Home » Recensioni: serie TV e Film » Una Serata al Cinema: Avengers Infinity War

Una Serata al Cinema: Avengers Infinity War

 

Data uscita:  25 Aprile 2018

Genere: Azione, Fantascienza, Avventura.

Anno: 2018

Regia: Anthony e Joe Russo

 

Dalla nascita dell’universo, sei gemme elementari rappresentano i vari aspetti fondamentali del cosmo e chi le possedesse tutte raggiungerebbe l’onnipotenza. È questo l’obiettivo di Thanos, il titano pazzo che ritiene se stesso come un correttivo alla sovrappopolazione universale e pensa di essere una misura necessaria e giusta, persino benevola, mentre agli altri il suo operato appare, correttamente, come una serie di genocidi. Gli Avengers e i Guardiani della Galassia dovranno cercare di fermarlo, ma come se non bastasse la sua inarrestabile potenza ci sono dalla sua armate aliene e quattro letali “figli”, ognuno deciso a consegnargli le gemme dell’infinito.

 

Cosa dire di questo film: incredibilmente fantastico ma contemporaneamente lascia quell’amaro in bocca nel finale.

Andiamo con ordine, però, altrimenti non capirete nulla. Tutto il film si svolge sulla stessa linea temporale, ma con i nostri eroi su diversi fronti. Abbiamo Hulk e Thor insieme sulla nave come li avevamo lasciati nel film: Thor Ragnarok. Peccato che, come previsto dalla scena dopo i titoli di coda, arriva Thanos che uccide i sopravvissuti di Asgard e con loro anche Heimdall e Loki. Sì purtroppo assistiamo già alle prime morti, Heimdall ucciso dopo aver salvato Hulk, riportandolo sulla Terra, e Loki che dopo aver finalmente accettato di essere il fratello di Thor viene ucciso senza onore da Thanos. Da qui poi scopriamo che sta cercando le pietre dell’infinito e possiede già quella del potere e poi ottiene quella dello spazio dal tesseract.

Proseguiamo con Hulk che arriva sulla Terra da Doctor Strange, racconta tutto ciò che sta accadendo perciò Strange recupera Tony Stark per avvisarlo dell’arrivo di Thanos. Ma in realtà Thanos ha tutto un altro piano, manda i suoi “figli” a fare il lavoro sporco sulla Terra mentre lui vuole recuperare la pietra della realtà e dell’anima.

(Non intendo raccontarvi tutto il film o non ve lo gustereste per cui da ora cercherò di riassumere gli avvenimenti).

Abbiamo Thanos che rapisce la figlia Gamora dei guardiani della Galassia e recupera la pietra della realtà. Sulla Terra i suoi figli prendono tante botte da tutti i nostri tranne Ebony che riesce a rapire Doctor Strange per rubargli la pietra del tempo. Quest’ultima, però, si trova nell’occhio di Agamotto con un incantesimo che la lega alla vita del dottore.

Nel frattempo sulla Terra parte la controffensiva per difendere Visione e la sua pietra della mente, portando i nostri eroi a Wakanda.

Nel contempo Tony, Peter e Strange sconfitto uno dei figli di Thanos decidono di scoprire dove si trovi, mentre Thor battuto dal nemico, unico sopravvissuto degli asgardiani decide di andare a forgiare una nuova arma e spedisce i guardiani proprio dal collezionista dove incontreranno Thanos e perderanno Gamora.

Questo un mega riassunto di dove ci troviamo in questo momento.

Continuiamo molo semplicemente con un altro mega riassuntone. Thor riesce a ottenere una nuova arma la Storm Breaker: metà ascia metà martello. Torna subito sulla Terra, nel contempo in Wakanda si è scatenato l’inferno perché i nostri eroi cercano di difendere Visione dai figli di Thanos ma dopo aver rischiato la morte innumerevoli volte interverrà Thor con la nuova arma.

I guardiani intanto cercano di recuperare Gamora e per farlo si alleano con gli Avengers della nave. Thanos, però, in realtà non si trova lì perché riesce a recuperare la pietra dell’anima che si trova su un altro pianeta e viene messo alla prova: dovrà rinunciare alla cosa che più ama, in questo caso sacrifica Gamora e ottiene la pietra. Tornato su Titano, trova i nostri eroi che nel frattempo hanno ideato un piano sperando di riuscire a togliere il guanto a Thanos, con Doctor Strange che ha guardato nel futuro per vedere una possibilità di vittoria.

Così comincia lo scontro che vede vincitore Thanos che ottiene la pietra del tempo e si dirige definitivamente sulla Terra. Con questa siamo a 5 pietre, manca solo quella di Visione, ma sappiamo tutti che se si estrae quella pietra Visione cessa di esistere, ma pare che a Wakanda abbiamo trovato un metodo per estrarla senza ucciderlo. Non fanno in tempo ad estrarla che Thanos giunge sul posto e trattenuto dai nostri eroi vede la pietra della mente andare in frantumi, perché la nostra Scarlet compie il gesto più coraggioso che si possa pensare: distrugge la pietra uccidendo il proprio amato affinché Thanos non ottenga la pietra.

Alla fine della battaglia Thanos fa l’unica cosa che tutti stiamo pensando in questo momento: usa la pietra del tempo per riportare da lui Visione e ottenere la pietra della mente. Siamo a 6 pietre il guanto è completo, ma qui arriva il nostro Thor che con la Storm Breaker riesce a contrastare con tranquillità i poteri delle pietre e conficcarsi nel petto di Thanos, ma non lo uccide e lui schiocca le dita. A questo punto vediamo poi la pietra dell’anima che parla attraverso una Gamora bambina che gli chiede se ha raggiunto il suo scopo ottenendo un’affermazione da Thanos che però alla seconda domanda si dimostra fragile: “Quanto ti è costato?” “Tutto”.

La scena finale è molto triste: la metà della popolazione dell’universo scompare tra cui alcuni dei nostri eroi: Pantera Nera, Scarlet Witch, il soldato d’inverno, Falcon, Groot, Star-lord, Drax, Mantis, Spiderman e Doctor Strange. Come vedete rimangono i primi Avengers: Hulk, Thor, Capitan America, Iron man, Vedova Nera, War Machine e altri personaggi meno importanti. Come notate poi la scena della scomparsa di Spidy è la più straziante perché lui stesso chiede a Tony Stark di salvarlo e che non vuole morire, in realtà non sta soffrendo, ma ha paura, prova terrore perché sta svanendo; in più la sua scomparsa è più lenta forse a causa della sua tuta di nano particelle. L’ultimo a sparire è Strange dicendo una frase particolare a Tony: “Era la cosa giusta da fare” o qualcosa di simile insomma ci fa capire e intendere qualcosa no?!

Comunque ora Thanos ha vinto, il nostro Iron Man rimasto solo è distrutto per le perdite e sulla Terra non sanno cosa fare, ma non è finita mi raccomando fermatevi e guardate TUTTI i titoli di coda… Non ve ne pentirete!  Siamo giunti alla fine, cosa ne penso? Non mi sono mai staccata dallo schermo del cinema rimanendo con il fiato sospeso, ho avuto molte volte la tachicardia e delle volte mi sono anche emozionata, non poco.

Cavoli i due registi hanno realizzato un capolavoro! Thanos è un Villain magnifico e con uno scopo che in realtà non puoi giudicare terribile, ma quasi ti viene da giustificarlo e odiarlo in modo alternato (tipo quando uccide Loki lo avrei ammazzato con le mie mani, quando perde Gamora avrei voluto consolarlo). Ho amato tutto di questo film, niente mi ha deluso nemmeno il comportamento di Hulk. A mio parere ci sta tutto: Hulk è come un bambino perennemente arrabbiato che vuole spaccare tutto, che di solito non trova avversari degni, invece stavolta ne trova uno che lo mette al tappeto con pochi colpi infondendo in lui un senso di paura che non aveva mai provato e obbligando Banner ad agire come uomo e non come Hulk. Stavolta l’omone verde ha paura e tocca “all’adulto” non rifugiarsi più in lui ma agire.

Insomma pareri ottimi, azione perfetta e fotografia eccezionale, vedremo ora nel 2019 si spera il nuovo Avengers.

 

Recensione a cura di:

Editing a cura di:

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS

StaffRFS