Home » Recensioni: serie TV e Film » Una Serata al Cinema: L’A.S.S.O. nella manica

Una Serata al Cinema: L’A.S.S.O. nella manica

Progetto grafico a cura di Eve

Titolo originale: The DUFF

Lingua originale: inglese

Paese di produzione: Stati Uniti d’America

Anno: 2015

Durata: 101 min

Genere: commedia, sentimentale

Regia: Ari Sandel

Distribuzione in italiano: Eagle Pictures

Questa è decisamente una commedia per teenager o young adult, quindi adatta a un pubblico tra i 14 e i 21 anni, ma non solo… Anche a noi genitori farà capire molte cose del mondo adolescenziale dei nostri figli.

Difficilmente guardo film tratti da libri o viceversa, ma questo è stato una scoperta.

Il film è ispirato al romanzo “The Duff” (“Designated Ugly Fat Friend”, ovvero “La brutta grassa amica designata”) scritto da Kody Keplinger e pubblicato in Italia con il titolo “Quanto ti ho odiato”. Ovviamente noi italiani amiamo cambiare tutti i titoli…

La protagonista indiscussa è Bianca, una ragazza acqua e sapone, brillante studentessa, amante del cinema e in particolare dei B-Movies di zombi, che scopre, grazie al suo amico d’infanzia e vicino di casa Wesley, di essere un A.S.S.O, ovvero amica sfigata strategicamente oscena. Ma cosa significa? Lei è quell’amica che tutti i gruppi di ragazze carine cercano per spiccare ancor di più, è l’amica sfigatella, quella che è simpatica ma non carina, quella a cui parli solo per chiedere i compiti e mai per uscire.

Wesley è decisamente un bel tipo: il ragazzo più figo della scuola che tutti vorrebbero… se non fosse che è legato a Madison, quell’odiosa ragazza con cui fa un costante tira e molla e che tutti detestano.

Bianca, quando si rende conto di cosa rappresenta per le sue amiche Casey e Jess, decide di non voler più essere l’asso di nessuno e così intraprende la sua carriera, piena di buche e salite, per cambiare il suo essere.

Indovinate un po’ chi sarà il suo mentore? Eh sì, proprio lui, Wesley! I due faranno un patto: lui deve superare un esame per poter ottenere la borsa di studio e lei deve assolutamente riuscire a parlare e uscire con il ragazzo che le piace da tempo, Toby.

Cosa combineranno per trovare il loro punto di equilibrio? Lei è sfacciata, lui non ha peli sulla lingua e le propina continue sfide per poter superare i suoi limiti di approccio con i ragazzi, ma cosa nascerà tra i due? Sicuramente qualcosa di travolgente e insospettabile, anche se io l’ho sperato fin dall’inizio!

Se amate le favole, questo film assomiglia molto alla storia del brutto anatroccolo e chi di noi non si è mai sentito così? Io per prima ho sofferto la fase adolescenziale dove non ci si sente mai accettati o si vorrebbe essere diversi, assomigliare all’amica figa o avere quel tocco di carattere da dura in più.

È un film esilarante, che vi farà ridere, riflettere e patteggiare per quella tosta di Bianca! E ricordatevi… indipendentemente dal proprio aspetto fisico o dal proprio comportamento, prima o poi ognuno di noi è un’A.S.S.O. È un dato di fatto, e non c’è niente di male!!

Serena Oro

Serena Oro
Lilian Gold

Lascia un Commento