Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Una serata al cinema: Pirati ai caraibi 5 LA VENDETTA DI SALAZAR

Una serata al cinema: Pirati ai caraibi 5 LA VENDETTA DI SALAZAR

Sempre pronto all'avventura, lo spavaldo capitano Jack Sparrow (Johnny Depp) è costretto ancora una volta a fare i conti con la sfortuna quando i diabolici pirati fantasma guidati dal vecchio e terrificante nemico Salazar (Javier Bardem), fuggiti dal Triangolo del Diavolo, decidono di uccidere ogni pirata che incontrano. L'unica speranza di Sparrow sarà trovare il leggendario tridente di Poseidone, un potente artefatto che dona al suo possessore il controllo totale sui mari. CAST: Johnny Depp , Kaya Scodelario , Orlando Bloom , Javier Bardem , David Wenham , Brenton Thwaites , Kevin McNally, Geoffrey Rush , Golshifteh Farahani, Paul McCartney…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Sempre pronto all’avventura, lo spavaldo capitano Jack Sparrow (Johnny Depp) è costretto ancora una volta a fare i conti con la sfortuna quando i diabolici pirati fantasma guidati dal vecchio e terrificante nemico Salazar (Javier Bardem), fuggiti dal Triangolo del Diavolo, decidono di uccidere ogni pirata che incontrano. L’unica speranza di Sparrow sarà trovare il leggendario tridente di Poseidone, un potente artefatto che dona al suo possessore il controllo totale sui mari.

CAST: Johnny Depp , Kaya Scodelario , Orlando Bloom , Javier Bardem , David Wenham , Brenton Thwaites , Kevin McNally, Geoffrey Rush , Golshifteh Farahani, Paul McCartney , Stephen Graham, Mahesh Jadu, Adam Brown

REGIA: Joachim Roenning , Espen Sandberg

AL CINEMA: dal 25/05/2017

Cosa posso dire di questo film? Sicuramente per chi non lo ha ancora visto, consiglio caldamente di vederlo perché merita. Non lo promuovo a pieni voti ma 4 stelle ci stanno. Sicuramente è più bello del 4 ma non più del 3, anche se sono fiduciosa per il 6, credo sarà una bellezza!

In questo nuovo capitolo vediamo un po’ di personaggi storici come Will Turner, il capitano dell’Olandese e la sua bella, Elizabeth Swann, anche se per un breve istante quindi non vi entusiasmate troppo. Il co-protagonista maschile, oltre a Jack, è proprio il figlio di Will ed Elizabeth: Henry Turner, definito da Jack la vile progenie! Il giovane è interpretato da Brenton Thwaites, che si era già visto sia in The Giver che in Maleficent nel ruolo di Filippo. La sua interpretazione è buona, pensavo peggio, quindi sono rimasta piacevolmente sorpresa. Tornando al film, Henry ha uno scopo nella vita: liberare il padre dalla maledizione e per farlo è pronto a tutto, anche a viaggiare come marinaio sperando di imbattersi in Jack Sparrow. La nave presso cui presta servizio, mentre sta navigando nel Triangolo del Diavolo, incappa nel Capitano Salazar, interpretato dal gran figo Javier Bardem, che infesta il luogo. Quest’ultimo, insieme alla sua ciurma fantasma, ammazza tutti tranne Henry che, accusato di tradimento, stava in prigione sottocoperta e a cui viene affidata una missione: cercare Jack Sparrow e avvertirlo che i morti stanno venendo a prenderlo.
Finalmente l’azione si sposta nei Caraibi, sull’isola di Saint Martin, dove vediamo Jack intento a svaligiare una banca, in un modo molto simile al quinto capitolo di Fast and Furious, ma con una decina di cavalli. Ora, la scena è bella e divertente ma il fatto che l’abbiano così spudoratamente copiata dall’altro film non mi è piaciuto, perde un po’ di originalità.
Jack non è più quello di una volta, anzi sembra inseguito dalla malasorte: senza nave, la Perla Nera, inscatolata dentro una bottiglietta, senza ciurma, che lo abbandona prontamente dopo il fiasco con la banca, senza la sua voglia di vivere che lo aveva caratterizzato fin ora e senza il becco di un quattrino lo vediamo barattare la sua bussola per una bottiglia di Rum. Bussola legata alla libertà di Salazar, perché dopo essere stata ceduta, per un banale bisogno, libera quelli che non sono pirati ma cacciatori fantasmi di pirati. Lo sottolineo perché Salazar ci tiene a non essere definito pirata!
Intanto Henry viene arrestato, subito dopo essere arrivato sull’isola, e liberato da Carina Smyth, astronoma e matematica ricercata per stregoneria. Ovvio no?! Se sei una studiosa donna devi essere per forza una strega!
Carina e Jack vengono arrestati e condannati a morte, ma il giorno dell’esecuzione vengono liberati da Henry e la ex ciurma di Jack, tra cui figura Gibbs. Esilarante la scena della ghigliottina, meravigliosa!
Finalmente, i nostri molto poco eroi, riescono a fuggire con una specie di bagnarola che si può a malapena chiamare barca, di proprietà di Jack, alla ricerca del Tridente di Poseidone, così che Henry possa spezzare la maledizione del padre, Jack quella di Salazar e Carina postrà portare a termine gli studi del padre mai conosciuto. Carina ha con sé dalla nascita, come unico ricordo del padre che lei pensa essere stato uno studioso, il diario di Galileo Galilei, con incastonato un rubino che dovrebbe portarli a leggere la mappa che non si può leggere (nome più criptico no eh?!). In realtà questa mappa, cercata anche da Henry, altro non è che il cielo stellato. Fortuna che hanno un’astronoma con loro altrimenti erano cavoli.


I cacciatori fantasma di pirati sono alle loro costole e intanto fanno quello che facevano da vivi, ossia ammazzare pirati finché non incrociano la nave di Barbossa che, venuto in possesso della bussola, stringe un patto con Salazar: la sua vita e quella della ciurma in cambio di Jack. Scopriamo così perché Salazar ce l’ha a morte con Jack, difatti è grazie a quest’ultimo se loro sono morti al Triangolo. Un po’ se l’erano cercata eh…e proprio in questa occasione, Jack aveva ricevuto in dono dal precedente capitano la bussola, giurando che non se ne sarebbe mai separato. Ora tutto ciò non ha senso, dato che nella trilogia si scopriva che era stata Tia Dalma, alias Calipso, a dargli la bussola, che tra l’altro è stata ceduta a tante persone diverse. Per questa e per un paio di altre cose una stella è già scivolata via.


Jack, Henry e Carina trovano rifugio in un’isola, scoprono che i fantasmi non possono camminare sulla terraferma ma sono vincolati al mare. Nel frattempo, Barbossa e i suoi scendono e trovano Jack salvandolo da un matrimonio non desiderato, volto a saldare un debito. Guardando la sposa a Jack è andata molto bene!
Scopriamo che Barbossa non ha alcuna intenzione di tradire Jack e anzi, riesce a spezzare la maledizione della Perla Nera con la spada di Barbanera, così da proseguire le ricerche del Tridente usando la nave più veloce, con Barbossa come capitano naturalmente. Il timone viene ceduto a Carina, unica in grado di seguire la rotta, ma Barbossa non lo fa mosso da questo spirito, il capitano ha riconosciuto il diario e quindi comprende che Carina è sua figlia, ma tace sull’argomento anche se Jack lo intuisce subito. Altro che matematico!


Il capitano Salazar non demorde, sta alle loro costole ma poco prima di riuscire a raggiungerli Carina trova l’isola scampando per un pelo ai nemici, che però riescono a catturare Henry.
L’isola è ricoperta di cristalli che riflettono il firmamento, solo un cristallo non brilla aspettando il pezzo mancante che guarda caso è proprio il rubino incastonato nel diario di Carina. Dopo averlo rimesso a posto crea una spaccatura nel mare permettendo alla ragazza e a Jack di raggiungere il Tridente. Purtroppo Salazar, impossessandosi del corpo di Henry, attacca Jack e impugna il Tridente, ottenendo il potere di distruggere il nemico. Lasciando da parte il corpo di Henry, però, risvegliatosi spacca il Tridente spezzando così tutte le maledizioni. Salazar e la ciurma tornano umani, ma prima di cantare vittoria l’increspatura nel mare si chiude sommergendo tutti. Barbossa scenderà ad aiutarli aggrappato all’ancora della Perla. Per salvare Carina, il vecchio capitano si sacrifica uccidendo Salazar e rimanendo intrappolato nel mare. Carina capisce di aver trovato il padre che da sempre cercava e di essere amata. Sulla Perla scende il malumore per la perdita del Capitano, e Carina decide di prendere il nome Barbossa. La scena si sposta sull’isola di Will ed Elizabeth che, spezzata la maledizione, possono finalmente stare insieme. Jack ammira la scena da lontano mentre recupera il comando della Perla, rientrando in possesso della bussola ed ereditando la scimmia di Barbossa.

Nella scena dopo i titoli di coda vediamo che nella stanza dove Will ed Elizabeth stanno dormendo, (che io mi chiedo dopo venti anni di maledizione col cavolo che mi metto a dormire), entra una figura minacciosa ma familiare che lascia in ricordo alcune conchiglie. Sarà il segno che forse Davy Jones è tornato o tornerà nel prossimo film. Il che renderà tutto ancora più divertente! Non vedo l’ora!

Vi lascio con una fantastica barzelletta raccontata a Jack da suo zio: uno scheletro entra in un bar ordinando una birra e uno straccio. Ahaahahhahahhaha! Non l’avete capita? Beh è un problema vostro!

Interpretazione ottima di tutti gli attori, in special modo funzionano il personaggio di Carina, degna erede di Barbossa e di Henry, che caratterialmente è un bel miscuglio dei suoi genitori! Per il resto, che dire, divertente, bello e tra i personaggi c’è armonia quindi direi buono, continuate così!

Al film do 4 stelle su 5 dato che la faccenda della bussola non è coerente e la morte di …. mi ha rovinato lo splendido finale!



Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Recensione Serie Tv: Council of dads – 1×01 – “Pilot”

Ciao a tutti, amanti delle serie TV! E’ ...