Home » Recensione libri » Recensioni MM » Recensione: “Legati dalla Luna” di Cooper Davis

Recensione: “Legati dalla Luna” di Cooper Davis

Buongiorno Fenici, prima recensione per Silvia, che ci parla di “Legati dalla Luna” di Cooper Davis

 

Cinque anni fa, durante la luna piena, Hayden Garrett ha lanciato i dadi. Si è aperto con Josh Peterson, l’uomo da cui si sentiva attratto da sempre… con risultati drammatici che gli hanno cambiato la vita. Adesso, cinque anni dopo, è uscito di prigione ed è tornato in città, e l’agente Peterson è l’ultimo lupo che vorrebbe vedere. L’unico problema? Il consiglio ha decretato che i due devono unirsi per riunificare i branchi rivali. L’altro problema? Josh non è gay.
Hayden non ha mai superato la sua attrazione per il molto etero Alfa del clan rivale, perciò, quando gli anziani decidono che dovrebbe legarsi a lui, non sa se sentirsi più pieno di desiderio… o di timore. Il passato tra loro è stato difficile e quella notte sotto il chiaro di luna di cinque anni prima ha cambiato per sempre il loro rapporto.
Nonostante la sua reputazione di donnaiolo per tutta Jackson, in Wyoming, Josh ha sempre tenuto a Hayden. In un mondo diverso, sarebbero potuto essere amici, non nemici. Adesso, faccia a faccia dopo così tanto, l’acredine negli occhi dell’altro lo colma di rimpianto, spingendolo a chiedersi come sarebbe potuto essere… come sarebbe dovuto essere.
Durante il viaggio di Hayden e Josh attraverso i rituali e l’intimità, che legherà per sempre i loro spiriti, la passione e la rabbia esplodono, rivelando un difficile segreto. La verità su una notte di tanto tempo prima, quando l’unione di corpi, cuori e anime è finita in tragedia…

Dopo innumerevoli libri M/M sui licantropi, avevo un’idea piuttosto chiara di cosa avrei trovato in questo libro, ma devo dire che sono rimasta piacevolmente sorpresa da come l’autrice sia riuscita a inserire, in una storia come tante altre, una connotazione misteriosa che mi ha tenuta incollata al libro dall’inizio alla fine.

Brevi le descrizioni del paesaggio e dei personaggi secondari, ma buona la caratterizzazione dei due giovani protagonisti, che fin da subito rapiscono il cuore del lettore, che non può rimanere insensibile alle tenere dichiarazioni d’amore di questi giovani innamorati. Alla dolce storia d’amore dei due lupi Alfa di branchi spesso in contrasto, si oppone un segreto oscuro che viene svelato pian piano al lettore attraverso un buon uso del flashback. L’amnesia di uno dei due protagonisti diventa così l’escamotage perfetto per raccontarci i fatti di quella fatidica notte di cinque anni prima, in cui alla dolcissima e appassionata “prima volta” dei due giovani, si contrappone un terribile racconto di violenza che rappresenta la chiave di lettura dell’intreccio.

Una lettura breve (duecento pagine) ma non scontata, con dialoghi a volte un po’ ripetitivi nei contenuti, ma non noiosi. Lo stile è scorrevole e leggero, adatto a chi non cerca una lettura impegnata ma necessita di un po’ di quella lupesca passione che scalda il cuore. Se, come me, siete appassionate di sexy licantropi, non potete perdervelo!

 

 

 

StaffRFS

StaffRFS
x

Check Also

Recensione: Un vizio innaturale (Sins of the Cities Vol. 2) di K J Charles

#1 Un’inattesa attrazione (Clement e Rowley) #2 Un ...