Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Una serata al cinema: Victora e Abdul Stephen Frears

Una serata al cinema: Victora e Abdul Stephen Frears

DATA USCITA:26 ottobre 2017
GENERE: Drammatico
ANNO: 2017
REGIA: Stephen Frears
ATTORI: Judi Dench,Eddie Izzard, Ali Fazal, Michael Gambon, Olivia Williams,Tim Pigott-Smith, Simon Callow, Fenella Woolgar, Julian Wadham, Ruth McCabe
PAESE: USA, Gran Bretagna
DURATA: 112 Min
DISTRIBUZIONE: Universal Pictures

Victoria e Abdul è ispirato alla storia vera dell’improbabile amicizia tra il commesso indiano Abdul e la regina Vittoria, durante gli ultimi anni del suo regno. Abdul Karim (Ali Fazal) ha solo 24 anni quando sbarca in Inghilterra per servire a tavola durante il Giubileo d’oro della Regina (Judi Dench). Lo sguardo curioso e l’animo incline alla ribellione del ragazzo fanno breccia nel cuore dell’anziana monarca, stanca di protocolli e rituali di corte e di notizie funeste dalle colonie britanniche. Affascinata dai racconti esotici e spensierati di Abdul, la Regina comincia a preferire la compagnia del domestico alla cerchia di barbosi e petulanti consiglieri reali. Tanto che il giovane e inesperto commesso si ritrova d’un tratto assistente personale dell’imperatrice d’India in persona. E l’anno dopo addirittura insegnante, incaricato di istruirla sulle questioni indiane. Ma la relazione sempre più intensa e controversa tra i due scatena una rivolta ai vertici della casa reale, che neanche la dispotica Vittoria, ormai alla soglia degli 82 anni, riuscirà a sedare tanto facilmente.

Prima di iniziare a parlarvi del film in questione, voglio fare una piccola premessa: la storia dei monarchi inglesi mi ha sempre appassionata, specialmente quella della Regina Victoria. Per cui, con ogni probabilità, il voto finale sarà leggermente più alto rispetto al valore del film; quando si tratta di questo particolare personaggio storico difficilmente riesco a essere obbiettiva.

Detto questo veniamo al “succo”.

Quella che incontriamo non è una giovane regina, ma una Victoria ottantaduenne ormai stufa di regnare, stanca di essere separata dal suo unico amore (Albert), sfiancata dall’essere circondata da parenti (compreso il figlio Bertie, bisnonno dell’attuale regina d’Inghilterra) opportunisti, interessati solo al potere, al regnare e al prevalere sugli altri con intrighi e cattiverie, la troviamo ammalata e desiderosa di morire, fino a che…

Ecco che nella sua vita torna di nuovo a splendere il sole!

Accade con l’arrivo a corte del giovane Indiano Abdul Karim venuto in Inghilterra per servire a tavola durante il giubileo d’oro della regina.

Questo servo dalla pelle scura (che sarà oggetto di atteggiamenti razzisti mascherati da banale burocrazia) in poco tempo riesce a farsi rispettare dalla Regina, la quale vuole che diventi il suo insegnante di Indù e successivamente suo maestro (Mushi) di vita.

Per lui Victoria accetta di smuovere mari e monti, cambia le  leggi, gli regala possedimenti in India, usa tutto il suo potere, per aiutare questo ragazzo che lei considera come un figlio.

Abdul infatti è l’unico a restare con lei per quello che è, non per quello che rappresenta (Bah, forse qui lo sceneggiatore si è preso qualche licenza storica e direi anche abbastanza importante. Sta di fatto che Abdul fu molto apprezzato dalla Monarca, che lo elesse addirittura, a ruolo di Mushi, carica che ricoprì per circa dieci anni fino alla morta della sovrana).

Ottima interpretazione di Judi Dench (che abbiamo già visto nella serie di film dedicati al famoso agente 007), l’attrice riesce a dare vita a una Regina Victoria molto credibile, infatti io verso la fine dei suoi anni, me la sono sempre immaginata così.

Per il resto, il film risulta piatto, a volte noioso e a tratti monotono; molto belle invece le location con lo sfondo delle verdi montagne Scozzesi.

Un film consigliato solo agli amanti della Regina Victoria.

 

 

baby.ladykira

Avatar
Admin Founder del gruppo ROMANTICAMENTE FANTASY SITO
x

Check Also

I want a new drug

Recensione Serie TV: Grey’s Anatomy 15×22 “Head over High Heels”

Progetto grafico a cura di TessV Dopo la ...