Home / Made in Italy autori italiani famosi ed emergenti / Recensione: “Sarah Gilmore – Il Potere degli Dei” di Fabio Fanelli (serie Sarah Gilmore #2)

Recensione: “Sarah Gilmore – Il Potere degli Dei” di Fabio Fanelli (serie Sarah Gilmore #2)

Care Fenici, con colpevole ritardo vi parliamo di questo bel libro di Fabio Fanelli: ecco la recensione di Lucia per “Sarah Gilmore – Il Potere degli Dei”

Il Grimorio è scomparso, svanito nel nulla.
Sarah dovrà affrontare una nuova avventura, nuovi ostacoli e un nuovo enigma: chi è riuscito a neutralizzare l’incantesimo di protezione della Tenuta?
Talia è intenzionata più che mai ad ottenere quello che desidera.
Nuove responsabilità attendono Sarah, che potrà fare affidamento solo sul suo istinto.
È ora di crescere, è ora di diventare la Custode che tutti si aspettano.

Sarah era sola, senza una protezione, con Clift tremante e pauroso della sua stessa ombra e Lola che, con suoi incantesimi, avrebbe fatto più danni che altro. In quella situazione era vulnerabile, non sarebbe riuscita a difendersi e a quel punto sarebbe stato facile catturarla o addirittura ucciderla. Eppure la vecchietta continuava a sorriderle senza muovere un muscolo, con le mani intrecciate sul grembo, quasi fosse una statua. Quell’atteggiamento le stava dando sui nervi: se aveva qualcosa da dirle, perché non farlo subito? Perché restarsene sulla soglia in silenzio? Doveva agire o correva il rischio di trascorrere tutta la mattinata o, addirittura, tutto il giorno lì senza far nulla. Prese una decisione e, con determinazione, fece un passo avanti verso la vecchietta sperando che quel gesto potesse incoraggiarla, ma Clift la bloccò afferrandola per un braccio.

«Miss Gilmore» disse, mentre sulla sua fronte rughe di preoccupazione iniziavano a comparire, rendendolo più vecchio di quanto non fosse, «non sappiamo nulla su questa donna» la implorò. «La prego, ragioni!» l’esortò l’uomo strattonandola leggermente.

Sarah, stanca delle paranoie di Clift, non gli diede ascolto e, lanciandogli un’occhiata fulminante, si liberò dalla sua presa avvicinandosi alla donna.

È un fantasy molto carino il libro di cui vi voglio parlare oggi: Sarah Gilmore. Il potere degli Dei. In questa storia troverete magie e incantesimi, inoltre, alcuni segreti che ci avevano intrigato nel primo capitolo verranno alla luce.

Ritroviamo in questo libro una Sarah più matura, che sta perdendo parte di quella ingenuità che ha permesso ai suoi nemici di prendere il Grimoiro, un libro di grande potere, a lei affidato. È un’occasione lieta quella a cui assistiamo nelle prime pagine: il matrimonio di due amici, un evento che sembra riportare un attimo di felicità sul volto di Sarah, gravato ora dalle sue nuove responsabilità. Atena infatti, sorprendendo tutti, le ha affidato la gestione dell’alleanza, e Sarah si trova a dover prendere decisioni di ogni genere, risolvendo problemi a volte tediosi. E per questo, che appena giunge alla sua presenza Calipso, la ninfa del lago, che le parla del pericolo che sta correndo la Foresta nera, Sarah decide contro il parere di Kaleb e Damian di intervenire. La sua decisione la farà, per la prima ma non ultima volta, scontrare con la volontà di Damian, che con il suo desiderio di proteggerla tenterà di minare la sua autorità. Ed è proprio nel suo atteggiamento verso l’uomo che ama che il lettore si rende conto di quanta strada abbia fatto questa ragazza, che pur dubitando ancora di se stessa a volte, è decisa finalmente a prendere fra le mani il suo destino e accettare il potere che le appartiene.

È un capitolo sicuramente più facile da leggere, non vi sono più i cambi fra presente e passato, che avevano appesantito un po’ la lettura del primo libro. Sarah è cresciuta tantissimo, adesso conosce il suo passato e sa quale destino le è riservato, ma il prendere decisioni non le viene ancora facile, sa che ogni suo ordine graverà sui suoi amici. L’atteggiamento di Damian la ferisce profondamente quando tenta di proteggerla, senza accorgersi di farla in questo modo apparire debole. In più, non sopporta l’atteggiamento del ragazzo verso Talia/Irina, lei infatti non riesce, nonostante tutto ciò che ha appreso, a rinunciare alla speranza di poter riavere la sua amica. Ciò dimostra che, in fondo, non ha perso del tutto la sua ingenuità. Sono davvero tantissimi gli avvenimenti che il lettore si troverà a vivere nelle pagine di questo libro, vedrà come il dolore possa rendere folle una persona, tanto da rinunciare alla sua anima pur di ottenere ciò che desidera. E sarà un colpo di scena davvero enorme, così come il prigioniero che dopo anni ritroverà la sua libertà. Il Grimorio è stato usato, lo scopo che ha raggiunto, però, è solo parziale e questo lascia molti interrogativi su ciò che accadrà adesso. Il nemico finalmente ha un volto, ma Sarah ha cominciato a usare i suoi grandi poteri e il sorprendente cliffhanger finale ci rimanda inevitabilmente al prossimo capitolo di questa serie che si sta rivelando davvero una lettura interessante.

Ben scritto, con qualche refuso di poca importanza, è un libro corposo con una trama ben strutturata e dei personaggi che risultano davvero ben caratterizzati.  Le amanti del fantasy troveranno fra le sue pagine tutto quello che si ama nel genere: prove da superare, magie, battaglie contro esseri malvagi, e un nemico potente che nel perseguire il suo scopo ha perso la sua umanità e che ora ha un alleato di cui non si conoscono i poteri. E poi c’è un’eroina che sta facendo un percorso di crescita che la porta a scoprire, a poco a poco, la sua forza e la sua determinazione, circondata da amici sempre pronti ad aiutarla. Una lettura davvero piacevole, che ci lascia ad aspettare il prossimo capitolo e vedere cosa il destino ha in serbo per la Custode del Grimorio.

 

 

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Recensione: “Royal darling – Emma Serie: I Rourke #3” di Kylie Gilmore

Una rock star inglese dalla fama di ragazzaccio ...