Home / Recensione libri / Review Party con recensione: “Ricordami che sono felice” di Daniela Volontè

Review Party con recensione: “Ricordami che sono felice” di Daniela Volontè

Care Fenici oggi partecipiamo al Review  Party di questo bellissimo romanzo e ce ne parlerà Emanuela.

Isabelle ha sedici anni quando i suoi genitori vengono uccisi. Il mondo crolla, frantumando i suoi sogni, e decide di dedicare la vita alla vendetta. Appena incontra Luca, quella strada che sembrava già tracciata cambia prospettiva e i loro obiettivi entrano in collisione. Nessuno dei due vuole cedere ed entrambi sono disposti a pagare a caro prezzo le proprie scelte.

«Sono già stata fin troppo egoista ed è arrivato il momento di scrivere quel nome in cima all’elenco delle mie priorità. Ho chiuso con il passato e adesso posso pensare al presente… Spero solo che non sia troppo tardi».

«Se n’è andata. Mi ha lasciato per rincorrere il suo unico scopo e si è portata via un pezzo della mia anima. Vorrei inseguirla e convincerla a tornare, ma non è la vita che vuole… finirebbe per odiarmi e posso sopportare tutto, tranne questo».

Riusciranno a ricordare cosa sia la felicità?

Ho letto con molto interesse la storia di Luca e Isabelle, due poliziotti segretamente uniti da un legame di passione e amore, nascosti agli occhi della società per colpa della missione da infiltrata di lei.

Sono due personalità complesse, profonde e ricche di sfaccettature. Lui è un giovane serio, che svolge il proprio lavoro con passione e dedizione, niente drammi familiari nel suo passato ma tanta pazienza e tenacia volte a preservare e coltivare l’amore per una donna con una dolorosa storia alle spalle causata dalla tragica perdita dei genitori e posseduta da un desiderio di vendetta coltivato con meticolosa precisione.

Nelle rare occasioni in cui riescono a stare insieme volano scintille di un erotismo rovente, emozionante ma mai volgare, pieno di passione e fuoco. Il loro amore è fatto di mille gesti d’affetto e devozione, e lo si percepisce chiaramente dalle pagine di questa brava autrice italiana.

La storia è ritmata e il giusto pizzico di atmosfera da criminal scene la rendono simile a un film poliziesco della miglior scuola, con una tensione narrativa non indifferente. La curiosità per quanto accade ai due innamorati non abbandona il lettore fino alle ultime pagine… è veramente un piacere andare avanti per scoprire come va a finire.

Emozionanti le scene finali e commovente l’happy ending, scritto senza fretta, soddisfacendo tutte le attese.

Veramente un buon libro da non perdere!

 

Emanuela

Emanuela
x

Check Also

Recensione: “Moonshadow #1 Trilogia Moonshadow” di di Thea Harrison

Il suo passato è una tela bianca, il ...