Home / Recensioni MM / Recensione in anteprima: “Il segreto del dottore – Serie Copper Point Medical #1” di Heidi Cullinan

Recensione in anteprima: “Il segreto del dottore – Serie Copper Point Medical #1” di Heidi Cullinan

Buongiorno fenici, oggi Lucia ci parla in anteprima del libro “Il segreto del dottore – Serie Copper Point Medical #1” di Heidi Cullinan


Il nuovo brillante ma tenebroso dottore incontra il solare infermiere della porta accanto di Copper Point… e niente può impedire al loro amore di sbocciare. 
Il dottor Hong-Wei Wu arriva a Copper Point, Wisconsin, dopo che la pressione di un tirocinio presso un ospedale prestigioso ha bruciato la sua carriera ancora prima che cominciasse. Schiacciato dalla vergogna di aver deluso la sua famiglia dopo tutto quello che ha sacrificato per lui, si propone di vivere una vita tranquilla come chirurgo generale in una minuscola cittadina del nord. I suoi piani, però, non hanno tenuto conto di Simon Lane, il suo gentile, estroverso e attraente infermiere strumentista. 
Simon non è pronto ad affrontare un bel chirurgo rubacuori che continua a chiedergli aiuto per ambientarsi e che lo corteggia con fantastici piatti taiwanesi. Non c’è dubbio: il dottor Wu è interessato a lui, e Simon ricambia il suo interesse. C’è solo un problema: la politica del St. Ann scoraggia le relazioni tra i membri dello staff dell’ospedale, il che significa che tra loro non può esserci una storia… a meno che non aggirino le regole. 
Tuttavia, una relazione tenuta – letteralmente – nascosta nello sgabuzzino non può portare a un vissero per sempre felici e contenti. Simon non vuole essere un segreto, e Hong-Wei non vuole più impedirsi di vivere la propria vita. Per conquistare la felicità, dovranno far cambiare opinione all’amministrazione dell’ospedale. Ma quali altri segreti finiranno per scoprire su Copper Point… e su loro stessi?



“Quando ci siamo trasferiti a Houston, i miei genitori si sono uniti a una chiesa evangelica per integrarsi meglio. Era una chiesa che contava già diversi membri asiatici, e questo fu l’unico vero motivo per cui decidemmo di frequentarla. Io avevo difficoltà ad andarci: stavo cominciando a rendermi conto di essere gay e mi ero appena trasferito in un altro paese, quindi l’intera esperienza si è tramutata in una sorta di film horror nei miei ricordi. Non so cosa fosse peggio: la sensazione che mi stessero indottrinando a un culto in cui non credevo, una religione a cui non mi ero mai dedicato prima d’allora, o dover digerire i loro sermoni antigay. Ci dicevano che saremmo finiti all’inferno se non fossimo stata salvati, che le persone che non credevano sarebbero bruciate nel fuoco.”

Il libro di cui vi parlo oggi, Fenici, è Il segreto del dottore di Heidi Cullinan, un’autrice che amo in modo particolare e che inaugura una nuova serie dove racconta le vicende del personale del St. Ann, un piccolo ospedale.
Copper Point è una cittadina del Wisconsin, ed è lì che si sta trasferendo il chirurgo Hong-Wei Wu dopo aver lasciato un prestigioso e grande ospedale. Figlio di emigrati del Taiwan, Hong-Wei si è lasciato alle spalle una promettente carriera e di punto in bianco ha deciso di dare un drastico cambiamento alla sua vita. Per questo, da qualche tempo, non è più in contatto con i suoi genitori e parla telefonicamente solo con la sorella: è convinto che la sua decisione li abbia delusi e amareggiati. La sua vita è stata un continuo desiderio di primeggiare per renderli orgogliosi di lui e ricompensarli dei tanti sacrifici che hanno fatto, per dare a lui e alla sorella le possibilità che a loro sono mancate. Da subito l’autrice ci fa intuire che il bel dottore ha dei segreti che lo opprimono, e un bisogno estremo di capire cosa voglia realmente fare della sua vita. All’arrivo in aeroporto viene accolto da Simon, l’infermiere strumentista con cui dovrà lavorare a stretto gomito. Per entrambi è attrazione a prima vista, ma da qualche tempo all’ospedale St. Ann, a causa di uno scandalo, vige un nuovo severo regolamento: nessuna relazione è tollerata fra il personale dell’ospedale. Il consiglio lo ha decretato senza dare spiegazioni, e Simon è terrorizzato all’idea di essere licenziato. Ma Hong-Wei non è un uomo che si fa abbattere dagli ostacoli, nella sua vita ne ha superati molti e non intende perdere l’uomo che, ha scoperto, gli fa provare la gioia e la pace che, senza saperlo, cercava. Deciso a lottare per il loro amore, si troverà sempre più coinvolto nella vita della cittadina, dove si farà nuovi amici e, per la prima volta, si sentirà veramente a casa. Ma non ha intenzione di nascondere Simon come un colpevole segreto per sempre, anche se questo volesse dire doversene andare di nuovo e ricominciare.
Quella che l’autrice ci racconta è una storia molto dolce, i due protagonisti sono tratteggiati meravigliosamente. Simon ama la sua città, ha sempre avuto paura al pensiero di andarsene e vive con i suoi due amici di sempre: Owen che fa l’anestesista e Nicholas che fa il pediatra. Loro sono insieme fin dal giorno in cui Owen ha preso le difese di Simon e, nonostante ormai sia adulto, sia lui che Nicholas sono ancora estremamente protettivi verso il dolce infermiere, amante dei Drama asiatici e della musica K-Pop. Sarà proprio grazie a loro che i due potranno per qualche tempo vivere la loro relazione in segreto, dietro al paravento della loro amicizia e delle uscite in gruppo. Ben presto però si renderanno conto che il loro è il segreto di pulcinella, quasi tutto il personale dell’ospedale non ha potuto fare a meno di notare gli sfioramenti o l’atteggiamento dei due giovani. Hong-Wei però si sta rivelando un ottimo dottore, sempre disponibile e cortese, e i colleghi sono propensi a coprire i due amanti pur di non perdere due validi collaboratori. Ma le cose cambieranno drasticamente quando durante un’emergenza il segreto di Hong- Wei sarà rivelato, e la direzione non farà mistero che l’unico motivo per cui Simon non è stato licenziato e che contano su di lui per poter avere una leva con cui manovrare e imporre il loro volere su quello che si è rivelato ben più che un normale chirurgo.
È una serie partita molto bene, ho adorato l’ambientazione della piccola città con i suoi abitanti che, pagina dopo pagina, diventano parte della storia, come il personale del ristorante amatissimo da Hong-Wei, i cui proprietari lo trattano come un star, e che lui ricompenserà facendo una magia in sala operatoria. Ho adorato il cameratismo fra Simon e i suoi amici che non per nulla hanno sempre pensato a se stessi come i tre moschettieri. Amici veri, sempre pronti a fronteggiare con te i problemi, e pronti anche a fare le valigie e trasferirsi perché non intendo separarsi da te. Pur se la storia si mantiene leggera, parla di cose importanti: di famiglia, di tradizioni, di quanto un figlio si senta responsabile per le aspettative dei genitori. Ma vi è anche il ricordo delle angherie subite da Hong-Wei quando dopo il suo trasferimento ha dovuto lottare con la sorella per adeguarsi a un nuovo ambiente. Quanto ha dovuto essere migliore degli altri per poter arrivare, quanto gli sia costato lasciare la sua passione per dedicarsi alla medicina e diventare ciò che i suoi genitori desideravano, o di come lo abbia fatto sentire male frequentare una chiesa che vedeva nei gay qualcosa da redimere.
Non ci sono drammi invece nella coppia, anche se la loro storia dovrebbe rimanere segreta, fin da subito la loro risulta una relazione tranquilla ed equilibrata. Per Hong- Wei, Simon rappresenta la pace e quella casa che ha sempre cercato, mentre per il giovane infermiere l’amore per Hong-Wei gli fornisce il coraggio di osare anche di uscire dalla sua zona di sicurezza. Sono tantissimi i personaggi che vi troverete a conoscere e che penso avremo modo di vedere nei prossimi libri di questa serie molto romantica. L’unico appunto è che forse è meno passionale di altri libri, vi sono pochissime scene di erotiche, ma questo non preclude che la storia d’amore sia comunque molto carina. E non vedo l’ora di scoprire di più di un altro personaggio che mi ha colpito, Erin Andreas. Qualcosa mi dice che la sua persona abbia contato in più di un modo per quanto riguarda il drastico regolamento imposto da suo padre, ma questo lo scopriremo sicuramente nel prossimo capitolo di questa serie che vedrà proprio Erin e il nostro anestesista come protagonisti.

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...
x

Check Also

Recensione:”Jade – (Serie Emperor’s Harem #1)” di Taylor Kinney

Care Fenici Arcobaleno, Bea65 ci racconta un Romance ...