Home » Recensione libri » Recensione: “Mr Sbatticuore” di Alice Clayton (serie Cocktail #1)

Recensione: “Mr Sbatticuore” di Alice Clayton (serie Cocktail #1)

Care Fenici, oggi La Min ci parla di un bellissimo CULT, “Mr Sbatticuore” di Alice Clayton (serie Cocktail #1)

Caroline Reynolds ha un fantastico appartamento a San Francisco, un invidiatissimo robot Kitchen Aid, ma nessun fidanzato, e nessun O (sì, avete capito di cosa stiamo parlando…). Ha una brillante carriera di designer, un ufficio con vista sulla baia, la ricetta per una formidabile torta alle zucchine, e nessun O. Ha Clive – il miglior gatto del mondo -, un gruppo di amiche fantastiche, e nessun O. Ma soprattutto, Caroline ha un vicino fissato con il sesso, il sesso rumoroso, che ogni notte la tiene sveglia a suon di colpi contro la parete. Ogni gemito, sculacciata, – e cos’era quello, un miagolio??? – oltre a toglierle il sonno, le ricordano che da troppo tempo, ormai, non ha (sì, avete indovinato) nessun O. Quando il continuo sbattere contro la parete minaccia di sbalzarla letteralmente fuori dal letto, un’esasperata Caroline, vestita solo del suo striminzito babydoll rosa, decide di affrontare il misterioso vicino. Il loro incontro sul pianerottolo nel bel mezzo della notte sarà a dir poco esplosivo… Spassoso come Il diario di Bridget Jones, intrigante come Sex and the CityMr. Sbatticuore è una frizzante commedia romantica che ci mostra come, a volte, l’amore possa nascondersi proprio dietro la porta accanto. Incredibile successo del self-publishing, ha fin da subito conquistato il cuore delle lettrici in America.

E voi, siete pronte a lasciarvi sedurre?

Devo proprio raccontarvi quanto mi sono divertita a leggere Mr. Sbatticuore, primo capitolo della Cocktail series.

Una commedia romantica e frizzante che effettivamente richiama alla mente la famosa serie Sex and the City, ma con un pizzico di personalità in più, frutto di un buon lavoro da parte dell’autrice, che ci regala una trama intrigante e piccante quanto basta per godersi la lettura.

La storia è ambientata a San Francisco e coinvolge, oltre ai protagonisti, i loro inseparabili amici – due per ognuno – e altri due personaggi più maturi e “genitoriali”. Questi tesseranno, silenti, le fila di questa conoscenza strampalata, che inizierà tra litigi e battibecchi.

Simon è un bellissimo ragazzo, un fotografo molto richiesto e appassionato del suo lavoro, goloso di dolci e con una vera passione per i dischi in vinile e lo Swing. Non si presenta al meglio nei primi capitoli, ma la storia ci spiegherà poi le sue motivazioni e, a quel punto, non potremo che adorarlo.

Caroline, invece, è una designer che sta facendo carriera velocemente, grazie alle sue innate qualità e a tanta determinazione. Appassionata di cucina, adora trascorrere il tempo libero a preparare deliziosi manicaretti da condividere con gli amici, ama viaggiare da sola e infatti, ogni anno, si concede una vacanza in solitaria, che attende con ansia e pianifica con cura. Ha inoltre un gatto dai gusti molto particolari che lei coccola con amore.

I due protagonisti vivono nello stesso stabile e condividono un muro che sarà, inizialmente, “il muro della discordia”, scoprirete voi il perché.

All’inizio della storia, Caroline si è appena trasferita nel suo nuovo appartamento in subaffitto e, insieme al micione, è intenta a sistemare l’ambiente, aiutata dalle inseparabili amiche Mimì e Sophie.

L’autrice caratterizza molto bene i personaggi, rendendoli vivi nella mente del lettore e curandone sia gli aspetti estetici che caratteriali. Il risultato è un’armoniosa storia di amicizia e amore, arricchita da molta ironia, botta e risposta, momenti di follia e un pizzico di confusione, almeno per quanto riguarda alcuni dei personaggi.

Non per Simon, però: lui ha le idee ben chiare, anche se occorrerà un po’ di tempo prima che riesca a farle emergere e a condividerle.

Mi sono piaciuti moltissimo i loro momenti insieme, durante l’evolversi della storia, e lo stile ironico e vivace, con cui l’autrice porta avanti la trama, conduce il lettore ad appassionarsi inevitabilmente agli avvenimenti, a fare congetture, a tifare per i due possibili partner (quando questi compariranno, ma non lo saprete certo da me).

Simon e Caroline hanno quell’intesa sottile e quasi impalpabile che non si può né toccare, né misurare, ma si avverte nei gesti, nei dialoghi e, soprattutto, nel “non detto” tra le righe di ogni pagina. Mi sono innamorata di questa coppia.

I dialoghi interiori tra Caroline e le varie parti del suo corpo mi hanno fatta ridere tantissimo, in particolare quando il perno del problema era Mr. O, dato per disperso tempo addietro, latente in maniera frustrante e fastidiosa.

La storia d’amore sboccia spontanea, ma in modo graduale, inizialmente con un po’ di diffidenza e incertezza e poi per scelta. In loro c’è la voglia di esplorarsi, conoscersi e viversi, partendo da quel primo appuntamento che non ha mai avuto luogo; sì, perché Caroline e Simon tendono a fare le cose tutte al contrario. Garantisco, però, che il loro ritrovarsi, l’accogliersi l’uno nell’altra e scoprirsi ogni giorno merita da solo le 5 stelline che ho deciso di assegnare a questo libro.

Sentii Simon che si avvicinava da dietro e senza dire una parola mi cingeva i fianchi con le braccia. Mi strinse forte, appoggiando la testa sulla mia spalla. Io premetti verso di lui, sentendo le curve e gli angoli del suo corpo che si incastravano al mio.

Avete presente quei momenti in cui tutto è esattamente come deve essere? Quando voi e l’universo intero vi trovate allineati in una sintonia perfetta, e sapete che non potreste essere più felici di così? Ecco, io stavo vivendo proprio uno di quei momenti, e ne ero ben consapevole.

 Ci saranno viaggi affascinanti e luoghi meravigliosi in cui trascorrere momenti unici e poi, per non farci mancare proprio nulla, l’esplosione di una passione a lungo repressa, che arricchirà questo libro di quel pizzico di piccante che, a mio giudizio, non dovrebbe mai mancare, ma solo se ben scritto e opportunamente inserito nella storia.

Per tutto il resto, vi rimando alla lettura, consigliatissima, di questo primo capitolo, alle torte di zucchine e di mele per le quali Simon ha una vera dipendenza e alla scoperta dell’amore che, quando è sincero e profondo, può superare ogni criticità.

Mentre voi leggete questa chicca, io mi diletto con il secondo capitolo della serie: Mr. Sbatticuore cerca casa.

Buona lettura!

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS

StaffRFS