Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Una Serata al cinema: Doctor Dolittle

Una Serata al cinema: Doctor Dolittle

Dolittle

Progetto grafico a cura di Francesca Poggi

Regia: Stephen Gaghan

Cast: Robert Downey Jr., Rami Malek, Selena Gomez, Marion Cotillard, Emma Thompson.

Titolo originale: Dolittle

Genere:  Commedia

Paese: USA, 2020,

Durata: 106 minuti

Distribuito da: Universal Pictures

 

Il Dr. John Dolittle è un veterinario che può parlare con gli animali e loro possono parlare a lui. La sua fama ha conquistato tutta l’Inghilterra, compresa la regina che come segno di ammirazione gli ha donato una magione con una riserva annessa dove accogliere e curare tutti gli animali. Assieme alla sua amata moglie, l’esploratrice Lily, i due salvano tanti animali che diventeranno parte della sua famiglia, tra cui: il pappagallo (femmina) Polynesia, il pauroso gorilla Chee-Chee, il freddoloso orso polare Yoshi, la volpe Tutu, l’anatra Dab-Dab, il cane Jim, lo struzzo Plimpton e la giraffa Betsy. Purtroppo dopo che sua moglie muore in mare durante una spedizione, Dolittle si chiude in se stesso e si confina nella casa sua assieme ai suoi animali, non desiderando più alcun contatto con altri umani.

Un giorno, un ragazzo di nome Tommy Stubbins, durante una battuta di caccia con suo zio, spara e ferisce accidentalmente uno scoiattolo di nome Kevin; non volendo porre fine alla sua vita viene avvicinato da Poly che lo conduce nella casa di Dolittle a cui vuole chiedere aiuto. Tommy resta affascinato dal modo in cui Dolittle e suoi animali interagiscono tra di loro e decide di imparare a parlare con gli animali e di diventare l’apprendista del Dottore.

Lo stesso giorno, la regina Vittoria invia la giovane Lady Rose alla riserva con il compito di consegnare un messaggio al Dr. Dolittle: andare a Buckingham Palace per cercare di curarla da una malattia mortale. Inizialmente Dolittle è restio a uscire dalla sua magione, ma dopo essere stato persuaso dagli animali che nell’eventualità in cui la regina muoia lui e i suoi animali perderebbero il diritto di vivere nella casa, Dolittle decide finalmente di andare.

(Fonte wikipedia)

Per la terza volta torna sul grande schermo l’opera che Hugh Loftin scrisse nel 1920.

La prima versione risale al lontano 1967 e vinse ben due premi Oscar (Migliori effetti speciali e miglior canzone originale).

La seconda è di Eddy Murphy che nel 1988 ha trasposto la storia nell’era moderna.

Veniamo ora al bellissimo film di Robert Downey Jr dove lui è sia produttore che interprete.

Il suo Doctor Dolittle ritorna all’originale epoca vittoriana ed è un film per tutta la famiglia.

La fotografia è assolutamente spettacolare, regalando panorami e colori mozzafiato.

La trama è semplice e corre via liscia per tutti i 106 minuti del film fino a giungere a un finale scontato ma non banale.

Robert torna all’antico, non solo dal punto di vista temporale, ma anche nel modo di fare cinema. Nessuna battuta pesante, nessuna volgarità, solo la sua maestria nel riempire la scena con il suo incredibile carisma. Si sente che lo adoro? Comunque, malgrado io sia assolutamente di parte, il film è proprio bello, gli effetti speciali sono ineccepibili e gli animali sono uno più divertente dell’altro. In questo film ce ne sono a bizzeffe e ognuno di loro è perfettamente caratterizzato. Abbiamo un pappagallo femmina, un orso polare che soffre il freddo, un gorilla con crisi di ansia e attacchi di panico, un cane con gli occhiali, un polpo buffissimo, topi a gogo, una giraffa, una volpe, una tigre che vorrebbe mangiarsi il nostro eroe e uno scoiattolo paranoico.

Si ride parecchio e la fantasia corre a briglia sciolta. Gli adulti si immedesimeranno nel buon dottore mentre i bambini potranno farlo con l’aiutante Stubbins, un ragazzino rimasto orfano che fugge dallo zio cacciatore.

Impossibile non citare Michael Sheen (spettacolare in Good omens, Prodigal son, Passengers) che impersona il cattivo e invidioso Mudfly e un quasi irriconoscibile Antonio Banderas (indimenticabile in The legend of Zorro) nei panni di Rassouli, il suocero di Dolittle.

 

 

DarkSide

DarkSide

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione Serie Tv: L.A.’s Finest – 1×6 – “…My Lovely”

Si ritorna in gran spolvero, Fenici. Se l’episodio ...