Home » Recensione libri » Recensione: “Odioamore” di Penelope Ward

Recensione: “Odioamore” di Penelope Ward

Condividere una casa per le vacanze con un coinquilino sexy da morire dovrebbe essere un sogno che diventa realtà, giusto? Non se si tratta di Justin… l’unica persona che abbia mai amato… e che ora mi odia. Quando mia nonna è morta e mi ha lasciato metà della casa sull’isola di Aquidneck, c’era una trappola: l’altra metà appartiene al bambino che ha aiutato ad allevare. Lo stesso bambino che si è trasformato nell’adolescente a cui ho spezzato il cuore anni fa. Lo stesso adolescente che ora è un uomo con un corpo mozzafiato e una personalità complicata. Non lo vedevo da anni, e ora ci ritroviamo a convivere perché nessuno dei due è disposto a rinunciare alla casa. La cosa peggiore è che non è da solo. Ho capito presto che c’è una linea sottile tra amore e odio. Ho potuto guardare attraverso quel sorriso arrogante. Il ragazzino che conoscevo è ancora lì sotto. E anche il nostro legame. Proprio ora che non posso averlo, non l’ho mai desiderato di più.

“OdioAmore” è un romanzo di Penelope Ward, un’autrice americana che ha scalato le classifiche. In Italia i suoi libri sono ancora poco conosciuti, perché non tradotti. Si sa, qui da noi i libri arrivano sempre dopo eoni! Ho scelto di leggere questo libro perché mi trovo in un loop di letture su protagonisti guerrafondai che si danno addosso per tutto il libro, ma alla fine capitolano. E quando ho letto il titolo ho pensato: devo proprio leggerlo! E beh, mi è piaciuto molto! Un volume in cui la rabbia e l’amore si fondono, non si può essere così arrabbiati per qualcuno che non ti importa, giusto?

Il libro è diviso in due parti. Nella prima parte Amelia scopre che la nonna, dopo la sua morte, le ha lasciato la casa sulla spiaggia di Newport in eredità ma in condivisione con Justin Banks. Il ragazzo che era il suo migliore amico e del quale si era innamorata a 15 anni, il ragazzo che non vede da 9 anni e che la odia per essere scappata dopo aver scoperto alcuni segreti scottanti. Lei aveva provato a contattarlo per scusarsi, ma lui l’aveva sempre tenuta lontano, mentre ora sono obbligati ad incontrarsi. La seconda parte è diversa, un vero e proprio  percorso che li porterà a scontrarsi ancora, a chiarirsi nonostante la rabbia, i dubbi, il desiderio represso e le difficoltà, insieme all’arrivo di una nuova piccola protagonista: Bea. Sarà solo amicizia o amore?

La storia è arricchita da flashback sulla loro infanzia: come si sono conosciuti quando lui aveva 11 anni, il fatto che stavano sempre insieme, che condividevano un loro posto sicuro, che lui scriveva sempre canzoni per lei (l’ho trovato dolcissimo!!!); di quanto lei fosse innamorata del suo migliore amico, ma non fosse in grado di domare i propri ormoni. Crescendo la tensione si fa più sfibrante. Il fascino ed il magnetismo di Justin accompagnano tutto il libro, così come il desiderio represso dei due protagonisti. Justin, però, non è arrivato da solo, ma con la sua ragazza: Jade, ma Amelia si accorge che lo desidera come non mai, nonostante non possa averlo.

Le scene erotiche sono poche ma il desiderio accompagna tutto il libro: ogni pagina, ogni parola. Quindi si è sempre sull’orlo di un precipizio, sul pensiero che prima o poi uno dei due faccia un passo falso e si conosceranno in maniera molto più intima. Da non dimenticare Jade e sì, mi sono innamorata ancora di più di Justin ,per come uscirà da tutto questo caos (odio gli uomini che tradiscono la propria donna).

L’insegnante, il musicista, l’artista e la bambina. Un mondo di suoni, dove la rabbia si trasforma in canzoni, in parole dette e non dette, in fiato sulla pelle. Il romanzo trovo sia scritto davvero bene, la storia è tratteggiata con cura, così come le caratteristiche dei vari personaggi. In questo romanzo, l’autrice, è riuscita ad inserire molti problemi della società. Però non sono riuscita a dare un punteggio pieno perché in alcuni punti è lento, davvero lento.

E’ stato il primo libro che ho letto di questa autrice, ma sono certa che leggerò anche gli altri. E’ entrata di diritto fra le mie preferite. E voi? Cosa aspettate a leggerlo? Justin vi ipnotizzerà con la sua chitarra, il suo sguardo magnetico ed il suo sex-appeal. Ve lo consiglio!

A cura di:

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Condividere una casa per le vacanze con un coinquilino sexy da morire dovrebbe essere un sogno che diventa realtà, giusto? Non se si tratta di Justin... l'unica persona che abbia mai amato... e che ora mi odia. Quando mia nonna è morta e mi ha lasciato metà della casa sull'isola di Aquidneck, c'era una trappola: l'altra metà appartiene al bambino che ha aiutato ad allevare. Lo stesso bambino che si è trasformato nell'adolescente a cui ho spezzato il cuore anni fa. Lo stesso adolescente che ora è un uomo con un corpo mozzafiato e una personalità complicata. Non lo vedevo da…

Score

Voto Nivienne 4,5

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

StaffRFS

StaffRFS