Home / Made in Italy autori italiani famosi ed emergenti / Recensione in anteprima:”SCANDALO NELLA BRUGHIERA” di Pamela Boiocchi & Michela Piazza

Recensione in anteprima:”SCANDALO NELLA BRUGHIERA” di Pamela Boiocchi & Michela Piazza

 

“Siete un mostro!”

“E voi un’ipocrita. Forse per questo ci intendiamo tanto bene.”

 

Olivia Sharp ha già problemi a sufficienza: la sua esistenza dorata nei salotti londinesi è andata in pezzi dopo la morte del padre, che l’ha lasciata senza un soldo. A peggiorare le cose, è stata costretta a trasferirsi nel mezzo del nulla, nel cottage che la zia possiede nella brughiera.

Liv ha bisogno di un piano per tornare in società, ma viene distratta da Adam Drake: un uomo irritante, insopportabile… irresistibile. 

Tra baci rubati e vendette, lo scandalo finirà con lo scuotere le certezze di entrambi.

Un matrimonio riparatore, le scogliere della Cornovaglia, i teatri di Londra, vedranno cambiare poco a poco un animo superficiale.

Ma saranno capaci di far aprire di nuovo alla speranza un cuore ferito?

Dopo esserci cimentate per noi nel chick lit “Bugie a Santorini”, Michela e Pamela ci accompagnano nella brughiera, agli albori dell’epoca vittoriana, dove un amore passionale e contrastato vi farà sorridere e commuovere.

 

Un gradito debutto sulla scena del romanzo Regency delle due autrici italianissime Michela Piazza e Pamela Boiocchi, che abbiamo già incontrato nel divertente chick-lit Bugie a Santorini, edito sempre da Dri Editore.

Eccole di nuovo all’opera per raccontare una bella storia ambientata in Devon all’inizio dell’era Vittoriana, epoca di cambiamenti sociali ed economici per il Regno Unito.

La nostra protagonista, dal compassato nome di Olivia, è una giovane donna caduta in disgrazia e costretta a trasferirsi in un cottage nel bel mezzo del nulla, in compagnia di Kitty, una zia non più giovanissima e zitella; la sua famiglia, infatti, ha subito un tracollo finanziario, coronato dalla morte del padre, e tutti i privilegi che la sua condizione sociale le consentiva sono spariti, compreso il ricco aspirante fidanzato che, vista la totale assenza di dote, le ha voltato le spalle.

Non è facile per lei accettare perciò la vita in campagna e la semplicità di un ambiente provinciale dove non ci sono divertimenti e tutti si conoscono. Liv infatti ama suonare il pianoforte, danzare e civettare con tutti i cavalieri che le capitano a tiro; il taglio dimesso e remissivo assunto accanto alla zia non fa per lei.

Fortunatamente, l’entrata in scena di un aitante vedovo, il capitano Drake, fa sì che il cervello della ragazza cominci a macchinare scenari di futuri matrimoni per la zia Kitty e, di conseguenza, una situazione più consona per lei e un ritorno in società.

Peccato che il terzo incomodo le renderà la vita difficile, suscitandole a ogni incontro l’irresistibile desiderio di litigare e contemporaneamente di baciarlo; l’oggetto dei suoi desideri è proprio lo scavezzacollo Adam Drake, figlio del capitano Drake, ed evitarlo è impossibile, fino all’inevitabile epilogo. Ma il destino avverso farà di tutto per rovinare la festa…

La protagonista mi è apparsa inizialmente viziata ed egoista, ho letto il suo desiderio di accasare la zia con un pizzico di abbondante interesse personale; la sua attrazione per Adam, il nostro uomo, è quasi feroce, considerando che stiamo parlando di una fanciulla vittoriana, ma profondamente attuale, il suo cambiamento e la sua evoluzione sono continui all’interno del romanzo.

Adam, dal canto suo, è un uomo del futuro perché decide di usare il suo patrimonio investendo nel mondo del teatro e ci riesce pienamente, appoggiato in tutto da Olivia; ma è anche un uomo che nasconde qualcosa, un passato doloroso che potrebbe rovinare il suo futuro con la donna che ama.

Dunque, non solo crinoline per questa bella novità editoriale che consiglio vivamente.

 

 

 

 

 

Emanuela

Emanuela
x

Check Also

Recensione: “Verso l’inverno” di Lily Archer serie Prigioniera dei Fae #2

  Titolo: Verso l’inverno Serie :Prigioniera dei Fae ...