Home » Recensione libri » Review Party con recensione: “Sotto Il ponte del diavolo” di A.S. TwinBlack

Review Party con recensione: “Sotto Il ponte del diavolo” di A.S. TwinBlack

TITOLO: Sotto il ponte del diavolo

AUTORE: A.S. Twinblack

GENERE: Thriller

EDITORE: Self Publishing

DATA DI PUBBLICAZIONE: 31 agosto 2020

“Ancora nessuna notizia della quindicenne scomparsa a Poggio Castano nella serata dell’8 luglio. La giovane aveva detto a sua madre che sarebbe andata a casa di un’amica, dove però non è mai giunta.”Bea scosse la testa. Aveva atteso con ansia il notiziario regionale delle diciannove, con la speranza che i giornalisti fornissero maggiori dettagli su come fossero andati veramente i fatti, invece l’uomo fece da parte i fogli che aveva davanti a sé, e passò a parlare della notizia successiva.C’era stato un incidente in un cantiere dove una gru si era ribaltata, e l’operaio era stato travolto perdendo la vita. A quella di notizia il giornalista dedicò più tempo, forse proprio perché il povero operaio era deceduto dopo tre giorni di agonia.Melissa, invece, era solo scomparsa anche se, i più pessimisti in paese, iniziavano a insinuare che fosse morta.”Gino, un anziano di ottantaquattro anni, sosteneva che fosse stato il fantasma di un boscaiolo a ucciderla, quello che da anni appariva sotto il ponte del diavolo, lungo la vecchia mulattiera, e vagava nella boscaglia imbracciando un’ascia.

Fu nell’estate del 2015, l’estate più calda di tutte, che Bea capì le parole di sua nonna. Capì che quando gli uomini ballano con il Diavolo è perché cedono alla tentazione di seguire il male. E allora non esistono più amore, né affetto, né rispetto, né comprensione, né tolleranza, né perdono, ma solo la volontà di assecondare il proprio inumano ego. Che sia nello spirito o nel corpo, gli uomini che ballano col Diavolo feriscono e uccidono senza guardarsi dentro.”

(Tratto dal libro)

Ciao fenici, oggi vi racconto di un libro che mi ha letteralmente conquistata. Un thriller di paese, sullo stile di “Don Matteo”, ma proprio per questo veramente intrigante e ben congegnato. Io amo molto questo genere di racconto, ma a volte gli autori tendono a rendere la storia troppo cervellotica e complessa, tanto da dover talvolta sospendere la lettura per fare il punto della situazione. Non è questo il caso, ma ripeto, si tratta solo di una nota più che positiva. La storia è quella di Bea e Melissa, due amiche di quindici anni, che trascorrono l’estate come tante altre ragazzine di quell’età, tra fidanzatini, amici da incontrare in piazza e genitori con cui litigare per avere una maggiore libertà. Bea, infatti, è la figlia del maresciallo del paese, che come si suol dire, la controlla a vista, anche se devo ammettere che riesce abilmente a ritagliarsi i suoi spazi. Melissa invece è una bellissima italo-brasiliana, attrae molti sguardi maschili, ma non sembra interessarle nessuno in particolare. Anche lei è attentamente sorvegliata dalla madre, che l’ha avuta a sedici anni dal bel ballerino Luis Cardoso, improvvisamente sparito a seguito di una brutta lite con la donna. Alla ragazzina manca molto quel papà che sembrava adorarla e non riesce a credere che sia fuggito per andare con altre donne, visto che si era stancato di entrambe, come le racconta la madre. Purtroppo però un giorno Melissa scompare, le voci di paese dicono che sia andata alla ricerca del padre, ma Bea non ne è convinta. È impossibile che la sua migliore amica sia scappata senza un soldo e soprattutto senza dirle nulla! L’ultima persona ad averla vista sembra essere Omar, un amico comune delle due ragazze, che l’aveva incontrata casualmente una sera vicino al ponte del Diavolo, un luogo nelle campagne del paese sede di sinistre leggende che Melissa ama e in cui cerca un po’ di pace. Il tempo passa ma la ragazza non è rintracciabile, sarà ancora viva? Chi potrebbe averla rapita o uccisa? Poggio Castano pullula di possibili colpevoli, sarà stato il viscido Enea, patrigno della ragazza, da cui lei doveva continuamente sfuggire per evitare le sue sgradite attenzioni? Oppure il bel Cristian, il ventisettenne per cui Melissa ha segretamente una cotta, famoso in paese per essere un latin lover dai gusti sadomaso? Oppure Francy, amico fraterno di Cristian, con il vizio di fare video hard alle ragazzine minorenni? Tutti sembrano essere per un motivo o per l’altro dei possibili indiziati, ma niente è come sembra.

Non puoi fidarti di nessuno. Le persone possono essere cattive, molto cattive. Anche quelle che sembrano angeli.”

(Tratto dal libro)

É con queste parole che il padre rimprovera Bea, stanca di essere limitata nella sua libertà. Guardatevi da tutti, fenici, chiunque potrebbe essere il colpevole!

E ammetto che il finale mi ha sorpreso, mai avrei immaginato un simile esito. Quindi storia perfettamente riuscita, non c’è nulla di più noioso che indovinare come andrà a finire già da metà libro. Non conoscevo quest’autrice, è stata veramente una piacevole scoperta, ha una narrazione fluida e coerente, che cattura il lettore e ti fa venir voglia di terminare la lettura tutto d’un fiato. I personaggi sono ben caratterizzati, semplici ma assolutamente non banali, è facile identificarsi in loro e questo permette di entrare a far parte veramente della storia. Andrò a cercarmi sicuramente gli altri libri di A.S. Twinblack, speriamo che siano sullo stesso target.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
TITOLO: Sotto il ponte del diavolo AUTORE: A.S. Twinblack GENERE: Thriller EDITORE: Self Publishing DATA DI PUBBLICAZIONE: 31 agosto 2020 “Ancora nessuna notizia della quindicenne scomparsa a Poggio Castano nella serata dell’8 luglio. La giovane aveva detto a sua madre che sarebbe andata a casa di un’amica, dove però non è mai giunta.”Bea scosse la testa. Aveva atteso con ansia il notiziario regionale delle diciannove, con la speranza che i giornalisti fornissero maggiori dettagli su come fossero andati veramente i fatti, invece l’uomo fece da parte i fogli che aveva davanti a sé, e passò a parlare della notizia successiva.C’era…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento