Home » Recensione libri » Recensione:”Una rosa a mezzanotte” di Anne Stuart

Recensione:”Una rosa a mezzanotte” di Anne Stuart

 

Titolo: Una rosa a mezzanotte
Autore:Anne Stuart
Editore:Mondadori
Genere:Romanzo Storico

Data di pubblicazione: il 11 Maggio 2012

 

L’unico obiettivo nella vita dell’incantevole Ghislaine “Gilly” de Lorgny è distruggere Nicholas Blackthorne, il libertino che le ha portato via tutto: la dignità, la ricchezza e i suoi cari, rifiutandosi di prestare aiuto alla sua famiglia nel Terrore della Rivoluzione francese. Ma prima che Gilly riesca a compiere l’agognata vendetta, il farabutto manda all’aria i suoi piani e la rapisce. In giro per l’Europa per sfuggire alla legge, Nicholas si propone di sedurre Gilly, per poi abbandonarla. Lei lo sa bene, ma ciò che ignora è che a tradirla sarà inaspettatamente il cuore. Potrà allora la passione guarire le sue ferite? E potrà anche restituire l’onore a una donna e la nobiltà a un mascalzone?

 

 

Care Fenici, rinnovo con questa lettura la mia strenua ammirazione per quest’autrice straniera che racconta storie interessanti e piene di tensione: i suoi personaggi sono sempre sanguigni e dotati di una violenza di sentimenti e di desideri che lasciano spesso spiazzati.

Lui è Nicholas Blackthorne, un libertino senza scrupoli e con una dose di pazzia nelle vene – non si fa problemi a sfidare a duello il marito di una sua amante e quasi ammazzarlo -, giocatore incallito, sempre a caccia di conquiste e guadagni facili, il suo arrivo nella villa della cugina Ellen farà sì che quest’ultima preferisca fuggire a casa del fratello piuttosto che dover dividere la sua dimora con un simile lussurioso.

Peccato che la sua cuoca francese, Ghislaine, più una cara amica che una dipendente per Ellen, preferisca rimanere in cucina piuttosto che seguire la sua padrona.

In realtà, Ghislaine ha il suo buon motivo per restare sul posto e incontrare il terribile Blackthorne, con il quale ha un conto in sospeso da regolare, una vendetta di fronte alla quale non arretrerà finché non sarà compiuta; lui è una vecchia conoscenza per la ragazza, che lo ritiene responsabile di tutte le disgrazie che l’hanno colpita, molti anni prima, in Francia, durante la Rivoluzione Francese.

Nascerà tra i due contendenti un duello continuo fatto di parole, affronti e sfide, nel quale nessuno dei due arretrerà: la vivacità dei dialoghi e la tensione continua che scorre per tutto il libro rendono la lettura appassionante, coinvolgente, portando il lettore a correre sulle pagine per arrivare al lieto fine che, come in tutti i romanzi di Anne Stuart, non è scontato.

Una rosa a mezzanotte è un romance pervaso dall’incantevole perfidia dell’autrice, che sa creare uomini tenebrosi e apparentemente spietati e donne assolutamente non sottomesse, indipendenti e coraggiose; forgiati da una vita difficile di dolori e sofferenze che hanno lasciato in loro una scia di cicatrici, troveranno nel potere salvifico dell’amore l’unione dei loro destini e delle loro vite.

 

 

 

 

 

 

 

 

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento