Home » Recensione libri » Recensione: Possesso e protezione – Serie: La lotteria del matrimonio vol. 1 di Stasia Black 

Recensione: Possesso e protezione – Serie: La lotteria del matrimonio vol. 1 di Stasia Black 

 

 

Titolo: Possesso e protezione 

Serie: La lotteria del matrimonio vol. 1 

Autore: Stasia Black 

Editore: Stasia Black author LLC

Genere: Romanzo erotico

Target età +18 anni

Data di pubblicazione: 20 ottobre 2022

  1. Possesso e protezione

  2. Possesso e piacere

  3. Possesso e matrimonio

  4. Possesso e sfida

  5. Possesso e riscatto

Nella Nuova Repubblica, ogni donna deve sposare cinque uomini.
È la legge.
Benvenuti nell’apocalisse.

Sto per perdere la verginità con cinque uomini.
Potrei chiamare questi uomini in molti modi.
Un gruppo di sconosciuti. Rapitori.
Ma mariti?
Ci vorrà un po’ per abituarmi.
Li odio.
Anche se mi hanno protetta da una banda di aggressori.
Mio fratello potrebbe essere ancora là fuori.
Quindi dovrò stare al gioco.
Sopportare il matrimonio.
Concedere il mio corpo ai miei neomariti.
C’è solo un problema, però.
Si rifiutano di concedermi la libertà.

E ora non possiedono solo il mio corpo.
… possiedono anche il mio cuore.

Attenzione: questo libro contiene alcuni elementi oscuri e affronta temi delicati. Si consiglia quindi ai lettori incerti sull’avventurarsi o meno in questo mondo apocalittico dalla realtà talvolta aspra di riflettere attentamente prima di iniziare la lettura.

 

Cinque uomini e una donna, un’unione e la nascita, così, di un nuovo clan attraverso la Lotteria del matrimonio.

Strano vero? Ma nella nuova Repubblica, governata dal Presidente Goddard, formatasi dopo l’arrivo del virus Xterminate che ha decimato il novanta percento della popolazione femminile, tutto ciò diventa la normalità nel luogo in cui è stata portata la nostra protagonista Audrey.

La storia è ambientata in un mondo post apocalittico, dove si ha un ritorno al passato quasi totale; la tecnologia non esiste quasi più, i mezzi di trasporto sono stati interamente dimezzati e viene utilizzata qualsiasi cosa pur di sfamare la comunità.

La ragazza è uno spirito libero, folle, a volte anche troppo testarda a mio parere e si ritrova a conoscere per opera del destino, o quasi, cinque esemplari di uomini tutti diversi fra loro.

Il primo che ho avuto la fortuna di conoscere, e di cui mi sono innamorata all’istante, è Nix Hale, tanto duro fuori quanto morbido dentro; sa dall’inizio alla fine del libro come proteggere la nostra protagonista, infondendole quel coraggio che a volte lei perde nel pensare alla sua vecchia vita, dove ha dovuto lasciare parecchie delle persone che ha amato.

Clark, invece, è il pavone del gruppo che ostenta tutta la sua bellezza e fascino. Le sue qualità, però, sin da subito non convincono Audrey, la quale è molto ostile nei suoi confronti, perché non ha intenzione di sposarsi, anzi, vuole fare di tutto per scappare e raggiungere Nomansland, dove l’aspetta una comunità tutta al femminile che ha il compito di proteggerla.

Ovviamente non poteva mancare il tenerone e tontolone all’interno del Clan Hale, Daniel; il nerd Ghaham e infine Mateo, un’anima spezzata a causa degli abusi subìti in passato, che la nostra protagonista ha quasi paura a toccare per non contaminarla.

 

Il matrimonio viene celebrato e così ha inizio la prima notte di nozze dove, credetemi, ho sentito nella pancia più fuochi d’artificio del quattro luglio.

Le scene sono descritte in maniera minuziosa, passionale, che fanno sospirare da quanto sono profonde; si può pensare che siano volgari, piene di parolacce, invece l’autrice ha saputo descrivere il sesso a sei come una scena d’amore, dove i protagonisti trattano la nostra vergine con i guanti, mettendo al primo posto le sue esigente, i suoi desideri e le sue richieste.

Sono stati momenti intimi molto toccanti, in cui vediamo cinque uomini nel pieno del loro vigore trattare Audrey come una regina.

 

La storia va avanti e anche se lei cerca ancora di scappare svariate volte, convinta che sia la cosa giusta da fare per lei, alla fine cede all’amore che comincia a provare.

Apprezza le loro peculiarità e le diversità.

Ho adorato anche Sophia, figlia del Presidente Goddard, personaggio secondario che sin dall’inizio è stata accanto alla nostra protagonista, una ragazza dolce, solare e con una voglia spassionata di compiere la maggiore età per avere una lotteria tutta per sé.

Questo è solo l’involucro che racchiude un libro pieno di eventi, amore, paura, sotterfugi, scoperte che ribalteranno gli eventi.

 

Ero partita un po’ prevenuta, in quanto avevo paura di avere a che fare con un romanzo pieno solo di scene di sesso banali e una storia superficiale, ho avuto modo di ricredermi e godermi il primo libro della serie La lotteria del matrimonio.

Lo stile della scrittrice è lineare, descrittivo, interessante e riesce a coinvolge a pieno il lettore che proverà un insieme di emozioni con i nostri protagonisti grazie all’alternanza dei POV.

Se questo primo romanzo mi è piaciuto così tanto, spero di continuare ad amare la serie con il secondo volume Possesso e piacere, dove troveremo un personaggio molto importante nella vita di Audrey.

A quest’opera do il massimo del punteggio, amata alla follia ed entrata nel mio repertorio dei libri che sicuramente in futuro avrò voglia di rileggere. 

 

Un bacio a sei, la vostra Mrs Steele.

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

ludovais

Lascia un Commento