Home » Recensione libri » Review Party con recensione: “Parlami di un Sogno” di Charlotte Lays

Review Party con recensione: “Parlami di un Sogno” di Charlotte Lays

Titolo: Parlami di un sogno
Autore: Charlotte Lays
Editore: More Stories
Genere: Romance Contemporaneo
Prezzo Ebook: €2,99

Data di pubblicazione: il 22 Giugno 2020

Se il sogno di molte persone è riuscire a emergere e avere successo, quello di Sveva, quando inizia a muovere i primi passi nell’universo di internet, è semplicemente evadere. Evadere da una vita costellata di delusioni, da un padre che non si comporta da genitore, dalla precarietà economica in cui è costretta a vivere con sua madre e sua nonna.
A soli diciassette anni, e con una vita monotona ad aspettarla, le è davvero difficile credere che il suo mondo possa cambiare. Tuttavia Sveva ha una passione, la moda, e due qualità rare, il coraggio e la tenacia: le sue carte vincenti. Quelle con cui parte alla volta dell’America, vivendo davvero per la prima volta. Ed emergere adesso è possibile. Ci crede davvero.
Finché non si innamora. E si perde.
L’amore è una cosa che Sveva non può proprio permettersi: non è come quello descritto nei romanzi, che riempie e annulla ogni problema, ma è sofferenza e rinuncia alle proprie passioni.

O forse no?

Ben trovate mie Fenici, ormai tutte noi sappiamo il potere che il web detiene sulle masse, come influenza la mente delle persone, dai consigli di moda alla filosofia di vita, dal gossip ai blog.

Sveva ha un sogno, costruire intorno un impero mediatico condividendo con il mondo tutto di sé: i suoi sogni e le sue speranze; attraverso le immagini che inquadra con la sua videocamera si proietta all’esterno dando prova di un senso artistico e di una sensibilità fuori del comune. Purtroppo in Italia le possibilità di emergere non sono tante, così, spinta dal sostegno di una madre forte e amorevole, decide di andare negli Stati Uniti. Il suo passato però non l’abbandona, nonostante la distanza che mette tra sé e la sua famiglia d’origine, i drammi familiari causati da un padre tanto assente quanto indifferente continuano a ferire la sua anima. Suo padre ha sempre desiderato un figlio maschio. Il disprezzo che le ha riservato durante l’infanzia, trova l’apice quando alla loro porta bussa una donna con un bimbo piccolo. La prova del tradimento nei riguardi di sua madre è ormai tangibile e la sua famiglia si sfascia; lui le abbandona e le porta così alla miseria. Ma la vita è imprevedibile e, in una delle rare occasioni in cui lei si ritrova faccia a faccia con suo padre, conosce Pete, un giovane, bellissimo, promettente calciatore. Tra i due sarà un colpo di fulmine; entrambi anime tormentate, dovranno attraversare il fuoco e il ghiaccio, scoprendo che la strada del successo non è lastricata esclusivamente da mattonelle dorate.

Una storia che parla di sentimenti, tragedie e speranze ma, soprattutto, di come il potere mediatico possa essere deleterio se usato in modo sbagliato. Sveva e Pete hanno un passato burrascoso alle spalle: mentre Pete ha preso il suo destino in mano lottando ogni giorno per sé e la sua famiglia, Sveva va alla deriva, sebbene cerchi di rimanere a galla tra l’incuria di suo padre, la preoccupazione per sua madre e il tentativo di realizzare i suoi sogni. Pete ha visto in lei un sole luminoso e sin dall’inizio la segue da lontano sostenendola e incoraggiandola. La nostra protagonista lotta contro il suo passato cadendo spesso vittima delle sue paure. Quella più grande è legata al mondo del calcio, il timore di trovare un uomo come suo padre, di finire come sua madre. Può lei credere alla buona fede di questo meraviglioso ragazzo che le promette l’amore? Può passare sopra a tutti i gossip e ai commenti delle altre che dipingono Pete come un cattivo soggetto?

Sveva ha paura. Paura di vivere la stessa tragedia che ha vissuto sua madre. Si tratta di sentimenti comuni a molti di noi; chi di noi non avrebbe timore di ripercorrere drammi familiari che hanno influenzato in modo negativo, la nostra esistenza? Sarà sua nonna, in punto morte, a scuoterla dal suo torpore esistenziale riportandola alla vita. Sua nonna, il suo faro, la sua forza, il suo punto di riferimento. Venuta a mancare lei, Sveva piomberà in una nuova catalessi, che troverà finalmente una fine.

Cosa ne sarà dei due ragazzi? Riusciranno a vivere la loro storia d’amore così complicata? Sveva riuscirà a entrare nella vita di suo fratello, tenuto sempre lontano da lei da suo padre?

Un libro entusiasmante, che ripercorre tematiche importanti e attuali; un romanzo che parla di coraggio e di nuove occasioni, perché ognuno di noi ha il diritto di avere sempre una seconda opportunità.

Senza fare troppi spoiler, devo dire di aver amato in modo particolare, l’epilogo del romanzo, quando Pete ormai esasperato dalla situazione, perde le staffe. Quel suo lato forte e intraprendente, mi ha intrigato molto. Il personaggio di Sveva, si può dire che rappresenti ognuna di noi. Incerta e incredula che tutto questo ben di Dio sia a sua disposizione. Per la serie se non vedo non credo. Il libro parla da sé, coinvolgente e frenetico, ti travolge e non ti lascia fino alla sua conclusione. Vi assicuro, si tratta di una lettura imperdibile che non vi deluderà.

A presto fenicette e buona lettura.

Titolo: Parlami di un sogno Autore: Charlotte Lays Editore: More Stories Genere: Romance Contemporaneo Prezzo Ebook: €2,99 Data di pubblicazione: il 22 Giugno 2020 Se il sogno di molte persone è riuscire a emergere e avere successo, quello di Sveva, quando inizia a muovere i primi passi nell’universo di internet, è semplicemente evadere. Evadere da una vita costellata di delusioni, da un padre che non si comporta da genitore, dalla precarietà economica in cui è costretta a vivere con sua madre e sua nonna. A soli diciassette anni, e con una vita monotona ad aspettarla, le è davvero difficile credere…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento