Home » Recensione libri » Recensione: Il lago dei misteri di Kimberly Belle

Recensione: Il lago dei misteri di Kimberly Belle

Titolo: Il lago dei misteri

Autore: Kimberly Belle

Editore: Newton Compton Editori

Genere: Thriller

Data di pubblicazione: 9 settembre 2021

Il matrimonio di Charlotte con il facoltoso vedovo Paul ha dato vita a molti pettegolezzi nella cittadina in riva al lago dove vivono. 
Ma i due sposini sono felici, nonostante le maldicenze scatenate dalle umili origini di lei e dalla tragica fine del primo matrimonio di lui. Quando però le acque del lago restituiscono il cadavere di una giovane donna, ritrovato nel punto esatto in cui annegò la prima moglie di Paul, Charlotte comincia a dubitare del marito.
Quella che all’inizio appare come un’orribile coincidenza, infatti, nasconde più di un lato oscuro: Paul racconta alla polizia di non aver mai incontrato prima la ragazza del lago, ma Charlotte lo ha visto conversare con lei solo pochi giorni prima… Che motivo può aver avuto suo marito per mentire?
Anche se le bugie di Paul hanno aperto delle crepe nel loro giovane e fragile rapporto, Charlotte è determinata a salvare il matrimonio.
Man mano che procede nella sua ricerca della verità, però, si rende conto che non sa più a cosa credere: al suo cuore, che le dice che Paul è un brav’uomo, o al crescente sospetto che suo marito abbia nascosto nelle acque del lago un terribile segreto…

 

 

Care Fenici, ritorno sul mio terreno di lettura prediletto; il thriller!

L’ambientazione è chiara fin dal titolo, siamo su un lago, uno di quelli meta di turismo, con annessa ridente cittadina della provincia americana. 

Qui vive la nostra bella Charlotte, figlia del degrado di una madre drogata e un padre carcerato, che ha fatto il colpaccio del secolo sposando il vedovo d’oro e passando dalle stelle alle stalle. 

Il vero sogno americano! Paul, il suo amato marito, è un architetto, nonché imprenditore di successo, con soldi a palate e una sola macchia sul curriculum : la morte della prima moglie per annegamento in circostanze che all’epoca avevano fatto ipotizzare ai più un suo coinvolgimento. 

La povera Charlotte non si fa impressionare e, impalmato il bel marito, si trasferisce nella di lui casa in riva al lago, nonostante i rimbotti del suo amico poliziotto, Sam, e le riserve del fratello, Chet, che lei ha cresciuto e con cui ha un legame davvero speciale. 

Tutto perfetto fino a quando un cadavere riaffiora nei pressi del pontile della casa di Paul e Charlotte, riaprendo vecchie ferite e sospetti.

Un’atmosfera di terrore e inquietudine avvolge la vita della protagonista. 

Sarà Paul il colpevole? Cosa c’entra con questa vicenda Jax, il pazzo del paese? Perché Micah, l’integerrimo amico di Paul e figlio del Comandante della polizia, sembra avercela tanto con questo Jax?

Una serie infinita di dubbi e domande si susseguono da quando dal lago non riaffiora solo un cadavere, ma anche oscuri segreti che si perdono nella nebbia dei tempi.

L’autrice non sbaglia un colpo, inanellando gli eventi in un ritmo serrato e mozzafiato, condendoli con personaggi caratterizzati in modo eccellente e sostenuti da un’ambientazione perfettamente verosimile. 

Un thriller imperdibile!

Però prima di lasciarvi a questa emozionante lettura mi riservo un’ultima battuta sulla nostra Charlotte che, sul finale, si dà a un perbenismo esasperante: non era meglio per lei prendere bottino e il bel manzo? Io credo di sì e il suo moralismo tardivo lo trovo assurdo.

Detto ciò vi saluto mie care e vi aspetto alla prossima avventura!

 

Editor Roby

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento