Home » Recensione libri » Recensione: Dolore di Marley Valentine 

Recensione: Dolore di Marley Valentine 

 

 

 

Titolo: Dolore

Autore: Marley Valentine 

Genere: M/M

Editore: Quixote

Target: +18

Data di pubblicazione: 17 novembre 2022

Innamorarsi di un etero è un errore da principianti. Ma innamorarsi del mio migliore amico che sta per sposarsi con una donna è il modo più facile per farmi spezzare il cuore.

In tutti questi anni, e nonostante tutti gli uomini che ho avuto, mi è sempre rimasto in testa. Un amore non corrisposto che vorrei scuotermi di dosso. Un sogno che non potrà mai avverarsi.

Quando lo porto con me a Las Vegas, per un weekend e un addio al celibato a sorpresa, mi arrendo all’idea che questa sia l’opportunità che cercavo per dare un taglio ai miei sentimenti per lui e dirgli addio. Ma dopo un’accesa discussione, e un bacio ancora più rovente, tutto quello che credevo di sapere sulla nostra amicizia è cambiato. Forse mi ero sbagliato. Forse non eravamo soltanto migliori amici, e me ne rendo conto solo dopo tutto questo tempo. Forse… forse anche lui prova qualcosa per me.

 

 

Siamo migliori amici da tempo immemorabile. Lui è sempre stato l’unica costante della mia vita, e vederlo felice e innamorato è stato un privilegio. Desiderare però che fossi io quello con cui era felice e innamorato è stato terribile.

Gael viene presentato come un ragazzo etero che sta per sposarsi, mentre Jordan è il classico miglior amico segretamente innamorato di lui e frustrato dal fatto di essere relegato nella friendzone. 

Ma andando avanti scopriamo che la storia è più complessa di così: anche Gael sa di essere innamorato del suo miglior amico (probabilmente “gay solo per lui”), ed è certo di non essere ricambiato da quando, dieci anni prima, a un primissimo timido bacio è seguito un suo rifiuto.

 

«Tu non sei gay, non ti piacciono gli uomini. Non è mai stato così. Non sei così.» La rabbia torna ad assalirmi. «Ma tu pensi davvero che mi importi qualcosa delle etichette?» sbuffo, furioso per quello che ha continuato a ripetere. «Perché mi fai questo? Perché cerchi sempre di negare i miei sentimenti per te? Perché non mi credi, cazzo?» Lui sospira con forza e chiude la distanza tra noi, sbattendosi la porta alle spalle e spingendomi dentro la stanza. Ora che siamo così vicini, mi prende la testa tra le mani, come non ha mai fatto. Quel tocco gentile mi calma. «Perché non riuscirei a sopravvivere se dovessi perderti dopo averti avuto,» bisbiglia.

Nel corso della lettura andremo a indagare i sentimenti e le paure che hanno motivato la reazione di Jordan, ma soprattutto saremo concentrati sul vivere il presente e sull’immaginare il futuro, ora che Gael è impegnato.

Al weekend tra soli uomini organizzato per l’addio al celibato, come possiamo immaginare, tutti i segreti vengono a galla, c’è finalmente un chiarimento tra i due ragazzi, una serie di confessioni, e tra loro emerge tutto quello che era sepolto: l’amore reciproco viene dichiarato e vivono per qualche giorno in una bolla meravigliosa.

Lo spettro della fidanzata rimane sullo sfondo, ma entrambi sono consapevoli della potenza dei loro sentimenti.

 

Giusto e sbagliato. Passato e presente. Lui e lei. Non avrebbe dovuto essere così. Così confuso. Così complicato. Ho troppo amore da dare a un uomo che non sa che farsene, e c’è una bellissima donna che vuole tutto il mio cuore, da sola a casa ad attendermi.

Come è lecito pensare, il weekend porta tantissimi momenti di intimità fisica e di scoperta l’uno dell’altro, senza però mai raggiungere il punto di non ritorno vero e proprio del tradimento, perché ancora Gael non ha avuto tempo di rompere con la sua imminente sposa, quindi trovano sempre nuovi modi per fare sesso senza penetrazione.

A mio avviso è ben gestito anche il tema del tradimento di una fidanzata che si è promesso di sposare: nessuno dei due ragazzi minimizza la questione, e non è mai stato in dubbio il fatto che lei fosse un ripiego, seppur il migliore che Gael era riuscito a trovare. Nonostante questo, i sentimenti di lei vengono tenuti in considerazione almeno quanto quelli dei due ragazzi.

 

Mi sono svegliato più di una volta, durante la notte, finendo per guardarlo, lì accanto a me, e chiedendomi come sarei sopravvissuto senza di lui. Vorrei avere la sua stessa sicurezza, ma invece mi accontenterò dei ricordi che avrò quando lui tornerà da lei. Non potrei mai dimenticare quel tempo insieme. La nostra vicinanza. Le verità condivise. Il piacere.

A questi momenti erotici si affiancano meravigliose e continue scoperte emotive che ci colpiscono e ci commuovono per il livello di intimità, di sensibilità e tenerezza. Viviamo come se fosse la prima volta la scoperta dello stare insieme, del poter toccare finalmente il corpo che si è desiderato così a lungo, di raggiungere un sogno che si credeva irrealizzabile e impossibile.

Meravigliosi i primi approcci al corpo di una persona amata: momenti tenerissimi che tutti danno per scontato, cose minuscole che vengono rese piene di significato e di emozione.

L’autrice riesce a fare risuonare ogni singola sensazione dell’amare qualcuno, di provare per la prima volta i sorrisi, le dichiarazioni d’amore, il sesso, i massaggi, il comprendersi, gli sguardi. Ogni singolo gesto e atteggiamento di due persone che già si amavano a distanza, di nascosto, che per anni hanno avuto uno per l’altro sguardi d’amore segreti e che ora invece si leggono a vicenda perché non possono più trattenersi dal mostrarlo, dal dirlo, dal gridarlo al mondo intero.

 

Dandoci il permesso di provare ciò che stiamo provando e di dare vita al nostro amore, abbiamo fatto passare la nostra attrazione da un fremito ribollente a uno sconvolgimento totale dei sensi e delle emozioni. È un sentimento rovente, e quella sensazione di soddisfazione e tranquillità che abbiamo provato dopo l’orgasmo sembra lontanissima e quasi irraggiungibile, ogni volta che ci tocchiamo.

A questo punto la storia ci sorprende e presenta a Jordan un conto salatissimo: dopo aver assaporato il paradiso sarà costretto dalla situazione a tornare nella friendzone. Con un cuore spezzato e la consapevolezza di quanto sarebbe potuto essere dolce il lieto fine, Jordan sarà in grado di rimanere di nuovo l’amico nell’ombra e di tenere a bada i suoi sentimenti? 

Non mi addentro nelle motivazioni per non fare spoiler, basti sapere che i due ragazzi dovranno superare altre prove e scelte difficili prima di coronare la loro storia insieme.

Una bellissima storia, molto toccante, che esplora la sofferenza della lontananza ma anche la dolcezza del riavvicinamento, dell’amore vero che sa aspettare, che si prende cura, che è disposto a tutto, anche alla lontananza pur di fare il bene della persona che si ama.

 

«Eri altrettanto smanioso a Las Vegas,» gli dico. «Certo che lo ero,» risponde burbero. «Non ho certo bisogno di ricordare per sapere che non sei l’unico che si sentiva come se stesse amando un uomo da dietro un pannello di vetro.»

 

 

Click to rate this post!
[Total: 1 Average: 5]

ludovais

Lascia un Commento