Admin founder RFS

Lascia un Commento