Home » Recensione libri » Recensione: “Un’occasione perfetta” di David Mars

Recensione: “Un’occasione perfetta” di David Mars

Stefan Meier è deciso a fare di tutto pur di vincere la battaglia legale in cui è coinvolto per ottenere la custodia del nipotino Damon. Peccato che il suo unico, possibile alleato in questa causa sia “Sua Emittenza” Nick Fraser, un affascinante e irresistibile personaggio ambito da uomini e donne, proprietario di numerose reti televisive.Il problema per Stefan è accettare la proposta di Nick: nel loro caso il matrimonio è davvero l’unica carta vincente. Ma sarà una soluzione di natura solo utilitarista?

Bentornate Fenici, oggi vi parlo di un libro molto carino.

Narra la storia d’amore tra Nicholas e Stefan, ma il tutto si intreccia anche con altre vicende non comuni.

Il racconto inizia con Nicholas Fraser e Stefan Meier che si affrontano in tribunale per ottenere la custodia del loro nipote, il piccolo Damon.

Quando nel pomeriggio Stefan raggiunse la scuola, suo nipote si trovava in giardino a giocare con gli altri bambini.

Non appena lo vide, Damon gli corse incontro sorridendo.

Come al solito il comportamento spontaneo e allegro del piccolo gli provocò un’ondata di gioia.

Gli voleva bene come se fosse suo, al punto che non riusciva più a immaginare la vita senza di lui.

Quel giorno, però, prendendolo in braccio provò una stretta al cuore.

Se non avesse trovato in fretta una soluzione, il giudice gli avrebbe tolto la tutela temporanea di Damon e lo avrebbe perso.

Forse per sempre.”

Damon è figlio di Jessica, la sorella di Stefan, e di Rayan, il fratello di Nicholas.

Ryan è morto da più di un anno in un incidente stradale e la moglie Jessica lo ha seguito poco dopo a causa di una malattia che non le ha lasciato scampo, nonostante il fratello avesse speso molti soldi nel tentativo di curarla.

Quando ho letto questa parte il mio cuore si è messo a lacrimare per il piccolo cucciolo, ma per fortuna ha due zii che lo amano. Ho fatto anche una riflessione sul nostro servizio sanitario che, sebbene imperfetto, aiuta tutti coloro che hanno bisogno, senza ridurli sul lastrico per rifonderne i costi.

Durante un’udienza per l’affido del piccolo, Nicholas e Stefan vengono a sapere che un’altra persona ha chiesto la tutela del nipote: si tratta di Katherin, figlia della seconda moglie del padre di Nicholas.

Quando una persona chiede la custodia di un minore senza averlo mai visto né sentito, a mio parere, è un po’ sospetto, non mi piacciono le persone che usano i bambini.

Però non voglio raccontarvi tutto il libro che, a parte la questione spinosa della disputa giudiziaria, è molto bello; in particolare il rapporto tra Stefan e Damon, che vivono insieme da quando la madre del piccolo si è ammalata, è toccante.

Anche Nicolas, nei confronti del bambino, mostra una dolcezza e un coinvolgimento che impressiona e intenerisce, soprattutto considerata la sua reputazione da latin lover.

È bello vedere come due uomini, che hanno lavori di responsabilità e caratteri così diversi, riescano a amare e a partecipare attivamente alla vita del nipote, che ovviamente li adora.

Un particolare che mi è piaciuto molto è il fatto che, al di là della classe sociale, tutti i personaggi del libro si sono ribellati alle rispettive tradizioni e aspirazioni familiari per vivere il loro sogno.

Jessica e Ryan si sono innamorati quando erano molto giovani, lei aveva diciassette anni e lui venti, e sono fuggiti per vivere insieme

Le loro famiglie non l’hanno presa bene, in modo particolare i genitori di Jessica; il padre della ragazza era un maggiore dei Marines ora in pensione che non approvava il modo spensierato di vivere di Ryan.

Come li capisco, a me sarebbe venuto un colpo!.

Per questa ragione, i nonni materni per diverso tempo avevano visto poco il nipote.

Anche Nicholas e Stefan sono andati contro il volere dei loro padri: il primo, invece di seguire le orme della famiglia nella politica e nella finanza, si è costruito da solo un’ottima posizione nel ramo delle telecomunicazioni e ora possiede la rete televisiva della Pennsylvania; il secondo, invece, disdegnata la carriera militare che il padre auspicava, oggi è responsabile del settore marketing di un‘importante azienda che ricicla immondizia.

Un uomo sexy e green, cosa possiamo volere di più!.

Era così stanco di lottare con una parte di sé stesso. E in quel momento fu un sollievo scoprire che poteva arrendersi senza paura.

D’impulso gli circondò il collo con le braccia stringendolo a sé come se potesse svanire da un momento all’altro.

<<Resta con me, stanotte. Ti prego, Nick,>> mormorò.

Lo sentì trattenere il respiro.

Poi lui lo sollevò da terra come fosse un bambino.

Nick gli sorrise sensualmente, mentre lo posava sul letto sovrastandolo.

Cominciò a baciarlo con passione, mentre le loro mani toccavano ovunque, si desideravano, avevano desiderio l’uno dell’altro, avevano aspettato troppo, e ora i dubbi erano stati superati, desideravano solo donarsi il loro amore, erano eccitatissimi.”

Oltre alle vicende familiari, questo romanzo ci raccontata anche una storia d’amore.

Il suo inizio non è dei più facili e gli ostacoli da superare saranno tanti.

La differenza di carattere dei due protagonisti porterà a situazioni divertenti, ma solo per noi che leggiamo.

Interessante è il fatto che la scrittrice non dà alcuna rilevanza alla disparità finanziaria tra Nicholas e Stefan; sono semplicemente due zii che hanno un rapporto paritario con il nipote, al di là delle rispettive capacità economiche.

Anche nel rapporto tra loro i soldi non hanno un ruolo predominante.

Nicholas potrebbe viziare tantissimo questo bambino e usare il suo patrimonio per cercare di comprare il suo affetto, invece decide di impartirgli delle regole precise, educandolo al rispetto con amorevole fermezza.

Una lettura piacevole e leggera, che vi farà rilassare insieme a due zii molto sexy.

Buona lettura.

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento